Il sito per le imprese che operano con l’estero

Shipping & Fisco

La Direzione Regionale della Liguria dell’Agenzia delle Entrate e Spediporto hanno realizzato una pubblicazione che offre un aiuto concreto agli spedizionieri per l’applicazione delle norme tributarie e doganali.

Shipping & Fisco, che si rivolge alle case di spedizione internazionali e a coloro che operano nella consulenza internazionale, offre un’analisi delle singole operazioni portuali ed extraportuali, di importazione ed esportazione, di deposito e di trasporto. Il tutto attraverso una precisa e sistematica analisi della normativa, delle principali circolari e della giurisprudenza di riferimento.

Gli Spedizionieri, veri e propri architetti del trasporto, si confrontano quotidianamente sul terreno fiscale con un quadro sempre più complesso di regole e limiti normativi. La riforma dell’IVA, operata dalle Direttive n. 2008/8/CE, n. 2008/9/CE e n. 2008/117/CE, recepite dal D.Lgs. n. 18 dell’11 febbraio 2010, ha modificato numerose disposizioni del D.P.R. 633/1972 e del D.L. 331/1993 e ha introdotto il nuovo presupposto di territorialità dell’IVA.

Il vademecum analizza con la lente di ingrandimento le operazioni che una casa di spedizioni internazionale pone in essere in un campo in cui il groviglio di norme di diritto civile e commerciale, di diritto doganale e comunitario, di diritto internazionale ed assicurativo si vanno ad incrociare con la non meno complessa normativa IVA.

Sulla base di tale prospettiva, la pubblicazione:

  • chiarisce le nozioni di contratto di trasporto, di contratto di spedizione, di mandato con e senza rappresentanza, inserendo queste definizioni all’interno di una dinamica internazionale dei mercati
  • analizza il D.P.R. 633/1972 per inquadrare le attività dello shipping all’interno dell’impianto normativo dell’IVA, non prima però di aver ben individuato i presupposti soggettivi, oggettivi e territoriali di applicazione dell’imposta ed aver chiarito quelle che possono essere inquadrate come “prestazioni generiche” rispetto alla normativa IVA e quelle che invece ricadono nelle cosiddette “prestazioni specifiche"
  • presenta la disciplina specifica dell’IVA nel settore dei trasporti nazionali ed internazionali.

Diverse tavole riassuntive aiutano a rintracciare per singola operazione di trasporto, di movimentazione e di magazzinaggio il relativo regime impositivo.

Individuata nel mandato senza rappresentanza la fattispecie contrattuale tipica in forza della quale la casa di spedizione opera, la pubblicazione analizza quali importanti regole la legge IVA stabilisce per la determinazione della base imponibile della prestazione che il mandatario/spedizioniere rende al mandante.
Non verrà trascurato il trattamento ai fini delle imposte dirette del riaddebito di costi dal mandatario/spedizioniere al mandante.

Il manuale descrive le singole operazioni che compongono le attività di importazione ed esportazione delle merci (imballaggio, scarico, ricarico, movimentazione ed imbarco, operazioni di controllo) ed esamina l’inquadramento impositivo a cui devono soggiacere i diritti di esecuzione di mandato e i diritti fissi per stampati, spese postali e telefoniche.

L’analisi delle cosiddette “operazioni in ambito portuale” consente di verificare quando, ed entro quali limiti, le stesse possano essere riaddebitate dallo spedizioniere al proprio mandante, conservando il medesimo regime di non imponibilità, verificando di volta in volta il presupposto territoriale.

Da qui il manuale prosegue nell’identificazione del corretto trattamento ai fini IVA delle operazioni di importazione ed esportazione che costituiscono le voci più ricorrenti delle fatture con cui lo spedizioniere riaddebita al proprio cliente (maggiorandoli della propria provvigione) i costi da esso sostenuti per dare esecuzione al proprio mandato.

In ragione del recepimento delle recenti direttive comunitarie, la disciplina del rappresentante fiscale ha subito un profondo rinnovamento. Il manuale chiarisce i concetti di “rappresentanza con obblighi ridotti” (c.d. rappresentanza leggera) di operatore comunitario e di “rappresentanza con obblighi ordinari” (c.d. rappresentanza pesante) di operatore extracomunitario.

La pubblicazione esamina infine gli obblighi che assistono l’introduzione di un bene in deposito (doganale e IVA) e quelli che emergono in conseguenza di operazioni che vengono realizzate sui beni custoditi in deposito al momento dell’introduzione.

Fonte: Nuovo Fisco Oggi

Struttura del manuale

CAPITOLO PRIMO

Il contratto di trasporto

  • Definizione civilistica ed inquadramento normativo
  • Il contratto di trasporto nell’ambito delle spedizioni internazionali
  • La territorialità dell’IVA nel trasporto nazionale ed internazionale
  • Il regime di responsabilità nel contratto di trasporto: le soluzioni assicurative

Il contratto di spedizione

  • Definizione civilistica ed inquadramento normativo
  • Lo spedizioniere come mandatario senza rappresentanza:le prestazioni proprie
  • Il trattamento IVA del contratto di spedizione come particolare figura di mandato senza rappresentanza
  • Il trattamento ai fini delle imposte dirette
  • Le scritture contabili
  • Figure particolari di spedizioniere (internazionale, vettore, doganale, nave).

CAPITOLO SECONDO

Lo spedizioniere e le operazioni internazionali

  • Le operazioni all’esportazione
  • Le operazioni all’importazione
  • I servizi internazionali o connessi agli scambi internazionali

CAPITLO TERZO

I soggetti non residenti: stabilimento o identificazione. Il rappresentante fiscale

  • Forme di identificazione dei soggetti non residenti
  • Il rappresentante fiscale

CAPITOLO QUARTO

Il deposito

  • Il deposito doganale
  • Il deposito IVA
  • Introduzione di beni in deposito da parte di soggetti non residenti (comunitari ed extracomunitari)
  • Obblighi contabili dei depositi IVA
  • Operazioni senza il pagamento dell’IVA
  • Prestazioni di servizi su beni custoditi in deposito
  • Operazioni soggette al pagamento dell’IVA
  • Determinazione della base imponibile ed obblighi di
  • documentazione/registrazione delle operazioni
  • Consignment stock e depositi IVA

CAPITOLO QUINTO

I nuovi servizi di logistica

  • Il contratto di logistica
  • La figura dell’NVOCC (Non Vessel Operator Common Carrier)
  • La figura dell’MTO (Multimodal Transport Operator)
  • La nozione di porto in senso tecnico: la nuova delimitazione delle aree operative

CAPITOLO SESTO

Casi pratici e quesiti.