Operazioni doganali… non in dogana
Operazioni doganali… non in dogana

Nell’articolo una panoramica della normativa italiana ed europea relativa alla gestione delle operazioni doganali presso le sedi dell’operatore economico.

Certificati di circolazione Eur.1 ed Eur-med
Certificati di circolazione Eur.1 ed Eur-med

Nell’ambito degli Accordi commerciali di libero scambio tra l’Unione europea egli altri Paesi o gruppi di Paesi accordatari, il documento normalmente utilizzato come “prova di origine” preferenziale è il certificato di circolazione EUR.1. Nell’ambito della c.d. “Convenzione Pan Euro Mediterranea” sull’origine preferenziale il documento è il certificato EUR-MED, mentre con la Turchia, con esclusione dei prodotti agricoli e di quelli una volta previsti nell’ambito CeCA (prodotti di base del carbone e dell’acciaio), per i quali il meccanismo è quello dell’EUR.1 come per gli altri Accordi, per tutti gli altri prodotti il documento è il certificato A.TR.

 

Esportazione di beni a duplice uso: novità normative 2017
Esportazione di beni a duplice uso: novità normative 2017

Con il termine dual use (duplice uso) si identificano quei beni e quelle tecnologie che, pur essendo principalmente utilizzati per scopi civili, possono essere adoperati nella fabbricazione e sviluppo di diverse tipologie di armamenti. Nell’articolo un approfondimento sulla normativa italiana e sulle diverse modalità di autorizzazione all’esportazione per le imprese italiane.

Ravvedimento operoso in ambito doganale: novità
Ravvedimento operoso in ambito doganale: novità

L’istituto del ravvedimento operoso di cui all’art. 13 del D. Lgs. 472/97, inizialmente previsto per i soli tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate, nasce come strumento utilizzabile dal contribuente per regolarizzare, spontaneamente, le violazioni, omissioni o irregolarità fiscali da lui commesse, beneficiando, pertanto, di una riduzione della sanzione irrogabile. 

Codice Doganale dell’Unione: modifiche alle disposizioni di applicazione
Codice Doganale dell’Unione: modifiche alle disposizioni di applicazione

La Commissione europea ha introdotto importanti modifiche alle disposizioni di applicazione del Codice Doganale dell’Unione, con particolare riguardo agli adempimenti connessi alla gestione dell’origine delle merci.

Obbligo della dichiarazione nutrizionale nell’etichetta dei prodotti alimentari
Obbligo della dichiarazione nutrizionale nell’etichetta dei prodotti alimentari

Il 13 dicembre 2016 è entrato in vigore l'obbligo di inserire la dichiarazione nutrizionale sulle etichette della quasi totalità dei prodotti alimentari, con le modalità disciplinate dal Regolamento UE n. 1169/2011. Nell’articolo alcuni chiarimenti sull’’ambito di applicazione del Reg. 1169/2011 e sulle esenzioni per le micro imprese e per le imprese artigiane.

Sanzioni doganali e ravvedimento operoso
Sanzioni doganali e ravvedimento operoso

La sanzione amministrativa che punisce l'irregolare dichiarazione di importazione è contenuta nell’art. 303 del TULD (DPR 43/73). L’intenzione del legislatore è diminuire il contenzioso tributario anche in ambito doganale, consentendo all’operatore di versare una sanzione decisamente ridotta. L’importatore ha un’opportunità in più per regolarizzare la propria posizione con l’Agenzia delle Dogane.

Video
Gli strumenti digitali per le operazioni doganali

A cura del Dott. Giuseppe De Marinis | 19 aprile 2016

Prodotti dual use

A cura  del Dott. Giuseppe De Marinis | 28 gennaio 2016

Origine delle merci

A cura  del Dott. Giuseppe De Marinis | 28 gennaio 2016