Il sito per le imprese che operano con l’estero

Qatar: opportunità nel settore agro-industriale e nelle infrastruttre

Qatar: opportunità nel settore agro-industriale e nelle infrastruttre

Il Qatar vuole raggiungere l’autosufficienza alimentare e migliorare le sue infrastrutture. Le numerose iniziative in cantiere aprono occasioni d’affari per le Pmi dell’agro - food e dell’edilizia.

La produzione di generi alimentari è in grado di coprire solo il 7% dei consumi interni del Qatar che dipende fortemente dalle importazioni di food per far fronte alle sue esigenze.

Il Qatar è un importante hub per il business nel Golfo, la popolazione ha un alto reddito pro capite e, secondo un recente report, i consumi di generi alimentari cresceranno in media del 5% all’anno fino al 2017. Le prospettive economiche positive e il crescente flusso di turisti nel Paese contribuiranno a sostenere questa crescita dei consumi.

L’effetto combinato di questi fattori lasciano prevedere che l’industria del food in Qatar crescerà nei prossimi 10 anni a tassi superiori rispetto agli altri Paesi del Golfo.

I cereali e la verdura rappresentano la fetta più importante dei consumi totali, ma gli analisti prevedono che nei prossimi anni crescerà la domanda di cibi a più alto valore come la carne, i latticini e la frutta.

Interventi pubblici a sostegno del settore alimentare

La legge sulla sicurezza alimentare (Qatar National Food Security Program), introdotta nel 2008, punta anche a razionalizzare lo sfruttamento delle risorse nel settore agricolo e a migliorare il Know how.

Nel biennio 2011 – 2012, il Paese ha lanciato un ambizioso piano decennale per raggiungere l’autosufficienza alimentare che prevede anche l’affitto di 400.000 ettari di terreni coltivabili in Kenia e la conclusione di una joint venture con il Vietnam per realizzare investimenti in vari settori, compreso quello agricolo.

Il governo sta lavorando al Food Security Master Plan, che dovrebbe essere ultimato entro il 2014. Il Piano prevede la nascita di un Parco agro – industriale per sostenere lo sviluppo del settore food processing.

Sul fronte privato, Hassad Food Company, fondata da Qatar Holding nel 2008, ha investito più di 600 milioni di dollari in vari paesi per far fronte alla crescente domanda alimentare del Qatar e ha acquisito l’indiana Bush Foods International.

L’Autorità dei Lavori Pubblici (Ashghal) investirà 27,5 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni

I progetti infrastrutturali di Ashghal – l’ente responsabile della pianificazione, progettazione e realizzazione delle grandi opere pubbliche in Qatar – prevedono la realizzazione di:

  • 900 kilometri di nuove strade per un totale di 32 progetti che verranno ultimati entro il 2017 e che prevedono anche la costruzione di tunnel, ponti, strade sopraelevate
  • un'importante arteria a 8 corsie (Lusail Expressway), simile alla Doha Bay Crossing, che verrà ultimata nel 2020.
  • 18 ospedali
  • 45 edifici pubblici.

Il Qatar ha anche in programma la realizzazione di un nuovo hub aeroportuale, l’ampliamento della linea metropolitana a Doha  e l’espansione del porto marittimo in vista del 2022, anno in cui il Paese ospiterà i Campionati del mondo di calcio.

Altro progetto strategico per il sistema logistico del Paese è il collegamento ferroviario di 195 km. che unirà il Porto di Mesaieed a Ras Laffan e che consentirà il trasporto intermodale di container.
La seconda fase prevede poi la costruzione di una nuova tratta ad alta velocità di 150 Km. per collegare il Qatar al Bahrain e la fase finale prevede 165 km per unire Dukhan a Al-Shamal a Doha City.

Fonte: Gulf Times


Paese: Qatar