Il sito per le imprese che operano con l’estero

Prodotti per la salute: Elettromedicali caso d'eccellenza export Italia nel 2016

Si conferma la crescita delle vendite all'estero di prodotti italiani, che l'anno scorso hanno guadagnato quote rispetto a competitori UE.

Sulla base delle pre-stime StudiaBo relative al 4° trimestre dell'anno e disponibili nei datamart Congiuntura UE del Sistema Informativo Ulisse, si segnala la performance di eccellenza sui mercati esteri del settore Elettromedicali. Esso è risultato non solo il comparto trainante (insieme al settore Strumenti e attrezzature medico-dentistici) le esportazioni italiane del sistema Beni per la Salute nel 2016, ma anche decisamente più dinamico dell'insieme dei concorrenti dell'area UE28.

Nel grafico sotto presentato, sono riportati i diversi settori del sistema Beni per la Salute sulla base del tasso di variazione nel 2016 delle esportazioni del totale dei paesi UE e delle esportazioni Italiane.
Nel grafico è tracciata la bisettrice del sistema di assi, che consente di distinguere immediatamente i settori in cui i concorrenti europei hanno fatto meglio rispetto alle imprese italiani (settori posizionati sotto la bisettrice) dai settori in cui le imprese italiane hanno, invece, avuto performance sui mercati esteri migliori rispetto a quelle dei concorrenti UE. La dimensione del cerchio è proporzionale al valore delle esportazioni italiane nel 2016.

 

A fronte di dinamiche in linea con la media dei concorrenti UE per le vendite italiane dei comparti Strumenti e attrezzature medico e dentistici-E4.22 o anche meno favorevoli, nel caso di Farmaci-E4.11 e Siringhe, protesi e altri prodotti per la salute-E4.21, il settore italiano "best performer" è (insieme al segmento Microscopi-E4.51, cresciuto più della media dei concorrenti UE) quello Elettromedicali-E4.23, in cui le imprese italiane hanno ottenuto risultati particolarmente dinamici, con tassi di crescita superiori a quelli dei concorrenti europei.

In termini di destinazioni trainanti, i mercati sui quali l'anno scorso le imprese italiane di Elettromedicali hanno evidenziato i maggiori guadagni di quote rispetto alla media dei competitors UE sono risultati, nell'ordine, il mercato tedesco (+30.7% in euro per le vendite dall'Italia, a fronte del +4.9% del totale competitori UE28), il mercato britannico (+63.9% in euro per l'export Italia, a fronte del -7.7% del totale competitori UE28) e il mercato belga (+105.5% in euro per l'export Italia, contro il +11% dei competitori UE28).

Da segnalare, inoltre, la crescita l'anno scorso delle vendite italiane di Elettromedicali sul mercato cinese, risultata pari a oltre 20 punti percentuali nei valori in euro, a fronte di un modesto incremento delle vendite totali europee (+3.4%).

Fonte: Sistema Informativo Ulisse