Sistema Salute: mercati trainanti e frenanti export Italia

Dinamiche particolarmente positive per l'export italiano di Prodotti e strumenti per la salute, in crescita nei primi tre mesi del 2017 di 8 punti percentuali nei valori tendenziali in euro, di ben 6 punti più dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28.

Sistema Salute: mercati trainanti e frenanti export Italia

Nel primo trimestre dell'anno le esportazioni italiane di Prodotti e strumenti per la Salute risultano in crescita tendenziale in ben 85 mercati mondiali (sui 152 analizzati nell'ambito del Sistema Informativo Ulisse). In particolare, su ben 82 mercati la performance delle vendite italiane appare più favorevole della media dei concorrenti UE28. 


Mercati trainanti

Nei primi tre mesi dell'anno i contributi più rilevanti alla crescita delle vendite italiane del comparto sono derivati dai mercati di

  • Stati Uniti (con un incremento dell'export italiano di prodotti del Sistema Salute di ben 317 milioni di euro rispetto al corrispondente trimestre 2016, pari al +85.8%, di ben 75 punti più dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28)
  • Regno Unito (in aumento tendenziale di 183 milioni €, pari al +71.1%, 74 punti più dinamico dei concorrenti UE28)
  • Irlanda (+163 milioni €, pari al +715.5%, 694 punti in più della media UE28) 
  • Spagna (+33 milioni €, pari al +7.7%, sostanzialmente in linea con l'andamento medio dei concorrenti UE28)  
  • Arabia Saudita (+33 milioni €, pari al +117.6%, oltre 109 punti in più della media UE28).

Mercati frenanti

I mercati più penalizzanti per l'export italiano di Prodotti e strumenti per la Salute nel primo trimestre dell'anno sono risultati soprattutto 

  • Belgio (in calo di 438 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2016, pari al -33.2%, di 18 punti meno dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28) e, in misura decisamente minore 
  • Francia (in calo di 28 milioni di euro, pari al -7.2%, di 4 punti meno dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28)
  • Svizzera (-21 milioni di euro, pari al -4.8%, di quasi 27 punti meno dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28)
  • Canada (-16 milioni di euro, pari ad un calo di quasi 33 punti percentuali, di 47 punti meno dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28) 
  • Germania (-15 milioni di euro, pari a 2.4 punti percentuali, anche se sostanzialmente in linea con la media dei concorrenti UE).

Fonte: Sistema Informativo Ulisse (Congiuntura UE)

 

 

Analisi di mercato
Che export tira? Scopri i dati di marzo
Che export tira? Scopri i dati di marzo Nell'articolo dell'Ufficio Studi SACE- SIMEST i principali dati riguardanti l'andamento dell'export italiano aggiornati a marzo 2018, con focus sui principali mercati di esportazione e sui settori che hanno trainato maggiormente le vendite.
Meccanica strumentale e andamento dell'import in Unione Europea
Meccanica strumentale e andamento dell'import in Unione Europea Nel 1° trimestre 2018 l'import UE di Macchine e impianti per l'industria ha confermato la fase favorevole in atto da 7 trimestri consecutivi, toccando un nuovo record storico nei valori medi annui.
Russia: gas, petrolio ed energia nucleare contano più delle sanzioni?
Russia: gas, petrolio ed energia nucleare contano più delle sanzioni? Nell'articolo di SACE SIMEST un approfondimento sull'economia russa, con particolare riguardo al ruolo del settore Petrolio, gas e nucleare e delle relazioni con l'occidente.
Sistema Moda Persona: +20% in dollari nel I trimestre 2018
Cresce l'export del sistema moda persona Italia negli USA In base alle pre-stime formulate da StudiaBo, utilizzando le dichiarazioni di commercio estero delle imprese americane, raccolte dall' U.S.
Che export tira?
Che export tira? Scopri i dati di febbraio Nell'articolo dell'Ufficio Studi SACE- SIMEST i principali dati riguardanti l'andamento dell'export italiano aggiornati a febbraio 2018, con focus sui principali mercati di esportazione e sui settori che hanno trainato maggiormente le vendite.
La Tunisia entra nella zona di libero scambio con l’UE
La Tunisia entra nella zona di libero scambio con l’UE Il 1° gennaio 2008 la Tunisia è entrata nella zona di libero scambio dei prodotti industriali con l’UE.
I(n)soliti sospetti: il rischio di violenza politica dove non ti aspetti
I(n)soliti sospetti: il rischio di violenza politica dove non ti aspetti L’instabilità politica è un fattore quasi “scontato” in alcuni mercati esteri, ma ci sono nuove, insospettabili geografie in cui tale rischio è in aumento.
Meccanica Strumentale: nel 2017 massimo storico delle importazioni tedesche
Meccanica Strumentale: nel 2017 vola l'import tedesco Il commercio mondiale di Macchine e impianti per i processi industriali ha registrato a consuntivo 2017 un nuovo punto di massimo nei valori in euro (260 miliardi di euro), con una crescita del 6.
Che export tira?
Che export tira? Nell'articolo dell'Ufficio Studi SACE- SIMEST i principali dati riguardanti l'andamento dell'export italiano nei primi mesi del 2018, con focus sui principali mercati di esportazione e sui settori che hanno trainato maggiormente le vendite.