Il sito per le imprese che operano con l’estero

Export italiano 2007: + 9,7%

Nel 2007, secondo i dati Istat, l'export è cresciuto del 9,7% rispetto al 2006 e l'import del 5,7%. Il deficit commerciale si è quindi ridotto da 21,4 miliardi a 9,5 miliardi di euro.

L'export verso i 27 Paesi Ue è cresciuto del 9,1%, mentre l'import è cresciuto del 5,9%.
Il saldo annuale è risultato positivo per 5,664 miliardi di euro. Nel 2006 il passivo aveva raggiunto i 738 milioni.

In attivo gli scambi con Spagna (10,9 miliardi di euro), Regno Unito (8,6) e Francia (7,8).
In passivo con Germania (-16), Paesi Bassi (-11,7) e Belgio (-5,2).

A livello settoriale detengono la maggior quota dell'export i settori:

  • meccanico (20,3%)
  • mezzi di trasporto (10,8%).

Bene anche i prodotti petroliferi raffinati, i metalli e i prodotti in metallo, i prodotti dell'agricoltura e della pesca.

L'export nei mercati extraeuropei è invece cresciuto del 10,5%.

Il surplus del settore manifatturiero nel 2007 ha superato i 50 miliardi di euro.
Era dal 1996 che l'Italia non registrava un simile risultato (e in quegli anni la lira era svalutata e il fenomeno Cina non era ancora "esploso").