Il sito per le imprese che operano con l’estero

Lock box

Il "Lock box" è un sistema di incasso esistente già da molti anni, ma che forse ancora pochi conoscono. Il lock box consente l'incasso degli assegni emessi all'estero all'ordine dell'impresa italiana senza che quest'ultima li debba ricevere materialmente in Italia.

Questa forma di regolamento, studiata per aumentare il grado di sicurezza e per accelerare i tempi, prevede che gli assegni, anziché essere inviati dal traente estero (il debitore) all'indirizzo del beneficiario, vengano domiciliati presso una banca nel paese del debitore quale recapito per il pagamento delle proprie fatture di esportazione. Questa procedura può essere attivata in tutti i Paesi occidentali ed in particolare in:

  • Austria
  • Belgio
  • Francia
  • Germania
  • Olanda
  • Regno Unito
  • Stati Uniti
  • Svizzera.

Come si articola

L'incasso di assegni mediante il lock box si svolge secondo varie fasi. L'esportatore, seguito accordo tra la propria banca italiana e una banca estera nel paese del debitore, dà istruzioni ai clienti che pagano tramite assegno, di inviare gli stessi ad una casella postale (il Lock box) appositamente aperta presso la banca estera individuata nel Paese in cui gli assegni sono emessi. Nel frattempo viene dato mandato alla banca estera, dove è aperto il lock box, di negoziare ed incassare per conto e rischio del beneficiario gli assegni che pervengono a suo nome. La banca estera, ricevuti gli assegni, provvede ad accreditare "salvo buon fine" il conto in valuta della banca italiana, informandola degli estremi delle fatture cui gli assegni si riferiscono.

La banca italiana, sulla base di tale comunicazione, accredita, salvo buon fine, il conto corrente dell'esportatore (su un conto in valuta o negoziando l'importo contro euro), trasformando così l'incasso tramite assegno in un bonifico. La banca estera, contemporaneamente all'accredito "salvo buon fine", cura l'incasso degli assegni tramite circuito di compensazione dopo aver apposto la "girata" per conto e rischio del beneficiario in forza del mandato ricevuto.

In caso di insoluto, la banca estera avvisa immediatamente la banca italiana esigendo la restituzione dell'importo che viene riaddebitato al fornitore.

Vantaggi del Lock Box

  1. Riduzione del rischio di smarrimento e/o furto, in quanto l'assegno viaggia solo nel paese del compratore, senza transitare per l'Italia.
  2. Riduzione dei tempi dell'incasso e, conseguentemente, rapida conoscenza degli insoluti.
  3. Gradimento del compratore che può continuare ad utilizzare una modalità di pagamento snella, economica, semplice e già nota.
  4. Risparmio di commissioni in quanto è previsto un semplice rimborso delle spese della banca estera (no commissioni di incasso, spese postali, ecc.).
  5. La presentazione dei titoli direttamente alla banca estera avrà luogo più facilmente entro i termini stabiliti dalla legge del paese del debitore per il mantenimento del diritto all'azione di regresso, in caso di mancato pagamento.
  6. Sensibile miglioramento della valuta di accredito (nei fatti l'incasso di un assegno a mezzo Lock box si trasforma in un bonifico bancario dall'estero).
  7. Migliore gestione della tesoreria.

Antonio Di Meo