Il sito per le imprese che operano con l’estero

Star del credere nel credito documentario

Il credito documentario è una forma di pagamento che riveste notevole importanza per gli operatori che vogliono essere rassicurati circa il pagamento delle forniture di beni e/o servizi destinati ad importatori di paesi, al di fuori di quelli occidentali, che siano ritenuti "a rischio".

Tale sicurezza deriva dal fatto che il credito documentario rappresenta un impegno irrevocabile assunto da una banca (la banca emittente), su incarico di un'ordinante (il compratore), a favore di un beneficiario (il venditore), ad eseguire, entro una certa data (data di validità/scadenza), una prestazione consistente in un pagamento a vista o differito, in una negoziazione e/o in un'accettazione e pagamento di tratte.

Questo impegno irrevocabile è subordinato alla presentazione, da parte del beneficiario del credito, di documenti che, nella forma, siano considerati perfettamente conformi ai termini e alle condizioni del credito documentario, secondo quanto sancito dalle Norme ed usi uniformi relative ai crediti (in sigla NUU), pubblicazione 500 della Camera di commercio internazionale.

La banca emittente (del paese del compratore) in base al mandato conferitole dal proprio cliente (ordinante), assume un'obbligazione autonoma ad eseguire la prestazione di cui sopra a favore del beneficiario.

Crediti "non confermati" e crediti "confermati"

Nel caso di crediti documentari emessi da primarie banche di paesi "non a rischio", al beneficiario basta quest'impegno per sentirsi sicuro che la banca emittente onorerà tale promessa alla prestazione.
Avremo in questo caso il credito "non confermato".

Se i crediti documentari vengono invece emessi da banche di paesi ritenuti "a rischio", al beneficiario può non bastare tale promessa. Chiederà quindi al proprio cliente/ordinante, di far emettere un credito documentario "confermato".
La banca emittente dovrà prevedere che il credito da lei emesso possa essere confermato da un'altra banca, generalmente la banca su cui viene emesso il credito stesso.

La trasmissione del credito emesso avviene ormai, nella generalità dei casi, con il messaggio di emissione MT Swift 700 dove, al campo 49 (confirmation instructions), la banca emittente indicherà, una frase del tipo "with", oppure "confirm", oppure "add your confirmation" o altre analoghe con le quali autorizza detta banca ad aggiungere, se ritiene di farlo, il proprio impegno irrevocabile alla prestazione a favore del beneficiario.

Nel caso questo avvenga, il beneficiario si sente rassicurato circa il pagamento della fornitura in quanto non teme che la banca confermante, di sua fiducia, possa non onorare l'impegno assunto nei suoi confronti, ovviamente, sempre in presenza dei documenti conformi.
La banca cui si richiede di aggiungere la propria conferma è ovviamente libera di accettare tale richiesta e può quindi anche rifiutarsi.
Questo accade, però, raramente. A volte, invece, succede il contrario: la banca che avvisa l'avvenuta emissione del credito al beneficiario è disposta ad aggiungere la propria conferma al credito, ma non può farlo in quanto non autorizzata dalla banca emittente che, al campo 49, indicherà "without" oppure "not confirm".

Lo "Star del credere" come garanzia di pagamento

Il beneficiario del credito potrebbe quindi richiedere alla propria banca, che gli ha avvisato l'emissione del credito, di essere garantito dall'eventuale insolvenza della banca emittente.
Nel caso in cui la banca sia disposta a rilasciare tale garanzia, la stessa prende il nome di "star del credere".

Trattasi di un impegno atipico, non previsto dalle Norme internazionali relative ai crediti, con il quale la banca, dopo aver valutato attentamente lo "standing" internazionale della banca emittente e la situazione del paese in cui essa risiede, può assumersi l'impegno a pagare indipendentemente e al di fuori del credito documentario.

In campo bancario, quando è riferito ad un credito documentario, lo star del credere è un particolare negozio giuridico atipico, assimilabile ad una garanzia fideiussoria, con il quale la banca, su richiesta del beneficiario, si impegna a pagare l'importo del credito qualora in presenza dei documenti, che dovranno essere presentati in perfetta regola, la banca emittente non dovesse onorare il proprio impegno alla prestazione.

La banca avvisante, dietro pagamento di una commissione e della cessione del credito, garantisce il pagamento finale in caso di presentazione dei documenti conformi.
Quest'operazione, che comunque non è frequente, è discrezionale e non tutte le banche sono disposte ad effettuarla perché la banca che rilascia lo "star del credere" si assume un rischio notevole non potendosi rivalere nei confronti del beneficiario.

Abbiamo correlato un fac-simile di lettera da inviare alla banca avvisante contenente la richiesta di rilasciare lo "star del credere".

Suggerimenti pratico - operativi

Non tutte le banche dei diversi paesi nel mondo emettono crediti documentari "con conferma". Il sistema bancario, infatti, di alcuni paesi (ad esempio Cina, Iran, Birmania, ecc.) non lo prevede.

In tali casi occorre verificare, preventivamente, con la propria banca, la disponibilità della stessa, ad assumersi l'impegno, al di fuori del credito documentario, a garantire il pagamento con il rilascio dello "star del credere" nel caso di insolvenza della banca emittente e a quali condizioni.

Non bisogna dimenticare che l'eventuale disponibilità della banca al rilascio dello "star del credere" è subordinata alla sottoscrizione di una lettera di richiesta.

I documenti presentati per l'utilizzo del credito documentario dovranno essere ritirati dalla banca emittente che non dovrà sollevare riserve in merito alla loro conformità.

In caso di riserve sui documenti (contestazioni comunicate dalla banca emittente nei termini previsti dalle NUU) e/o smarrimento dei documenti in viaggio (il cui rischio è a carico del beneficiario), lo "star del credere" rilasciato non produrrebbe gli effetti attesi e, di conseguenza, verrebbe meno il pagamento.

Antonio Di Meo