Il sito per le imprese che operano con l’estero

Ingiunzione di pagamento europea

Il 12 dicembre 2008 è entrato in vigore il Regolamento CE n. 1896/2006 che istituisce un procedimento europeo d’ingiunzione di pagamento. Questo nuovo strumento semplificherà ulteriormente le procedure di recupero dei crediti commerciali nei rapporti tra creditori e debitori residenti o domiciliati all’interno della UE, ad eccezione della Danimarca.

La domanda di ingiunzione di pagamento europea è presentata dinanzi al giudice competente (determinato secondo le norme comunitarie ed in particolare il Regolamento 44/2001) utilizzando un modulo standard allegato al Regolamento, avente pertanto un contenuto tipico e predeterminato.

Il Regolamento prevede la possibilità di presentare la domanda su supporto cartaceo oppure tramite qualsiasi altro mezzo di comunicazione, anche elettronico, accettato dallo Stato in cui la domanda viene presentata.
L’ingiunzione, una volta divenuta esecutiva nello Stato membro d’origine, è riconosciuta ed eseguita negli altri Stati membri senza che sia necessaria alcuna dichiarazione di esecutività in tali Stati e senza che sia possibile opporsi al suo riconoscimento, fatti salvi soltanto alcuni casi eccezionali in cui è ammesso il riesame del provvedimento di ingiunzione.