Il diritto comunitario dei marchi

di lettura

L’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno (UAMI) è l’organismo ufficiale dell’Unione europea per i marchi, i disegni e i modelli. 

Il diritto comunitario dei marchi

L’UAMI provvede alla registrazione dei marchi comunitari (MC) e dei disegni e modelli comunitari registrati (DCR), elementi essenziali del mercato unico europeo. Istituito nel 1994, con sede permanente ad Alicante, l’Ufficio esegue le procedure di esame, registrazione, opposizione e annullamento dei marchi comunitari, nonché le procedure di esame, registrazione e nullità dei disegni e modelli comunitari registrati.

Dalla sua inaugurazione, l’UAMI ha ricevuto oltre un milione di domande di registrazione di marchi e più di 600.000 domande di registrazione di disegni e modelli.

Nel 2012 ha ricevuto 109.000 nuove domande di marchi e oltre 82.000 richieste di disegni e modelli comunitari (con un incremento del 3 e del 5% rispetto all’anno precedente).

L’UAMI ha assunto la gestione dell’Osservatorio sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale nel giugno 2012 per sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti della proprietà intellettuale e favorire la diffusione di buone prassi in materia.

Attualmente è impegnato a snellire le tempistiche inerenti alla pubblicazione delle domande di marchio comunitario, che passeranno da 10 a 8 settimane, insieme a quelle per la registrazione, che saranno 23 settimane e non più 25.

Nuovo sito UAMI

Il nuovo sito fornisce soluzioni e-business per eseguire elettronicamente tutti i processi correlati ai MC e ai DC, nuove modulistiche elettroniche per depositi, comunicazione e richieste d'iscrizioni di modifiche nel registro e rinnovi. Ogni utente avrà a disposizione un accesso personalizzato online che permetterà di utilizzare i vari strumenti elettronici per poter eseguire qualsiasi operazione.

Tag dell'informativa

Altre tematiche
Internazionalizzazione e flessibilità al tempo del Covid-19
Internazionalizzazione e flessibilità al tempo del Covid-19
Fase 2, Fase 3... lentamente si riparte. Per andare dove? Il mondo ai tempi del corona virus è cambiato. E di conseguenza i mercati, non solo dalla prospettiva geografica, ma soprattutto per quanto riguarda le modalità di delivery dei prodotti - servizi e le tipologie di clientela.
CDP: altri 100 milioni nel Fondo di Fondi Private Equity Italia
CDP: altri 100 milioni nel Fondo di Fondi Private Equity Italia
Cassa Depositi e Prestiti ha approvato la sottoscrizione di ulteriori quote nel fondo di investimento “FOF Private Equity Italia” gestito da Fondo Italiano d’Investimento Sgr.
Riorientare l’export in periodi pandemici e postpandemici
Riorientare l’export in periodi pandemici e postpandemici
In questa fase di incertezza rilevante sugli andamenti economici dei nostri paesi target colpiti dal virus, si impongono alcune riflessioni sull’opportunità di riconfigurare o riorientare le esportazioni.  
L’economia digitale
L’economia digitale
Pubblichiamo una sintesi della newsletter “Focus on” realizzata da Banca d’Italia che offre interessanti riflessioni sull’economia digitale. 
Coronavirus e trasporti internazionali: Marocco
Coronavirus e trasporti internazionali: Marocco
Di seguito la situazione nei vari Paesi di maggiore interesse per il commercio internazionale, secondo le notizie rese note dal Ministero Affari Esteri ed ANITA. Considerati i continui aggiornamenti e modifiche, le informazioni riportate potrebbero essere non aggiornate.
Coronavirus e trasporti internazionali: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera
Covid-19 e trasporti: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera
Di seguito la situazione nei vari Paesi di maggiore interesse per il commercio internazionale, secondo le notizie rese note dal Ministero Affari Esteri ed ANITA. Nell'articolo verranno analizzati i seguenti Paesi: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera.
Coronavirus e trasporti internazionali: Russia, Ucraina, Slovacchia, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia
Coronavirus e trasporti: Russia, Ucraina, Slovacchia, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia
Analizziamo la situazione in alcuni Paesi di interesse per il commercio internazionale, secondo le notizie rese note dal Ministero Affari Esteri ed ANITA. 
Coronavirus e trasporti: Albania, Bosnia, Romania, Macedonia, Serbia,  Slovenia
Coronavirus e trasporti: Albania, Bosnia, Romania, Macedonia, Serbia, Slovenia
Ministero Affari Esteri ed ANITA hanno pubblicato aggiornamenti sulla situazione trasporti in: Albania, Bosnia, Bulgaria, Croazia, Moldavia, Romania, Macedonia, Serbia e Slovenia.
Dal prodotto all’insegna quale leva per sostenere export e listini
Dal prodotto all’insegna quale leva per sostenere export e listini
Progettare un piano di export significa innanzitutto mappare lo “stato dell’arte” del singolo mercato di sbocco e valutarne le potenzialità, non soltanto sotto il profilo della domanda finale ma anche e, talora, soprattutto della domanda intermedia ovvero dei buyer e delle strutture distributive in essere.
Aggregarsi per l'export
Aggregarsi per l'export
Il sistema industriale italiano ha un numero altissimo (circa 3 milioni) di piccole o micro aziende. La media non raggiunge i 4 dipendenti per azienda, quando in Germania è circa il triplo.