Il sito per le imprese che operano con l’estero

Le clausole di scelta del foro competente nei rapporti commerciali internazionali

In data 10 ottobre 2014 il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato la decisione per la ratifica della Convenzione dell’Aja del 20 giugno 2005 sugli accordi di scelta del foro: il testo è passato all’esame del Parlamento Europeo. Si tratta di un passo in avanti importante nella creazione di uno spazio giudiziario comune a livello internazionale.

Perché è importante riflettere sulla legge applicabile ai contratti internazionali?Perché è importante riflettere sulla legge applicabile ai contratti internazionali?

I contratti non riescono a disciplinare completamente il rapporto tra le parti e, nel silenzio del contratto, occorre verificare cosa dispone la legge. Ecco perché la scelta della legge applicabile è estremamente importante.

Il Brasile aderisce alla Convenzione di Vienna sulla vendita internazionale di beni mobili

Il Brasile ha aderito alla Convenzione delle Nazioni Unite sulla vendita internazionale di merci dell’11 aprile 1980 (Convenzione di Vienna). La Convenzione è entrata in vigore il 1 aprile.

Regolamento (UE) 1215/2012: competenza giurisdizionale, riconoscimento e esecuzione delle decisioni

Il Parlamento e il Consiglio dell’Unione Europea hanno approvato il Regolamento (UE) 1215/2012 che, a partire dal 10 gennaio 2015, sostituirà il Regolamento (CE) 44/2001 e costituirà lo strumento normativo UE volto a disciplinare la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale.

Convenzione di Vienna e norme imperative nazionali

È consigliabile prevedere specificatamente nel contratto di vendita transfrontaliero il requisito di  conformità della merce alle norme imperative vigenti nel paese di commercializzazione.

Scelta del foro: convenzione dell’AjaLa nuova convenzione dell'Aja sugli accordi di scelta del foro è stata aperta alla firma degli Stati contraenti il 30 giugno 2005.
La convenzione ha lo scopo di fissare regole uniformi sulla giurisdizione e sul riconoscimento e l'esecuzione di sentenze tra Stati diversi.
Corte Giustizia CE: Incoterms® rilevanti per individuare il giudice

Per verificare se, in caso di vendita intracomunitaria, il luogo di consegna sia determinato «in base al contratto», il giudice nazionale adito deve tenere conto dei termini e delle clausole che siano idonei a identificare con chiarezza tale luogo, ivi compresi gli Incoterms®.

Legge applicabile: dalla Convenzione di Roma al Regolamento Roma INel commercio internazionale vi è l'orientamento, derivante dal mondo di common law, di redigere contratti dettagliati e autonormativi ("self-regulatory"). In tal modo si riducono i problemi interpretativi e le possibilità di integrazione del contenuto contrattuale ad opera della legge.
Legge applicabile alle obbligazioni contrattuali: il Regolamento Roma IIl 17 giugno 2008 il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato il regolamento applicabile alle obbligazioni contrattuali (regolamento CE n. 593/2008 pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 176 del 4 luglio 2008) che sostituirà la Convenzione di Roma del 1980 sulla stessa materia.
Legge applicabile: il Regolamento UE 593/2008Dal 17 dicembre 2009 la Convenzione di Roma sulla legge applicabile è stata sostituita dal Regolamento CE 593/2008 applicabile in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea.
Principi Unidroit 2010

Nella scelta della legge applicabile a un contratto con una controparte straniera si può optare per una legge nazionale (quella dello Stato di appartenenza di uno dei contraenti o eventualmente di uno Stato “terzo”), ma tale scelta all’atto pratico non sempre si rivela vincente.

Riconoscimento ed esecuzione negli USA delle sentenze straniere che comportano un pagamento

Il tribunale di un qualunque Stato americano potrebbe trovarsi nell’impossibilità di dare esecuzione a una propria sentenza per la mancanza, nel suo territorio, di beni appartenenti all’imputato da pignorare.

Pagina:
Filtra per