Il sito per le imprese che operano con l’estero

Alto di gamma locomotiva d’Europa

Uno studio realizzato da Frontier Economics evidenzia l’importanza del lusso come key driver per l’occupazione e la competitività europee.

Lo studio, commissionato da ECCIA, organismo costituito dalle cinque principali associazioni europee dell’alto di gamma, dimostra che l’industria del lusso è fondamentale per la prosperità dell’Europa e contribuisce a una crescita sostenibile dell’economia e della società.

Punti di forza dell’industria europea del lusso

  • Modello di business unico: il settore si fonda sulla cultura, sulla creatività, e sull’artigianalità europee.
  • Rappresenta il 3% del PIL europeo: il fatturato totale del settore è stimato in oltre 440 miliardi di Euro (sul totale mondiale di 629 miliardi).
  • Importante fonte di occupazione nell’Ue: il settore impiega circa 1 milione di lavoratori diretti, e almeno altri 500.000 indiretti.
  • Protagonista del commercio internazionale: i brand europei del lusso contano per più del 70% del mercato mondiale di alta gamma; il settore esporta il 60% del proprio fatturato e rappresenta oltre il 10% dell’export totale europeo.
  • Ottime prospettive di crescita: il settore ha segnato una crescita a doppia cifra negli ultimi due anni e, se saranno garantite a livello europeo le corrette condizioni quadro, continuerà a crescere tra il 7% e il 9% all’anno. Il settore contribuirà alla prosperità europea, da qui al 2020, con oltre 900 miliardi di euro ed occuperà fino a 2,2 milioni di persone.

Download report (EN)

European Cultural and Creative Industries Alliance è composta dalle cinque principali associazioni europee dell’industria culturale e creativa:

  • Circulo Fortuny (Spagna)
  • Comité Colbert (Francia)
  • Fondazione Altagamma (Italia)
  • Meisterkreis (Germania)
  • Walpole British Luxury (Gran Bretagna).

I suoi associati rappresentano circa 300 brand leader del lusso europeo, in 14 diverse categorie di prodotti e servizi di alta gamma.

ECCIA chiede alla Commissione Europea: lotta decisa alla contraffazione e condizioni più eque nel commercio internazionale (molti Paesi impongono alle importazioni di beni di lusso dazi molto più alti rispetto a quelli applicati dall’Ue).

Il Vice Presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, responsabile di industria ed impresa, intervenendo alla presentazione dello studio al Parlamento Europeo, ha annunciato un piano europeo di politica industriale per garantire la competitività del settore prima della fine del 2012.

Informazioni:
Fondazione Altagamma
Edoardo Carloni
Tel. 02 3663 6307