Il sito per le imprese che operano con l’estero

Novità per i lavoratori distaccati: armonizzazione a livello europeo dello stesso salario e degli stessi incentivi

La Commissione europea ha proposto una modifica della disciplina europea relativa ai lavoratori distaccati, nel tentativo di riconoscere a questi la stessa retribuzione e gli stessi bonus spettanti ai lavoratori locali. Ridotta anche la durata del distacco da 24 a 12 mesi. 

Come tutelarsi nella redazione di un contratto internazionaleCome tutelarsi nella redazione di un contratto internazionale

L’esigenza sempre più concreta di operare anche al di fuori dei confini nazionali costringe le aziende a intraprendere strategie commerciali internazionali e a stipulare accordi con partners stranieri. Scopri nell’articolo gli elementi necessari per tutelarsi nella redazione di un contratto internazionale.

La nuova normativa europea sul trattamento dei dati personali

Il nuovo Regolamento Privacy sarà applicabile su tutto il territorio dell’Unione europea a partire dal 25 maggio 2018 ed abrogherà la quasi totalità della legge italiana attualmente vigente (Codice Privacy). Le aziende dovranno iniziare quanto prima a esaminare ed implementare il Regolamento Privacy per arrivare pronte a questa importante scadenza. Le sanzioni amministrative, in caso di inosservanza, sono state considerevolmente aumentate, nei casi più gravi, sino a 20 milioni di euro.

Le clausole di deroga del foro nei contratti internazionali: nuove indicazioni della Corte UE sulla loro validità nelle condizioni generali

Nella stipula di contratti internazionali le parti possono decidere di pattuire una clausola attributiva di giurisdizione in modo da assicurarsi, per il sorgere di eventuali future controversie, che queste vengano giudicate da un determinato foro preventivamente individuato. 

Piattaforma ODR: una risoluzione alternativa delle controversie con il consumatore

Dal 15 febbraio 2016 operativa anche in Italia la piattaforma ODR (Online Dispute Resolutions), introdotta e normata dal Regolamento UE 524/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio.

 

Il titolo esecutivo europeo può essere concesso se il debitore non si difende

Il 16 giugno 2016, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha avuto modo di affrontare l’argomento, di sicuro interesse pratico, relativo alla corretta applicazione del Regolamento CE 805/2004, istitutivo del cosiddetto titolo esecutivo europeo per crediti non contestati.

Brexit ed accordi di giurisdizione in favore del giudice dell'Inghilterra e del Galles, della Scozia e del Nord Irlanda

Una volta notificata l'intenzione di recedere dall'Unione Europea alla Commissione, il Regno Unito negozierà le modalità del recesso che dovrà intervenire entro due anni. Dopodiché, se tale recesso davvero avverrà, quali saranno le norme di conflitto applicabili nel Regno Unito agli accordi di giurisdizione in favore dei giudici dell'Inghilterra e del Galles, della Scozia e del Nord Irlanda? Per dar risposta alla domanda, occorre prima analizzare la disciplina attualmente in vigore.

Lettere d'intenti, MOU, gentlemen agreement e autorizzazioni a procedere: che obblighi comportano nel commercio internazionale?

Alcune aziende sono restie a sottoscrivere dei contratti completi e dettagliati e si limitano a scambiare documenti che vengono di volta in volta definiti come lettere d'intenti (LOI), memorandum of understanding (MOU), gentlemen agreements, ecc. Ma in caso di divergenze sul rispetto delle loro previsioni qual è il valore vincolante di questi documenti nel commercio internazionale? 

La competenza del giudice e la legge applicabile nelle procedure d’insolvenza all'estero: il nuovo regolamento ue 2015/848

Con l'emanazione del nuovo Reg. UE 2015/848 sulle procedure d’insolvenza, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale UE n. L. 141 del 5 giugno 2015 ed entrato in vigore il 25 giugno 2015, si aggiunge un nuovo importante tassello alla cooperazione giudiziaria europea, in particolare in ambito fallimentare e delle procedure concorsuali in genere.

Il Trust in Italia: focus sulla recentissima novità normativa a tutela dei creditori, il nuovo art. 2929 bis Codice Civile.

Il D.L. n. 83/2015 (c.d. Decreto Giustizia per la Crescita) entrato in vigore il 27 giugno scorso che ha introdotto il nuovo art. 2929 bis c.c. nella sua attuale formulazione, rischia di avere un effetto limitante sull'utilizzo dei trust, ma anche – e soprattutto - sulle donazioni ed i fondi patrimoniali. 

Il multiculturalismo: un’opportunita’ di apprendimento e di innovazione per le imprese

Sempre più spesso le PMI agiscono in uno scenario internazionale e globale: vendono i propri prodotti o i propri servizi all’estero, o localizzano parte dei propri processi produttivi all’estero (soprattutto nei paesi emergenti). 
Oltrepassando i confini fisici di un paese, l’ambiente in cui le aziende internazionali agiscono è per sua natura multiculturale, ovvero un ambiente in cui coesistono e si pongono in relazione identità culturali diverse. 

Risoluzione delle controversie commerciali internazionali: come fare affari in sicurezza

Spesso nei contratti commerciali si tralascia ogni previsione sulla risoluzione delle controversie per non indisporre la controparte. Talvolta invece si procede utilizzando sempre lo stesso modello di contratto per cui la clausola è inserita automaticamente, senza procedere a una valutazione che tenga conto delle specificità del Paese e della situazione in cui di volta in volta si muovono le parti.

Pagina:
Filtra per
Paesi
Settori