Il sito per le imprese che operano con l’estero

Classifica competitività World Economic Forum 2006

Nella classifica sulla competitività del 2006 l'Italia arretra di quattro posizioni e scivola al 42° posto. Il punteggio è sostanzialmente lo stesso del 2005, ma gli altri paesi migliorano le loro performance... Nell'Europa dei 15 peggio di noi solo la Grecia.

Il World Economic Forum prende in esame 125 paesi sulla base di 9 parametri (tra cui crescita economica, investimenti in ricerca e sviluppo, "business sophistication", debito pubblico, flessibilità del mercato del lavoro, infrastrutture, sistemi sanitario e scolastico).

Quest'anno al primo posto troviamo la Svizzera seguita da Svezia, Danimarca, Singapore, Stati Uniti (che perdono la prima posizione per colpa del debito pubblico), Giappone e Germania. Il Regno Unito è decimo, la Francia diciottesima.

Ma quali sono i mali del sistema Italia? Verrebbe da dire: "Sempre gli stessi".
Mancanza di riforme strutturali, debito pubblico fra i più alti al mondo, mercato del lavoro ingessato (per quanto riguarda la flessibilità sul fronte dei licenziamenti e dei salari, l'Italia risulta penultima) e istituzioni non sempre all'altezza della situazione.

Dal rapporto emergono anche i nostri punti di forza: buon livello tecnologico delle imprese private, livello dell'educazione primaria, diffusione dei telefoni cellulari, capacità di innovazione e potenzialità dei distretti industriali.