Il sito per le imprese che operano con l’estero

The perception of Italian Brands in Vietnam

Segnaliamo un’indagine condotta tramite interviste a 600 consumatori vietnamiti residenti nelle due metropoli Hanoi e Ho Chi Minh City nel periodo ottobre – novembre 2011.

Obiettivo dei ricercatori: studiare le percezioni  dei consumatori vietnamiti nei confronti dei brand italiani (country of origin effect).

Il reddito pro capite in Vietnam è passato dai 289 USD del 1995 ai 1.362 del 2011. Questo vero e proprio boom sta creando, soprattutto nelle aree urbane, una nuova classe media che sostiene le importazioni di prodotti di consumo di qualità.

Malgrado il 67% degli intervistati ammetta di sapere poco del nostro paese, l’immagine complessiva che hanno dell’Italia è positiva o molto positiva (solo il 15% si dichiara indifferente).  

L’85% è attratto o molto attratto dai prodotti made in Italy che associano ai concetti di qualità (93%) e prestigio (90%). I nostri prodotti vengono anche considerati “costosi” e di lusso”.

Difatti il 56% dichiara di non avere intenzione a breve di acquistare prodotti made in Italy.

I marchi più noti vengono dal binomio moda - motori: Piaggio e Vespa, Gucci, Ferrari, D&G, Ariston, Versace, Armani.

Nell’ultima parte dell’indagine, consigli su come scegliere il nome dei prodotti italiani da commercializzare in Vietnam tenendo in considerazione le preferenze e le abitudini dei consumatori locali.

La ricerca, condotta da Mattia Miani e Giovanni Maria Merola di RMIT International University – Vietnam, è stata sponsorizzata da Ambasciata d’Italia di Hanoi, ICE e desk IPR.

Approfondimenti