Il sito per le imprese che operano con l’estero

“Pulse” KPMG: primavera 2011

L’ultima edizione della Ricerca “Pulse” di KPMG International evidenzia la ripresa di un certo ottimismo in tutto il mondo sulla tenuta della crescita, dopo un autunno contraddistinto da un deciso calo della fiducia.

"Pulse - Global Business Outlook Survey for worldwide manufacturing and services" è realizzato da Markit Economics attraverso interviste a più di 6.000 fornitori del settore manifatturiero e dei servizi sulle future condizioni del business. I report vengono rilasciati a marzo, luglio e novembre.

17 i Paesi coinvolti

Austria, Brasile, Cina, Francia, Germania, Giappone, Grecia, India, Irlanda, Italia, Olanda, Polonia, Russia, Spagna, Regno unito, Repubblica Ceca e USA

Nel settore dei servizi il 55% degli intervistati ha previsto una crescita dell’attività il prossimo anno, in particolare:

  • +42 per cento nuovi ordini
  • +39 per cento ricavi
  • +35 per cento profitti
  • + 19% occupazione.

Solo l’8% si aspetta una riduzione del business.

Nel settore manifatturiero le aspettative sono altrettanto positive: secondo il 50 per cento degli intervistati i nuovi ordini dovrebbero registrare un incremento, i ricavi cresceranno per il 49 per cento e l’occupazione per il 25 per cento.

Cresce la fiducia negli Stati Uniti, in Europa e in tutta l’area BRIC, in particolare in Brasile (che ospiterà i campionati del mondo di calcio nel 2014 e i Giochi olimpici nel 2016) e in India (che è tornata agli stessi livelli del 2008).
Destano preoccupazione il Giappone colpito dal terremoto, il Mediterraneo e il Medio Oriente alle prese con la rivolta popolare.

Meno positive le previsioni sull’inflazione: i prezzi degli input cresceranno i prossimi 12 mesi per il 47% degli intervistati (in particolare nel manifatturiero).

Italia

La maggior parte delle imprese italiane del settore manifatturiero (51 per cento) sono convinte che le attività degli stabilimenti tra un anno saranno superiori rispetto a quelle della situazione attuale. Era dal febbraio 2007 che non si registrava un dato così positivo.
In rialzo le aspettative di inflazione mentre i piani di investimento sono ancora sotto i livelli pre-crisi.

Anche le aziende italiane del settore servizi mantengono una certa fiducia nelle possibilità di crescita del prossimo anno (+44.5 per cento, in discesa però rispetto al +50.8 per cento dell’ultima rilevazione di ottobre 2010).

Pulse (spring 2011)