Institute Classification Clause

di lettura
La “Institute Classification Clause” è una clausola di uso comune nei contratti di assicurazione merci e subordina la prestazione della garanzia assicurativa, per quanto riguarda il trasporto marittimo, all’imbarco delle merci in navi elencate in speciali registri.

Si tratta di registri navali ai quali le navi vengono iscritte per ottenere una determinata classificazione in base alle caratteristiche tecniche e allo stato di navigabilità.

Oltre al “Lloyd’s Register of Shipping”, ente che fa universalmente testo in materia di classificazione delle navi, esistono altri registri: “Bureau Veritas”, “American Bureau of Shipping”, “Germanischer Lloyd - Det Norske Veritas”, “Rina” (Registro navale italiano). Le navi vengono iscritte dopo aver subito severe visite e controlli secondo un criterio di valutazione che le suddivide in classi secondo le varie tipologie, il diverso grado di efficienza e le fasce di età.

Il mantenimento degli standard certificati nel registro viene assicurato attraverso visite annuali e quadriennali ai motori, agli eventuali mezzi di sollevamento, alle strutture che, essendo di metallo, vengono rapidamente sottoposte a corrosione in ragione dell’ambiente in cui si trovano a operare.

La classe assegnata ha generalmente la durata di 4 anni, ma può essere sospesa al verificarsi di particolari situazioni (esercizio della navigazione oltre i limiti stabiliti all’atto dell’assegnazione, immersione della nave più di quanto consentito dal bordo libero, ecc.). A livello internazionale è stata elaborata una sorta di codice di condotta con parametri standard a cui tutti i registri dovrebbero uniformarsi. La sospensione o perdita della classe ha come immediata e principale conseguenza la sospensione di ogni tipo di copertura sia per la nave che per il carico.

In alcuni casi i clienti stranieri possono porre come condizione documentaria la spedizione a mezzo di vettori di un certo standing, garantito, appunto, dalla iscrizione a uno di questi registri approvati dagli assicuratori. E’ assai probabile che questo adempimento sia stato a sua volta imposto al cliente dal suo assicuratore il quale presta la garanzia assicurativa solo alle condizioni previste dalla “Institute Classification Clause” che fa riferimento ai registri di cui sopra.

Quando la scelta del vettore spetta al venditore, gli acquirenti stranieri possono, in certi casi, richiedere l’imbarco su una nave con massimo 15 anni di età per garantire una miglior copertura assicurativa alle merci.

I capitolati utilizzati per le coperture assicurative delle merci stabiliscono, infatti, che “in nessun caso questa assicurazione copre perdite, danni o spese che saranno conseguenza di insolvenza o difficoltà finanziarie (in genere strettamente correlate all’avanzata età della nave) dei proprietari, gestori, noleggiatori o operatori della nave“.

Giovanna Bongiovanni

Tag dell'informativa
Classificazione delle navi a scopi assicurativi

Altre tematiche
Bonus partecipazione fiere internazionali in Italia
Bonus partecipazione fiere internazionali in Italia
Il Bonus fiere è un buono del valore massimo di 10.000 euro, erogabile in favore delle imprese aventi sede operativa in Italia, per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia.
Brevetti+, Marchi+ e Disegni+:  46 milioni di euro di contributi
Brevetti+, Marchi+ e Disegni+: 46 milioni di euro di contributi
Diventano operativi i nuovi bandi 2022 per la concessione delle misure agevolative denominate Brevetti+, Disegni+  e Marchi+.
Germania: nuovi obblighi sugli imballaggi
Germania: nuovi obblighi sugli imballaggi
Con decorrenza primo luglio 2022 è stata introdotta in Germania una nuova normativa inerente alla gestione degli imballaggi introdotti sul territorio tedesco.
Sostegno alle imprese esportatrici con approvvigionamenti da Ucraina - Federazione Russa - Bielorussia
Sostegno alle imprese esportatrici con approvvigionamenti da Ucraina - Federazione Russa - Bielorussia
A seguito della crisi in atto in Ucraina, Simest ha presentato un secondo intervento per fronteggiare gli impatti negativi sulle imprese esportatrici derivanti dalle difficoltà o rincari degli approvvigionamenti.
Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre agevolazioni per imprese ed enti di ricerca
Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre agevolazioni per imprese ed enti di ricerca
Il Fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of thing, istituito presso il Mise, ha una dotazione di 45 milioni di euro.
Finanziamenti agevolati per le imprese esportatrici colpite dalla crisi in Ucraina
Finanziamenti agevolati per le imprese esportatrici colpite dalla crisi in Ucraina
La circolare 1/394/2022 di Simest presenta l’intervento a sostegno delle impese italiane con esportazioni dirette verso Ucraina e/o Federazione russa e/o Bielorussia, che hanno perso fatturato estero nei tre mercati coinvolti.
Costi del trasporto internazionale di merci nel 2021
Costi del trasporto internazionale di merci nel 2021
Banca d’Italia ha pubblicato i dati sui trasporti internazionali di merci dell’Italia relativi al 2021.
Corporate Sustainability Due Diligence e doveri degli amministratori di società
Corporate Sustainability Due Diligence e doveri degli amministratori di società
L’Unione Europea è pronta ad adottare nuove misure a tutela dei diritti umani, delle condizioni di lavoro e dell’ambiente.
Arbitrato e mediazione nelle controversie sulla proprietà intellettuale
Arbitrato e mediazione nelle controversie sulla proprietà intellettuale
Le controversie riguardanti la Proprietà Intellettuale solitamente coinvolgono questioni relative alla titolarità, validità, appropriazione indebita di un diritto di PI.
Cdp: Brief sicurezza energetica in Italia
Cdp: Brief sicurezza energetica in Italia
L’Italia, con quasi tre quarti dell’energia importata, è tra i Paesi più dipendenti dall’estero, con un valore superiore alla media UE (57%).