Il sito per le imprese che operano con l’estero

Partecipazione a gare internazionali extra-Ue

Per favorire la partecipazione di imprese italiane a gare internazionali in Paesi non aderenti all'Unione europea. Finanziamenti a tasso agevolato, a valere su un fondo a carattere rotativo, per la copertura delle spese di partecipazione a gare internazionali.

Spese ammesse

Tutte le spese sostenute dall'impresa richiedente per elaborare e presentare l'offerta di partecipazione alla gara.
Tali spese, per essere ammesse, devono essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di finanziamento e prima del termine di scadenza per la presentazione dell'offerta definitiva.

Importo finanziabile e copertura

Il finanziamento copre fino al 100% delle spese inserite nel preventivo.
Il limite massimo dell'importo del finanziamento è determinato in rapporto al valore della commessa per la quale concorre l'impresa:

  • 1% per i primi euro 25.822.000
  • 0,70% per i successivi euro 25.822.000
  • 0,50% per i successivi 51.645.000
  • 0,25% per l'eccedenza.

(nel caso di gare per servizi di ingegneria e/o consulenza tecnico-economica, 5% per i primi euro 5.164.000 e 1% per l'eccedenza).

L'ammontare del finanziamento è limitato a:

  • euro 1.032.000 per beneficiario per gara
  • euro 2.582.000 per gara (nel caso di più concorrenti per una stessa gara)
  • euro 2.582.000 per anno per singolo beneficiario che partecipi a più gare (e fino ad un'esposizione massima di euro 5.164.000 al netto dei rimborsi effettuati).

Nel caso di imprese appartenenti ad un gruppo (i cui bilanci rientrino in uno stesso bilancio consolidato), l'importo del finanziamento non può complessivamente superare euro 1.032.000 per singola gara; in ogni caso l'importo complessivo dei finanziamenti concessi alle imprese del gruppo non può eccedere euro 5.164.000 al netto dei rimborsi effettuati.

Tasso d'interesse

Il tasso d'interesse è fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 40% del tasso di riferimento, per le operazioni di credito all'esportazione effettuate con raccolta all'interno a tassi variabili, vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento.

Garanzie

Le erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione di una delle seguenti garanzie:

  • fideiussione bancaria, o assicurativa, redatta secondo lo schema predisposto dalla Simest e rilasciata da banche o compagnie assicurative di gradimento della Simest medesima
  • fideiussione di consorzi di garanzia collettiva fidi (Confidi) convenzionati con la Simest
  • pegno su titoli.

Durata

La durata complessiva del finanziamento è di 4 anni, dalla data della prima erogazione, comprensivi di un periodo di preammortamento di 1 e mezzo in cui sono corrisposti solo gli interessi. Le rate sono semestrali, posticipate, a quote costanti di capitale più gli interessi sul debito residuo.
Qualora dall'esito della gara l'impresa italiana risulti aggiudicataria e firmataria del contratto, le somme erogate dovranno essere restituite entro 30 giorni dalla data di incasso dell'anticipo contrattuale.

Procedura

L'impresa presenta la richiesta di finanziamento alla Simest, allegando al modulo di domanda la documentazione in esso indicata. Il modulo di domanda prevede che l'impresa fornisca

  • una copia del bando di gara o lettera di invito alla partecipazione o documentazione equivalente
  • una breve illustrazione della gara anche nel suo iter procedurale
  • un preventivo con la descrizione analitica di tutte le spese da sostenere
  • la tipologia di garanzie previste
  • una sintetica presentazione dell'impresa completa di alcuni dati e documenti
  • i bilanci degli ultimi tre esercizi disponibili.

La Simest effettua l'istruttoria al fine di valutare la capacità economica e finanziaria dell'impresa, di accertare la finanziabilità delle spese preventivate e le modalità di partecipazione alla gara, nonchè la validità economico-commerciale della gara stessa. In merito agli aspetti economico-commerciali, la Simest può chiedere un parere al Ministero dellle Attività produttive.

La richiesta di finanziamento è sottoposta al Comitato Agevolazioni presso Simest, entro 90 giorni dalla ricezione della domanda, sulla base di un criterio strettamente cronologico.
All'agevolazione sono ammesse con priorità le domanda presentate da imprese in possesso di certificazione di qualità.
Il Comitato delibera in merito alla concessione del finanziamento e alla relativa garanzia. Dopo la delibera del Comitato, la Simest provvede alla stipula del contratto di finanziamento, all'assunzione delle garanzie e alle erogazioni.

Informazioni:
SIMEST

Carla di Placido
Tel. 06 68635833

mail
link