Il sito per le imprese che operano con l’estero

Il ruolo delle banche

Nel caso di pagamento a mezzo credito documentario è fondamentale conoscere bene il ruolo e la funzione assunta dalle banche coinvolte nell'operazione. Check list con i consigli operativi.

Innanzitutto prendiamo in considerazione la funzione che ogni banca, a seconda del compito assegnato, è chiamata a svolgere.

La banca emittente (issuing bank) è la banca che, su incarico dell'ordinante, emette il credito documentario a favore del venditore/beneficiario impegnandosi ad eseguire una prestazione che riguarderà il pagamento, l'accettazione o la negoziazione.

La banca avvisante (advising bank) è la banca su cui viene appoggiata l'apertura di credito documentario e che, a sua volta, avvisa il beneficiario dell'emissione del credito, allegando copia dello stesso.

La banca designata (nominated bank) è la banca autorizzata dal credito ad effettuare la prestazione, secondo le modalità indicate dalla banca emittente. Può essere la stessa banca avvisante, o anche altra banca.

La banca confermante (confirming bank) è la banca che, su richiesta della banca emittente, aggiunge il proprio impegno ad effettuare la prestazione.

La banca rimborsante (reimbursement bank) è la banca che provvederà, su istruzioni della banca emittente, a rimborsare la banca che effettua la prestazione.

Nelle operazioni di credito documentario alle banche viene affidato l'incarico di:

  • assumersi l'impegno ad una prestazione consistente in un pagamento, in una accettazione o in una negoziazione a favore di un beneficiario
  • esaminare i documenti che il venditore presenterà in fase di utilizzo del credito
  • accertare se gli stessi sono conformi o meno ai termini ed alle condizioni contenute nel testo del credito, secondo quanto sancito dalle norme ed usi uniformi (NUU), relative ai crediti documentari della Camera di Commercio internazionale
  • eseguire la prestazione promessa a favore del beneficiario.

Va sottolineato che l'impegno alla prestazione sussiste solo in presenza dei documenti richiesti dal testo del credito che dovranno essere presentati entro i termini di validità, (expiry date) nel luogo indicato per l'utilizzo e corrispondenti a tutte le condizioni fissate nel credito, secondo quanto sancito dalle NUU.
Nel caso in cui questo non si verifichi, verrebbe meno l'impegno della banca emittente, della eventuale banca confermante e/o della banca designata.

Responsabilità della banca emittente e della banca confermante

  • Eseguire la prestazione promessa, alla scadenza prevista
  • Esaminare i documenti presentati, entro un periodo di tempo non eccedente i 7 giorni lavorativi, successivi alla data di presentazione, per accertarne la conformità
  • Decidere, esclusivamente sulla base dei documenti, se questi nella forma appaiono conformi ai termini e alle condizioni del credito
  • Informare il beneficiario, entro il settimo giorno lavorativo successivo a quello di ricezione dei documenti, nel caso di riscontro di irregolarità nei documenti
  • Specificare tutte le discordanze riscontrate, precisando se i documenti vengono restituiti o se sono tenuti a disposizione di chi li ha presentati.

Responsabilità della banca avvisante

  • La banca che notifica l'emissione di un credito documentario, inviando il testo dello stesso e una lettera accompagnatoria (la lettera di notifica), non si assume alcun impegno e responsabilità circa l'esecuzione della prestazione.
  • L'unico impegno a cui è tenuta è quello di adottare una ragionevole cura nel controllare l'apparente autenticità del credito e di avvertire immediatamente il beneficiario del ricevimento del credito a suo favore.
  • In fase di utilizzo del credito, la banca avvisante non è tenuta ad esaminare i documenti che gli vengono presentati. Questo non significa, però, che non sia tenuta a prestare l'assistenza dovuta e quindi a segnalare eventuali irregolarità nei documenti che potrebbero compromettere l'incasso.

10 Regole da seguire

L'esportatore dovrà quindi adoperarsi per non vanificare i vantaggi che gli derivano da questo mezzo di pagamento: la certezza del pagamento e la possibilità di programmare la produzione.

Come? Seguendo alcune piccole regole che possiamo sintetizzare in dieci punti:

  1. Prendere accordi preliminari su come deve essere emesso il credito, dando le indicazioni alla controparte in fase contrattuale.
  2. Esaminare il testo del credito non appena si riceve la notifica da parte della banca al fine di verificare se è stato emesso secondo gli accordi presi, e se si è in grado di rispettare tutti i termini e le condizioni fissate.
  3. Richiedere eventuali modifiche nel caso non si sia in grado di ottemperare anche ad una sola condizione prescritta dal credito.
  4. Predisporre la merce per tempo con contemporaneo avviso allo spedizioniere per il ritiro della stessa, entro i termini previsti dal credito e secondo quanto indicato nello stesso.
  5. Porre attenzione alle eventuali istruzioni speciali contenute nel testo del credito documentario.
  6. Essere precisi nella redazione dei documenti e nella loro presentazione, al fine di rispettare la conformità e la concordanza a quanto richiesto.
  7. Essere rapidi per ottenere, il più presto possibile, tutti i documenti richiesti nel credito documentario.
  8. Controllare che tutti i documenti - quelli emessi direttamente in azienda (es. la fattura) e quelli predisposti da altri (documenti di trasporto, di assicurazione e altri certificati) - siano conformi a quanto indicato nel credito e che i dati contenuti in essi non contrastino tra di loro.
  9. Essere puntuali nel presentare tutti i documenti entro i termini di validità del credito.
  10. Ritirare la ricevuta di presentazione dei documenti con data di ricezione apposta dalla banca (designata/confermante o avvisante) e firma.