Il sito per le imprese che operano con l’estero

Federmacchine: nel 2011 crescono produzione (+11,8%) e export (+17,1%)

E’ positivo il bilancio dell’industria italiana costruttrice di beni strumentali che, nel 2011, ha consolidato la ripresa avviata nel 2010.

Secondo i dati elaborati da Federmacchine, la federazione delle aziende del comparto, nel 2011 la produzione è cresciuta a 37,9 miliardi di euro, l’11,8% in più rispetto all’anno precedente.

Motore della crescita l’export che è salito del 17,1% attestandosi a 26,7 miliardi di euro. La quota di export sulla produzione è cresciuta, in dieci anni, di dieci punti percentuali fino a toccare, nel 2011, il 70,4%.

Principali mercati di sbocco dell’offerta italiana di settore sono risultati:

  • Germania (2,4 miliardi di euro +22%)
  • Francia (2,3 miliardi +23%)
  • Cina (2,2 miliardi di euro +6%)
  • Stati Uniti (1,9 miliardi +42%).

Praticamente stabili le consegne dei costruttori sul mercato interno cresciute dell’1,1%, a 11,2 miliardi di euro. A penalizzare il risultato dei costruttori italiani è stata la debolezza della domanda nazionale. Il consumo domestico, cresciuto del 3,1%, si è fermato a 17,4 miliardi di euro.

Federazione nazionale delle associazioni dei produttori di beni strumentali destinati allo svolgimento di processi manifatturieri dell’industria e dell’artigianato