Come affrontare l’aumento dei costi di spedizione e i ritardi marittimi

di lettura

Il Drewry World Container Index segnala la costante crescita dei prezzi dei noli marittimi e l’aumento dei  ritardi delle navi portacontainer.

Image

Hanno portato a un aumento del costo container e a un significativo aumento dei transit time vari fattori: ’aumento del prezzo del petrolio, la riduzione della disponibilità dei container, i porti congestionati e il numero di navi disponibili.

Transit time in aumento

Si segnalano forti ritardi nelle spedizioni navali che possono influire sugli approvvigionamenti delle aziende italiane con conseguenti ripercussioni sulla capacità produttiva e sulla possibilità di evadere gli ordini in portafoglio o di acquisire nuovi ordini. Sulle rotte dalla Cina all'UE sono stati registrati ritardi delle compagnie marittime fino a 30 giorni.

Questo scenario impone alle aziende di valutare la possibilità di cercare fornitori, ove possibile, in Italia o in paesi limitrofi (in-shoring) o di aumentare le scorte di sicurezza al fine di evitare rotture di stock.

Continua la corsa dei costi

Secondo Drewry World Container Index, il trasporto per un container 40 piedi Shanghai – Rotterdam ha subito un aumento del 485% rispetto all’anno precedente.

L’aumento dei costi di trasporto (non solo marittimi) riduce il margine aziendale per i contratti già esistenti, qualora non siano state previste possibilità di variare i prezzi.

Le opzioni disponibili per affrontare l'aumento dei costi di trasporto sono limitate. Se le parti operano nell'ambito di un contratto quadro senza alcun requisito di volume specifico, è possibile che il fornitore non sia obbligato a continuare a fornire beni al prezzo dell'accordo. Oppure si può cercare di negoziare al fine di trovare una soluzione commerciale.

Se invece l'accordo prevede un meccanismo di determinazione del prezzo, come il prezzo basato su indice, è possibile affrontare la questione entro i termini del contratto.

Un fornitore può cercare di includere in sede di negoziazione clausole che consentano di gestire correttamente potenziali futuri aumenti dei costi.

Con l’approccio “Order by Order Basis” il fornitore cerca di evitare di fissare prezzi a lungo termine quotando ordine per ordine. Ciò consentirà maggiore flessibilità per modificare i prezzi man mano che le circostanze evolvono, senza modificare i termini di alcun accordo quadro generale.

Il “Diritto di estinguere anticipatamente le obbligazioni contrattuali” consente al fornitore di fissare un prezzo all'inizio dell'accordo, includendo però una clausola che preveda la possibilità di proporre al cliente un nuovo prezzo qualora insorgessero determinate circostanze.  In pratica, il fornitore si riserva il diritto di recedere dal contratto se il cliente non accetta la rinegoziazione del ​​prezzo inizialmente pattuito.

Indicizzazione dei prezzi

Le parti possono decidere di includere un meccanismo che consenta al fornitore di trasferire direttamente al cliente aumenti di input specifici (materie prime), o costi di trasporto.  La clausola deve indicare chiaramente come viene calcolato il nuovo prezzo, e solo gli aumenti che sono direttamente legati al maggior costo che il fornitore deve sostenere possono essere trasferiti al cliente.

In questa situazione, il prezzo di vendita dovrebbe essere chiaramente legato a un aumento diretto dei costi esterni, senza aggiustamenti arbitrari da parte del fornitore. Un cliente può richiedere che il fornitore fornisca prove documentate di tali aumenti di costo per invocare questa disposizione.

Un altro meccanismo che le parti potrebbero utilizzare per mantenere i prezzi allineati ai costi è legare il prezzo di un prodotto a un indice specifico del settore, come gli indici dell'acciaio o costi dei container (esempio il citato Drewry World Container Index). Tale approccio è sicuramente preferibile in quanto sarà indicata una o più fonti terze in base alle quali verranno indicizzati i prezzi, evita inoltre che il fornitore debba aprire i propri libri contabili al cliente per giustificare gli aumenti di prezzo.

Marco Bertozzi

Altre tematiche
Cdp: Brief sicurezza energetica in Italia
Cdp: Brief sicurezza energetica in Italia
L’Italia, con quasi tre quarti dell’energia importata, è tra i Paesi più dipendenti dall’estero, con un valore superiore alla media UE (57%).
Fedespedi: Traffico container e cargo in Italia nel 2021
Fedespedi: Traffico container e cargo in Italia nel 2021
Centro Studi Fedespedi ha pubblicato i dati 2021 sullo shipping internazionale e sul traffico aereo cargo in Italia.
PNRR – SIMEST: il finanziamento “Transizione digitale ed ecologica” apre alle medie imprese
PNRR – SIMEST: il finanziamento “Transizione digitale ed ecologica” apre alle medie imprese
Dal 27 aprile si allarga la platea dei beneficiari e aumenta il tetto massimo richiedibile del finanziamento agevolato che SIMEST eroga attraverso il Fondo 394/PNRR a valere su risorse europee.
Mentor II: Rete mediterranea per la formazione e l'orientamento all’immigrazione regolare
Mentor II: Rete mediterranea per la formazione e l'orientamento all’immigrazione regolare
Promos Italia è partner del Progetto MENTOR II che promuove percorsi di mobilità circolare e opportunità di tirocini professionali nel Nord Italia a giovani provenienti da Marocco e Tunisia.
Egitto: obbligo di credito documentario e nuove regole per l’importazione
Egitto: obbligo di credito documentario e nuove regole per l’importazione
La Banca centrale egiziana ha reso noto che, a seguito della decisione del 13 febbraio 2022 riguardante la disciplina delle operazioni di importazione, dal 22 Febbraio 2022 non è più consentito importare merci in Egitto utilizzando il sistema CAD, istituendo così l’obbligo di utilizzare esclusivamente il credito documentario (salvo le eccezioni previste).
La riforma del contratto di spedizione
La riforma del contratto di spedizione
La Legge n. 233/2021, di conversione del D.L. n. 152/2021 (Disposizioni urgenti per l’attuazione del PNRR), apporta significative modifiche alle norme del Codice Civile che disciplinano il contratto di spedizione.
Trasporti marittimi e portualità nel 2021
Trasporti marittimi e portualità nel 2021
ASSOPORTI e SRM hanno pubblicato sulla newsletter semestrale  Port Infographic  statistiche e dati aggiornati sui trasporti marittimi e la portualità.
Attività SIMEST 2021: sostenuto l’export di oltre 60 imprese
Attività SIMEST 2021: sostenuto l’export di oltre 60 imprese
Nel corso del 2021, SIMEST ha sostenuto le esportazioni di beni strumentali (impianti e macchinari) attraverso il “Contributo Export su Credito Fornitore” registrando un incremento del  60% rispetto all’anno precedente.
Il pericolo peste suina africana
Il pericolo peste suina africana
Il 7 gennaio 2022 è stato confermato il riscontro del virus della Peste suina africana in una carcassa di cinghiale rinvenuta a Ovada (Alessandria).
Brevetti italiani in Europa
Brevetti italiani in Europa
Secondo l’analisi Unioncamere - Dintec cresce l’Italia innovativa che fa ricerca e produce brevetti a livello europeo.