Il sito per le imprese che operano con l’estero

Arabia Saudita: boom dell’edilizia abitativa e nuovi hotel a Medina

Secondo le previsioni della società immobiliare Gulf Prime Services, l’Arabia Saudita avrà bisogno di costruire, nel prossimo decennio, circa 200.000 nuove unità residenziali all’anno.

Le attuali opportunità di investimento nel settore immobiliare residenziale sono dovute al buon andamento generale dell’economia saudita e alla crescente domanda, sostenuta anche dalle esigenze abitative della popolazione più giovane che sta formando nuovi nuclei famigliari, cui non corrisponde un’offerta adeguata.

Inoltre il governo Saudita ha indicato tra le sue prossime priorità il sostegno all’edilizia residenziale per migliorare le condizioni di vita della popolazione.

Riyad, capitale dell’Arabia Saudita, ha bisogno di circa 30.000 nuove unità abitative all’anno, secondo un recente studio dell’Alta commissione per lo sviluppo di Riyad (HCDR) che stima una domanda totale pari a 510.000 nuove case entro il 2028.

Attualmente nella capitale economica del paese vivono 5,7 milioni di abitanti. L’annuale tasso annuale medio di crescita della popolazione è pari al 4%, quindi il numero di abitanti dovrebbe raggiungere 8,3 milioni nel 2028.

Lo studio suggerisce alle autorità locali di supportare la domanda proveniente delle classi sociali che hanno un reddito medio – basso attraverso opportune misure creditizie.

Per quanto riguarda la tipologia delle abitazioni, lo studio prevede una crescita particolarmente significativa delle bi-famigliari e degli appartamenti. Nel giro di due anni le case di vacanza dovrebbero raggiungere il 7% della domanda totale.

Nel sotto settore hospitality il report stima che il numero delle stanze negli alberghi crescerà il prossimo anno di 6.500 unità.

Nuovi hotel a Medina

Nella città di Medina, seconda città più importante dopo la Mecca per il turismo religioso islamico, le autorità locali prevedono di costruire 500 nuovi hotel nei prossimi 5 anni.

Attualmente Medina ospita il 17% degli hotel complessivi del Regno, ha nove 5 stelle, undici 4 stelle, e quarantaquattro 3 stelle.

La città, una volta ultimati i lavori di ampliamento dell’aeroporto e della Moschea del Profeta, dovrebbe attrarre più di 1 milione di visitatori al mese. Per far fronte a questo crescente flusso di visitatori sono necessarie nuove strutture ricettive.

Per raggiungere questo obiettivo le autorità stanno iniziando un piano di espropri di terreni nelle vicinanze dei luoghi sacri. I proventi realizzati dai proprietari dei terreni dovranno essere riutilizzati per costruire nuovi hotel.

Inoltre, per qualificare ulteriormente l’offerta ricettiva, 20 dei 214 hotel che attualmente si trovano intorno alla Moschea del Profeta verranno abbattuti e ricostruiti integrandoli nel progetto generale di espansione.

Fonte: Gulf News


Paese: Arabia Saudita
Settore: Real estate