Il sito per le imprese che operano con l’estero

Vietnam Business Guide

Asia Briefing ha pubblicato la Guida “Doing business in Vietnam” che contiene informazioni aggiornate sul business climate, sul sistema fiscale locale e sulle opportunità d’affari per le imprese straniere.

La guida nasce dall’esperienza maturata sul campo da Dezan Shira and Associates, importante gruppo di consulenza legale e fiscale con uffici in Vietnam, India, Cina e Hong Kong.

Il Vietnam è cresciuto in media del 7% all’anno nell’ultimo decennio, è entrato a far parte del Wto nel 2007 ed è membro dell’area Asean dal 1995. L’accordo di libero scambio con l’Unione europea è in discussione.

Il costo della manodopera è di circa il 50% inferiore a quello cinese e sono numerose le multinazionali (Coca Cola, Nike, Bosch, Intel Corporation, Motorola, Hewlett-Packard, Canon …) e le imprese straniere (anche di piccole e medie dimensioni) che hanno deciso di destinare i loro investimenti produttivi in questo paese. Non a caso gli investitori stranieri hanno contribuito, nel 2010, alla creazione del 19% del Pil vietnamita.

Interscambio commerciale

Il Vietnam, negli ultimi anni, ha saputo aprire notevolmente la sua economia al commercio internazionale.

  • Esporta prevalentemente prodotti tessili e calzature (26% dell’export totale), prodotti ittici (8%), olio (8%), legname (6%), attrezzature elettroniche (6%) e riso (5%).
  • Importa: macchine e attrezzature (22% dell’import totale), petrolio (10%), acciaio (10%), prodotti tessili (9%), accessori elettronici (9%).

Investimenti esteri

L’autorità di riferimento per gli investitori stranieri è la Foreign Investment Authority (FIA) che tramite il suo sito fornisce informazioni sulle norme che regolano gli investimenti e sul business climate locale.

Alcuni settori strategici non sono aperti agli Ide (tra questi: alcuni prodotti cosmetici, chimici o medicinali, giocattoli considerati non idonei per i bambini, trattamento di rifiuti tossici, servizi di intelligence), altri sono regolamentati con procedure particolari (ICT, prodotti culturali, settore minerario, servizi postali, infrastrutture portuali e aeroportuali, trasporto di passeggeri, sfruttamento delle risorse marine, real estate, settore sanitario e distribuzione).

Esistono poi settori che offrono inventivi agli investimenti esteri: trasferimento di tecnologie innovative, produzione di software, programmi educativi, costruzione di infrastrutture pubbliche, investimenti nelle regioni periferiche, progetti in grado di aumentare l’occupazione femminile o delle minoranze etniche).

La maggior parte degli investimenti esteri, nel periodo 2005 – 2010, proveniva dai paesi più avanzati dell’Asia (Taiwan, Singapore, Corea del sud e Giappone).

Quasi la metà degli Ide si è concentrato nei settori manifatturiero, il 25% nel real estate, 6% nelle costruzioni, 6% nel settore alberghiero e della ristorazione.

Opportunità settoriali

Secondo gli esperti di Dezan Shira, questi sono alcuni dei settori che attualmente offrono le migliori opportunità di business per le imprese straniere.

Real estate e costruzioni

Nel Vietnam vive una popolazione giovane con disponibilità di reddito crescente. Inoltre esistono incentivi per i progetti realizzati nelle aree rurali.

Oltre all’edilizia residenziale, buone opportunità anche per la realizzazione di uffici, centri congressi e strutture espositive, centri commerciali e parchi industriali.

La normativa concede agli investitori la possibilità di affittare terreni per periodi di 50 anni, che salgono a 70 nelle aree rurali meno sviluppate.

Tessile e calzaturiero

Il Vietnam è il 10° Paese esportatore di prodotti tessili e il 4° di calzature. Delle 2.000 aziende attive in questi settori, circa il 50% sono a capitale straniero. La Nike ha 40 stabilimenti in Vietnam che rappresentano il 50% dell’export totale settoriale.

Il Vietnam ha sottoscritto il Wto Agreement on textiles and clothing.

L’importanza strategica di questi settori per l’economia e le esportazioni del Vietnam aprono interessanti occasioni di business per le imprese italiane che producono macchine, attrezzature e accessori.

ICT

Il Vietnam è uno dei mercati più promettenti dell’Asean per il settore ICT che è cresciuto negli ultimi due anni a tassi superiori al 20%.

Le migliori opportunità sono legate ai servizi Internet e per le telecomunicazioni (attualmente sono 30 milioni gli accessi ad Internet); alla produzione di software, giochi e apparecchiature elettroniche.

Incentivi e agevolazioni sono offerti dal governo ai progetti che si contraddistinguono per l’alto contenuto innovativo.

Tra i maggiori player attivi in Vietnam nel settore ICT spiccano Intel Corporation, Motorola, Hewlett-Packard e Canon.

Manufacturing Zones

Le Manufacturing Zones sono delle zone industriali che offrono condizioni favorevoli all’insediamento produttivo (agevolazioni, moderne infrastrutture, procedure più snelle per l’avvio di attività imprenditoriali). Ospitano circa il 40% degli investimenti esteri, rappresentano il 30% della produzione industriale complessiva e il 20% dell’export nazionale e si dividono in:

  1. Industrial Zones (IZ) sono circa 260, concentrate in particolare nel sud del Paese, aree deputate alla realizzazione di prodotti industriali e all’erogazione di servizi per il manifatturiero
  2. Economic Zones (EZ) simili alle zone industriali, offrono però maggiori incentivi (per gli investimenti localizzati in zone svantaggiate, dazi di importazione ridotti e costi di affitto dei terreni più favorevoli)
  3. Export Processing Zones (EPZ) 4 aree - in cui si realizzano prodotti destinati ai mercati internazionali - ubicate in prossimità di porti e aeroporti - che beneficiano di agevolazioni fiscali sia in fase di import che di export e semplificazioni doganali - amministrative
  4. High Tech Zones (HTZ) 3 aree ospitano aziende attive nei settori biotecnologie, IT e green technology, centri di ricerca e sviluppo, attività formative per personale altamente specializzato.

La guida contiene anche:

  • indicazioni sulle strutture societarie più utilizzate dagli investitori stranieri, sul sistema fiscale, su quello bancario e sul diritto del lavoro
  • la descrizione delle caratteristiche socio economiche e dei distretti industriali delle 8 regioni del Paese.

Doing business in Vietnam (EN)

 


Paese: Vietnam