Costi di spedizione e trasporto

di lettura

I costi di spedizione e trasporto si aggiungono al prezzo della merce franco fabbrica per formare il prezzo di acquisto del compratore e vengono ripartiti tra i soggetti della compravendita in funzione della clausola di consegna adottata.

Le regole Incoterms sono a tal riguardo sufficientemente chiare: il venditore deve sopportare tutte le spese relative alla merce fino al momento in cui essa viene messa a disposizione dell'acquirente nel punto convenuto di consegna, mentre il compratore deve sopportare tutte le spese addizionali dopo tale punto.

Le regole Incoterms, pur precisando qual è la parte su cui gravano le spese di trasporto e accessorie al trasporto, come spese per l'espletamento di formalità doganali, licenze, autorizzazioni, operazioni di controllo alle merci (verifica della qualità, misurazione, pesatura, eccetera) sono applicabili esclusivamente ai rapporti tra venditori e compratori, mentre non regolano i rapporti che sorgono con altre parti pure impegnate nella transazione internazionale.

Tali rapporti, separati e distinti da quello intercorrente tra venditore e compratore estero, sono disciplinati dal contratto di spedizione, di trasporto, di assicurazione secondo le norme interne o convenzionali che regolano la materia. Qualsiasi transazione internazionale implica numerose operazioni e servizi specifici, resi nelle varie fasi che si susseguono nella traslazione delle merci dal punto di origine a quello di destinazione, cui corrispondono elementi di costo per i quali non si può logicamente trovare, anche per l'esistenza di usi contrattuali, una descrizione circostanziata nelle regole Incoterms.

Può trattarsi di spese per emissioni di fatture certificate, servizi di incasso, controllo crediti documentari, negoziazione di documenti, spese di controllo, copertura, scopertura camion o vagoni, restituzione documenti vistati dalle autorità doganali, spedizione urgente a mezzo courier dei documenti, avvisi di spedizione, eccetera. Gli usi del porto, di un particolare commercio, le diverse modalità con cui si effettua la consegna per ogni tipo di trasporto, la natura stessa delle merci o le differenti condizioni operative dei vettori internazionali impediscono una codificazione dettagliata dei costi che possono risultare da ogni singola fase del processo di spedizione.

Alcuni oneri, poi, non sono direttamente ricollegabili né alla vendita né al trasporto, essendo generati dalle obbligazioni che venditore o compratore assumono nei confronti della legislazione del proprio Paese, per esempio a fini tributari, o da particolari adempimenti che la normativa fiscale vigente del Paese di partenza o di destinazione impone a una delle parti e ciò indipendentemente dalle obbligazioni contrattuali derivanti dal termine commerciale di consegna adottato.

Le spese legate ai termini di consegna si riferiscono principalmente a quattro categorie di costi relativi ai servizi seguenti:

  • spedizione, trasporto e consegna
  • espletamento di formalità doganali per l'esportazione e l'importazione
  • assicurazione
  • assistenza di varia natura.

I costi inerenti alla spedizione, al trasporto e alla consegna sono indubbiamente la categoria di costi più importante e sotto il profilo economico quella che assume maggiore rilievo dal momento che comprende tutti i costi di trasporto propriamente detto (anteporto, trasporto internazionale, rispedizione), ma anche tutte le spese relative al transito, alle manipolazioni, alle operazioni di carico, fissaggio, scarico, magazzinaggio, trasbordo, eccetera.

Le spese relative a ogni segmento del processo di spedizione sono molto variabili in considerazione delle varie tipologie di merci, dei diversi ambienti in cui i vettori operano, come pure in funzione dei mezzi e dei supporti logistici necessari a ogni modalità di trasporto. Per determinare le spese di spedizione e di trasporto, è conveniente compiere un'analisi delle diverse operazioni necessarie all'esecuzione dell'ordine, aggiungendo in successione i diversi costi e ricordando che certi oneri, essendo completamente svincolati dal peso o dal volume delle merci, incidono in misura tanto più pesante quanto più piccole sono le partite.

Giovanna Bongiovanni

Tag dell'informativa
Spese legate ai termini di consegna

Altre tematiche
Export una guida per partire
Export una guida per partire
La Farnesina - in collaborazione con le Regioni, ICE, SACE e SIMEST – ha elaborato una guida digitale, per  far conoscere gli strumenti pubblici a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese.
Come muoversi sui mercati esteri nel post Covid-19
Come muoversi sui mercati esteri nel post Covid-19
Secondo Gita Gopinath, capo economista del FMI, l'emergenza provocata dalla pandemia causerà "una perdita complessiva per l'economia mondiale di oltre 12.000 miliardi di dollari" fra il 2020 e il 2021. 
Trasferte all’estero e responsabilità del datore di lavoro
Trasferte all’estero e responsabilità del datore di lavoro
Anche se il momento più critico dell’emergenza Covid-19 sembra superato, restrizioni e protocolli restano in vigore e le imprese devono osservarli scrupolosamente.
Finanziamenti agevolati SIMEST fino al 40% a fondo perduto
Finanziamenti agevolati SIMEST fino al 40% a fondo perduto
Le imprese possono ottenere i finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione offerti da SIMEST a fondo perduto fino al 40%.
Internazionalizzazione e flessibilità al tempo del Covid-19
Internazionalizzazione e flessibilità al tempo del Covid-19
Fase 2, Fase 3... lentamente si riparte. Per andare dove? Il mondo ai tempi del corona virus è cambiato. E di conseguenza i mercati, non solo dalla prospettiva geografica, ma soprattutto per quanto riguarda le modalità di delivery dei prodotti - servizi e le tipologie di clientela.
CDP: altri 100 milioni nel Fondo di Fondi Private Equity Italia
CDP: altri 100 milioni nel Fondo di Fondi Private Equity Italia
Cassa Depositi e Prestiti ha approvato la sottoscrizione di ulteriori quote nel fondo di investimento “FOF Private Equity Italia” gestito da Fondo Italiano d’Investimento Sgr.
Riorientare l’export in periodi pandemici e postpandemici
Riorientare l’export in periodi pandemici e postpandemici
In questa fase di incertezza rilevante sugli andamenti economici dei nostri paesi target colpiti dal virus, si impongono alcune riflessioni sull’opportunità di riconfigurare o riorientare le esportazioni.  
L’economia digitale
L’economia digitale
Pubblichiamo una sintesi della newsletter “Focus on” realizzata da Banca d’Italia che offre interessanti riflessioni sull’economia digitale. 
Coronavirus e trasporti internazionali: Marocco
Coronavirus e trasporti internazionali: Marocco
Di seguito la situazione nei vari Paesi di maggiore interesse per il commercio internazionale, secondo le notizie rese note dal Ministero Affari Esteri ed ANITA. Considerati i continui aggiornamenti e modifiche, le informazioni riportate potrebbero essere non aggiornate.
Coronavirus e trasporti internazionali: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera
Covid-19 e trasporti: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera
Di seguito la situazione nei vari Paesi di maggiore interesse per il commercio internazionale, secondo le notizie rese note dal Ministero Affari Esteri ed ANITA. Nell'articolo verranno analizzati i seguenti Paesi: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera.