Il sito per le imprese che operano con l’estero

Continua la crescita delle esportazioni della provincia di Milano

Nel primo trimestre 2017 aumento tendenziale del +9%. I settori trainanti sono: Abbigliamento, Cuoio e pelletteria, Farmaci ed Elettrotecnica.

Confindustria: Scenari industriali giugno 2014

Nel mondo prosegue l’espansione della manifattura: tra il 2000 e il 2013 l’incremento dei volumi prodotti è stato del 36,1%, ma in Italia la base produttiva si è ristretta del 25,5%. Tra le cause più prossime della dinamica nazionale: il calo della domanda interna, l’asfissia nel credito, l’aumento del costo del lavoro slegato dalla produttività, la redditività che ha toccato nuovi minimi.

Primi segnali di ripresa per l’economia italianaDopo un primo trimestre “stagnante” l’economia italiana registra l’aumento del superindice Ocse, della produzione industriale e della spesa delle famiglie.
Confindustria: Scenari economici e previsioni export italiano

Secondo il centro studi Confindustria i paesi avanzati sono in accelerazione mentre quelli emergenti rallentano. Nel complesso cresce la domanda mondiale che alimenta un più veloce innalzamento degli scambi commerciali.

Banca d’Italia: Bollettino economico ottobre 2013

Nel secondo trimestre del 2013 l’espansione dell’economia mondiale è proseguita, anche se a ritmi modesti, frenata dalle difficoltà nei paesi emergenti. L’inflazione è rimasta contenuta, nonostante l’aumento dei corsi delle materie prime energetiche registrato durante l’estate. Il commercio internazionale ha continuato a crescere a un ritmo molto moderato. 

Indice PMI della Produzione nella zona Euro (agosto 2013)

Gli indici Pmi (Purchasing managers index) manifatturieri delle principali economie europee sono in netto recupero, con l'eccezione di Francia e Grecia che restano sotto i 50 punti. 

Macroeconomia e mercati: IV trimestre 2013

Continua la moderata espansione globale. Il miglioramento dell’Europa e degli Stati Uniti compensa la frenata di alcuni Paesi Emergenti, come Brasile e India. L’impatto dell’incertezza fiscale americana dovrebbe essere limitato temporalmente.

Dopo 6 trimestri negativi, produzione industriale in ripresa nell'Eurozona

Il Vecchio continente sta realmente uscendo dalla più lunga recessione della sua storia? 

Rallenta la crescita di alcuni Paesi emergenti

Secondo l’ultimo Focus SACE (23 settembre 2013) nel corso degli ultimi mesi si è andata accentuando la ripresa economica negli USA, in Giappone e nel Regno Unito, mentre segnali positivi giungono anche dall’area Euro; al contrario, alcuni fra i principali paesi emergenti mostrano un trend di crescita reale in rallentamento.

Confindustria “Scenari industriali” Giugno 2013

Secondo “Scenari industriali n. 4” del Centro Studi Confindustria, se nel I trimestre 2013 il PIL italiano è inferiore dell’8,6% al picco pre-crisi, la produzione industriale è quasi del 25% al di sotto, con diversi settori che registrano flessioni anche superiori.

Rallenta la crescita dell’export

Nei primi mesi del 2013 il livello delle vendite all’estero risulta quasi stagnante, con un contributo positivo dai paesi extra-Ue sempre più attenuato (0,9 per cento). Considerando le principali tipologie di prodotto, le vendite di beni di consumo non durevoli e i beni strumentali manifestano segnali di maggiore tenuta, mentre in difficoltà risultano i beni di consumo durevoli e, soprattutto, i beni intermedi.

Banca d’Italia: Bollettino economico n. 70

Secondo il bollettino di ottobre 2012 della Banca d’Italia, nel secondo e terzo trimestre del 2012 l'economia mondiale ha rallentato, risentendo dell'indebolimento dell'attività sia nei paesi avanzati sia in quelli emergenti. Anche il commercio internazionale ha perso vigore.

Pagina: