Il sito per le imprese che operano con l’estero

India: nuove norme per gli investimenti diretti esteri

Il Department of Industrial Policy & Promotion del Ministero del Commercio e dell'Industria indiano ha pubblicato la nuova normativa in materia di investimenti diretti esteri entrata in vigore il 1° aprile 2011.

L’obiettivo del governo indiano è duplice:

  • offrire ai potenziali investitori stranieri un contesto normativo trasparente, semplice e poco burocratizzato
  • attrarre investimenti produttivi che contribuiscano ad accrescere l’industrializzazione, l’innovazione tecnologica e lo sviluppo socio economico del Paese.

La nuova normativa identifica i settori

  • nei quali non è possibile investire: commercio al dettaglio (eccetto il commercio di un prodotto a marchio unico), business delle lotterie e dei casinò, real estate, energia atomica, settore ferroviario, settore del tabacco…
  • per cui esistono limiti in termini di quote di capitale o di particolari formalità di registrazione dell’operazione: agricoltura, settore minerario, energia, partecipazioni nelle Pmi, difesa, aviazione civile, settore bancario, assicurativo, ICT…

L’ultima parte del documento contiene gli allegati e i moduli che vanno compilati dall’investitore straniero e/o dalla società indiana oggetto dell’operazione.

Normativa FDI India


Paese: India