Il sito per le imprese che operano con l’estero

Indice di Percezione della Corruzione 2012

Il 5 dicembre 2012 è stato presentato il CPI 2012, l’indice di Transparency International che misura la percezione della corruzione nel settore pubblico e politico a livello globale (174 Paesi).

Link utili

L’Italia perde tre posizione rispetto al 2011 e scivola al 72° posto. Con un punteggio di 42/100 è in coda alla classifica europea della trasparenza insieme a Bulgaria e Grecia.

I Paesi ritenuti più etici - Danimarca, Finlandia e Nuova Zelanda hanno un indice pari a 90/100. Germania e Francia si piazzano rispettivamente 13esima e 22esima con punteggi superiori a 70

Corruzione, scarsa trasparenza e deboli sistemi di controllo compromettono la governance dell’Italia, minano la credibilità del sistema Paese agli occhi degli investitori internazionali e distruggono ingenti risorse pubbliche (nel rapporto 2012 della Corte dei Conti si stima che la corruzione possa far lievitare i prezzi delle grandi opere pubbliche fino al 40%).

Se a queste considerazioni si aggiungono i tempi biblici della giustizia civile italiana, rispetto a quelli degli altri Paesi europei, il quadro peggiora ulteriormente.

Dal sondaggio condotto da Transparency International Italia fra i suoi soci e sostenitori emerge un dato positivo: i cittadini si sentono protagonisti del contrasto alla corruzione: alla domanda su chi debba essere il leader della lotta alla corruzione:

  • quasi il 30% risponde i cittadini
  • seguono il governo (25%)
  • e, molto distante, la magistratura (14%).

http://www.transparency.it/

 


Paese: Italia