Analisi sui consumatori di alta gamma

di lettura

Il True Luxury Global Consumer Insight, commissionato da Altagamma a Boston Consulting Group, analizza un panel di 10.000 consumatori di alta gamma di oltre 20 Paesi (spesa media di 30,000 €/anno).

Image

Emerge il profilo di un consumatore globe trotter, attento alla provenienza dei prodotti, che ricerca l'esperienza d'acquisto anche al di fuori del proprio paese.

I comportamenti, le abitudini, le aspirazioni dei consumatori non sono più anticipabili e prevedibili sulla base delle tradizionali variabili demografiche e reddituali. Per questo, la segmentazione utilizzata nell’analisi è basata prevalentemente su variabili attitudinali e comportamentali (attitudine al fashion, stile, grado di indipendenza nelle scelte,  utilizzo del mix & match, …).

Lo studio ha individuato 8 segmenti globali, 2 specifici per paese e 2 per sesso che permettono di descrivere in maniera fine e dettagliata la pluralità di consumatori globali del lusso.

Absolute Luxurer

Raffinato ed elegante, è cresciuto nel lusso. E' l'elite europea, e gli happy few dai mercati emergenti. Compra sia lusso personale che esperienziale, con particolare attenzione a tutto ciò che è unico e customizzato.

E' un segmento che conta circa 2 Milioni di consumatori che comprano oltre 60 miliardi di euro all'anno di lusso con una spesa media di 30 mila € a testa, che sale fino a 150 mila€.

Megacitier

Grazie a lui i trend diventano subito global. Sia che viva a NYC, Londra, Parigi, Rio, Mosca, Shanghai, stessa play list, stessi gusti, stesse mete di vacanze…

Più di due milioni di consumatori, concentrati nelle capitali europee, a NYC e poche altre grandi città statunitensi, insieme all'elite delle megacity nei paesi emergenti. Tra i 25 e 35 anni, spende circa 20 mila € euro all'anno, generando 38 miliardi di euro di consumi.

Socialwearer

Lucy Liu e tutti quelli che come lei pensano che il lusso sia il green carpet per un mondo migliore e quando si tratta di manifestare per i diritti degli animali lo fanno rigorosamente in abito "Green Valentino". L'avanguardia di qualcosa che diventerà più ampio? Circa 700.000 individui, con una significativa presenza anche nei mercati emergenti, in particolare Cina e Brasile. Una spesa in lusso di 15 mila € all'anno: qualità, sostenibilità e "made in" sono condizioni indispensabili. In continua ricerca di connessione emotiva con il brand, cosa che li porta, una volta conquistati, ad essere clienti molto fedeli.

Experiencer

Oltre il lusso si arriva al lusso condiviso, quando il momento di felicità in un viaggio o durante una cena stellata vale più dell'ennesimo abito nell'armadio. E' discreto e sofisticato, non ama apparire. Compra soprattutto vacanze, hotellerie e cibo di lusso E' il consumatore nato dalle ceneri del lusso ruggente in Europa, Stati Uniti e Giappone. Circa 3 milioni di consumatori, tra i 45 e 50 con una spesa di circa 12 mila euro all'anno, con un valore generato di 33 miliardi di euro.

Littleprince

La Z generation nata con la strada spianata dalle fortune dei propri genitori. Ha 18 - 25 anni, abituato a giocare con giocattoli griffati; è impulsivo, connesso, affamato di novità e colori. Il brand, l'estetica, a volte spinta, del design sono un elemento essenziale, più importante della qualità intrinseca. Compra vestiti, ma anche accessori, specie borse ed occhiali. 1.5 Milione di giovanissimi consumatori del lusso, che già spendono 10 mila € euro a testa, per un totale di 15 miliardi di euro.

Fashionista

Sa sempre cosa succede, per lei uscire per strada è una sfilata, ama il design e lo shopping è il suo biglietto di ingresso nel magico mondo del lusso. Conosce tutto: dai marchi più noti fino all'ultima scoperta del mondo dello stile. Compra tutto: abiti, borse, scarpe a costo di rinunciare a vacanze e cene fuori. 3 milioni di consumatori, prevalentemente donne, con un'età dai 35 ai 40 anni, che spendono in media 8 mila €, per un totale di 20 miliardi.

Status Seeker

Vive su un palcoscenico e il suo abito di scena deve avere il logo ben in vista. Non ama sperimentare, tende a seguire le tendenze e i brand già affermati… l'approvazione è tutto in questo mondo. 2 milioni di consumatori di 35-40 anni, principalmente asiatici, ma anche russi e italiani. Spendono 8 mila € a testa all'anno e generano un mercato di 16 miliardi di euro.

Classpirational

La cosa che desidera di più è di non sfigurare davanti al suo capo . Un consumatore del lusso non particolarmente sofisticato, molto lontano dall'idea di sperimentare, che ricerca abbigliamento e accessori classici con un buon value for money. Per lui il lusso accessibile è il modo per sentirsi accettato nella sua comunità specie lavorativa. Usa l'online per comparare i prezzi e il duty free come alternativa ai negozi monobrand. 3 milioni di consumatori,

sia uomini che donne, tra i 30 e 35 anni con una forte presenza in Corea e Russia, con una spesa media di 3 mila euro all'anno che genera un mercato di 10 miliardi di euro

Luxe-Immune

Può comprare tutto ciò che vuole, ma non sembra volerlo. E' concreto e molto focalizzato su se stesso e tende a spendere molto poco in lusso rispetto al suo reddito. Potrebbe essere stato un heavy spender nel passato, ma difficilmente tornerà ad esserlo. Sono circa 1.5 milioni di consumatori, presenti solo nei mercati maturi che spendono 6 miliardi di euro all'anno.

Rich Upcomer

Il nuovo ricco dei paesi emergenti, che ha lavorato sodo per arrivare dov'è e ha appena realizzato di poter spendere i propri soldi nel lusso. Un consumatore ancora acerbo, ma con un potenziale elevatissimo. Sono poco più di un milione di consumatori concentrati nei paesi emergenti che spendono circa 5 miliardi di euro all'anno.

TimelessProper

La signora Perfettina, raffinata ed elegante, vestita a pennello per ogni occasione. Il rischio non fa per lei, adora uno stile classico e senza tempo ed è fedele a pochi brand e negozi. Sono circa 2.5milioni di consumatori prevalentemente donne che spendono circa 8,000€ all'anno per un mercato totale di 21 miliardi di euro.

Omnigifter

Un uomo d'altri tempi che compra soprattutto per gli altri e trova soddisfazione nel farlo. E' il segmento più senior, prevalentemente uomini molto più forte nei paesi maturi che negli emergenti. In totale circa due milioni di consumatori per un mercato di 19 miliardi di euro.

Fonte: Altagamma

Tag dell'informativa

Analisi di mercato
Rapporto ICE 2021 l’Italia nell’economia internazionale
Rapporto ICE 2021 l’Italia nell’economia internazionale
La pandemia ha colpito duramente il tessuto socio-economico italiano e ha determinato una flessione dell’export che, tuttavia, è stata minore rispetto a quella registrata da altri Paesi grandi esportatori.
SACE - Simest: Export italiano Maggio 2021
SACE - Simest: Export italiano Maggio 2021
Nei primi cinque mesi del 2021 l'export italiano di beni registra un'ampia crescita (+23,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente).
Tannico
E-commerce vino e distillati: il futuro di Tannico
Moët Hennessy e Campari Group si uniscono per creare un player paneuropeo nel canale e-commerce di wine&spirit premium attraverso Tannico.
Altagamma Consumer Insight 2021
Altagamma Consumer Insight 2021
La ripresa del mercato alto di gamma è trainata da Cina e USA. Cresce il peso e aumentano i canali di ingaggio digitale del consumatore (gaming, livestreaming).
Report vino e spirits 2021
Vino e distillati italiani sui mercati internazionali
Vino italiano in recupero del 3,5% nel 2021 (-4,1% nel 2020), grazie alla spinta dell’export nei principali mercati. Migliore potenziale di crescita in Cina (+6,3%), Canada e Giappone (+5,9%).
Comunicazione post pandemia
Comunicazione delle imprese italiane e pandemia
L’Istat ha condotto una valutazione delle attività di comunicazione delle imprese italiane nella seconda metà del 2020.  
Esportazioni delle regioni italiane (I trimestre 2021)
Esportazioni delle regioni italiane (I trimestre 2021)
Nel primo trimestre dell’anno, l’Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni  per il Centro (+4,8%), per il Sud e Isole (+3,8%) e per il Nord-ovest (+2,5%). Registra una contenuta flessione il Nord-est (-0,5%).
Food Industry Monitor 2021
Food Industry Monitor 2021
L’analisi  condotta dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo valuta i trend di mercato e l’evoluzione dei modelli di business delle aziende italiane del settore alimentare.
Previsioni Pil italiano: +5% nel 2021
Previsioni Pil italiano: +5% nel 2021
Secondo le più recenti previsioni Prometeia e Banca d’Italia il Pil nazionale quest’anno crescerà almeno del 5%.
G20 and the Italian economy
G20 and the Italian economy
Fondazione Edison e il Centro di ricerche in analisi economica e sviluppo economico internazionale dell’Università Cattolica hanno elaborato un booklet di statistiche sui punti di forza del modello italiano di sviluppo.