Il sito per le imprese che operano con l’estero

Factoring: tecnica di finanziamento e supporto gestionale

Il Factoring, tecnica di finanziamento e supporto gestionale, aiuta le imprese a razionalizzare la gestione dei crediti di fornitura. Non va considerato un’alternativa al credito bancario, ma una componente finanziaria che può essere utilizzata anche dalle Pmi in via complementare alle altre fonti di finanziamento.

Il Factoring è un particolare tipo di contratto con il quale un soggetto (cedente) si impegna a cedere tutti i crediti presenti e/o futuri a un altro soggetto (factor) il quale, dietro un corrispettivo (di solito le commissioni variano dallo 0,75 al 3%), fornisce una serie di servizi all’impresa cedente:

  • amministrazione, gestione e incasso dei crediti
  • assistenza legale nella fase di recupero dei crediti
  • valutazione dell’affidabilità della clientela.

Il factor provvede inoltre al finanziamento dell'impresa sia attraverso la concessione di prestiti, sia attraverso il pagamento anticipato dei crediti ceduti.

La cessione dei crediti non rappresenta il fine ultimo del contratto, ma lo strumento attraverso cui è possibile l'erogazione dei servizi del factor. Il Factoring costituisce dunque un supporto gestionale e una tecnica di finanziamento al tempo stesso.

Tale strumento non deve essere considerato un’alternativa al credito bancario, ma piuttosto una componente finanziaria che può essere utilizzata in via complementare alle altre fonti di finanziamento a disposizione dell’impresa.

L’opportunità del ricorso al Factoring si manifesta quando vi è uno squilibrio tra le esigenze della politica di credito commerciale dell’impresa (ad esempio: termini e condizioni di pagamento da concedere alla clientela, fondi da impegnare per il sostegno finanziario alle dilazioni concesse, procedure di incasso e recupero dei crediti) e le risorse finanziarie di cui l’impresa può autonomamente disporre.

L’utilizzo del Factoring, grazie alla possibilità di smobilizzare crediti non ancora scaduti e quindi di liberare risorse per lo sviluppo dell’attività, può condurre:

  • ad un aumento del volume d’affari dell’impresa
  • ad una riduzione del fabbisogno finanziario grazie all’accorciamento del ciclo monetario (dal pagamento degli acquisti delle materie prime all’incasso delle vendite dei prodotti finiti).

La connotazione gestionale (amministrazione, controllo, riscossione, assicurazione dei crediti) e finanziaria (valutazione della clientela, integrazione delle linee di credito tradizionali grazie allo smobilizzo anticipato dei crediti) rendono il Factoring un utile strumento per:

  • le imprese giovani
  • le imprese in fase di espansione o con attività fortemente stagionali
  • nei casi in cui la gestione del capitale circolante costituisca un aspetto strategico dell’attività d’impresa a prescindere dalla dimensione o dal settore merceologico.

Più che a specifiche transazioni, il Factoring è tipicamente orientato a una relazione duratura con l’impresa cliente per l’elevato grado di personalizzazione del servizio offerto. Il Factor di norma studia a fondo anche le procedure interne aziendali per poterle snellire e ottimizzare.

L’offerta degli operatori di Factoring

Le operazioni oggetto dell’intervento tipico degli operatori del Factoring si inseriscono in rapporti di natura commerciale e sono accompagnate dalla cessione di crediti d’impresa. Possono riguardare anche:

  • crediti futuri in relazione a contratti ancora da stipulare
  • crediti relativi a operazioni finanziarie
  • crediti di natura fiscale
  • crediti dei fornitori nazionali (gli esportatori) verso gli acquirenti esteri
  • crediti dei fornitori esteri verso i debitori nazionali (gli importatori).

A seconda delle esigenze dell’impresa cliente gli operatori offrono prodotti diversi:

Factoring pro-soluto

La cessione dei crediti è definitiva.

Factoring pro-solvendo

Il rischio di insolvenza rimane a carico del cedente.

Export Factoring

Con servizio di analisi e monitoraggio della clientela estera del cedente.

Maturity factoring con dilazione

Il Factor provvede all'accredito del valore nominale dei crediti ceduti alla scadenza praticando un’ulteriore dilazione al cliente dell’impresa cedente (di solito tra i 30 e i 60 giorni). Il fornitore può così programmare la gestione dei propri flussi di cassa disponendo del valore dei propri crediti alla scadenza e, contemporaneamente, consentire al proprio cliente di usufruire di maggiore elasticità nella programmazione dei pagamenti. I costi della dilazione sono di solito a carico del cliente dell’impresa.

Anche il Maturity factoring con dilazione può essere sia pro-solvendo che pro-soluto e può prevedere inoltre l'anticipazione del corrispettivo anche prima della scadenza naturale dei crediti ceduti.

Factoring indiretto

Finalizzato all'acquisto dei debiti (e non dei crediti) che un’impresa ha nei confronti di propri fornitori continuativi. L'impresa acquirente razionalizza i pagamenti, risparmia tempo e riduce i costi amministrativi avendo come unico interlocutore il Factor per i pagamenti verso fornitori.

L’impresa acquirente può concordare con il Factor un’ulteriore dilazione nei pagamenti secondo le modalità del maturity con dilazione.
I propri fornitori hanno invece la possibilità di concordare con il Factor stesso ulteriori smobilizzi e/o anticipi dei crediti vantati nei confronti dell’impresa.

Il Factoring in Italia

Nonostante gli innumerevoli vantaggi elencati, la maggior parte delle Pmi italiane conoscono poco le caratteristiche del Factoring (utilizzato prevalentemente da imprese di dimensioni medio grandi).
Questo è dovuto in parte a un’insufficiente cultura finanziaria e in parte a una visione distorta del factoring anche da parte di chi lo utilizza senza sfruttarne appieno le opportunità.

Esiste infatti l’errata percezione che il Factoring sia uno strumento finanziario marginale e/o di recupero di crediti difficilmente esigibili. Di conseguenza, si tende a ricorrere a questo strumento solo in presenza di problemi di finanziamento e di deterioramento della qualità del portafoglio crediti.

Al contrario, la cessione dei crediti nell’ambito di un rapporto di Factoring è indice di un’impresa attenta al governo delle relazioni con i clienti, dei propri crediti e alla programmazione dei flussi di cassa ad essi conseguenti.

Non è un "concorrente" del credito bancario, anzi presenta una componente finanziaria che, in un’ottica di diversificazione del passivo dell’impresa, può essere utilizzata in via complementare alle altre fonti di finanziamento e che sicuramente sarà valutata positivamente da una banca moderna senza pregiudicare le possibilità di ottenere i classici finanziamenti e/o affidamenti, pur necessari, da parte delle banche.

Alessandro Russo