Il sito per le imprese che operano con l’estero

Sud Africa ed Etiopia: il settore macchine tessili

L'ufficio ICE di Johannesburg, con il supporto di ACIMIT, ha realizzato un’indagine di mercato in Sud Africa ed Etiopia sul settore delle macchine tessili.

Link utili

Obiettivo dello studio è di fornire ai produttori di macchine tessili italiani una panoramica sulle caratteristiche dei due mercati obiettivo e delle opportunità commerciali attualmente esistenti.

L’indagine è stata condotta nei due Paesi tra settembre e novembre 2011 attraverso interviste che hanno coinvolto 3 enti governativi, 3 associazioni nazionali settoriali e 104 operatori economici (70 produttori e 34 distributori).

Il report descrive nelle prime due parti, per entrambi i Paesi:

  • la situazione economica, politica e demografica
  • la politica industriale e gli accordi commerciali internazionali
  • l’industria tessile, i dazi all’importazione, la distribuzione geografica, l’occupazione e gli incentivi agli investimenti
  • l’analisi della domanda di macchine tessili (import, destinazione geografica, segmentazioni sub settoriali).

La terza e ultima parte contiene raccomandazioni pratiche e informazioni operative per le imprese italiane.

Le macchine tessile italiane godono in entrambi i mercati di una solida reputazione, ma la concorrenza di prezzo dei produttori asiatici è sempre più incisiva. Diventa quindi fondamentale la capacità di: fornire prodotti personalizzati, presidiare nicchie di mercato ben definite, garantire un buon servizio post vendita e stringere alleanze strategiche con i distributori locali (in Sud Africa). In Etiopia è invece importante comunicare i punti di forza del made in Italy direttamente agli utilizzatori finali data la scarsa presenza di agenti e rivenditori.

Macchine tessili italiane più esportate

Approfondimenti:
Report completo (EN)