Alimentare: commercio mondiale in crescita nel 2° trimestre 2019

di lettura

Il raffreddamento del commercio internazionale non ha finora coinvolto l'industria dell'alimentare confezionato e delle bevande. Stati Uniti, Germania e Cina i mercati trainanti a livello mondiale.

Image

In base alle pre-stime formulate da StudiaBo, nel secondo trimestre 2019 il commercio mondiale di Alimentare confezionato e Bevande ha segnato un aumento tendenziale del +4.1% a prezzi costanti, anche leggermente più dinamico del trimestre precedente e soprattutto confermandosi in fase di ininterotta crescita ormai da inizio decennio. Si tratta, anche nel trimestre più recente, di una performance più favorevole della media dei beni manufatti, per i quali il commercio mondiale ha evidenziato una crescita tendenziale a prezzi costanti inferiore ai 2 punti percentuali.

Come documentato nel modulo MarketBarometer, nel secondo trimestre dell'anno le vendite mondiali di Alimentare confezionato e Bevande hanno toccato un punto di massimo assoluto nei valori destagionalizzati in euro.

Mercato Stati Uniti

I maggiori contributi alla crescita delle vendite mondiali evidenziati nel periodo più recente sono, ancora una volta, riconducibili al mercato statunitense, che ha visto proseguire la fase di robusta crescita in atto da numerosi trimestri, segnando nel periodo più recente un nuovo aumento tendenziale a due cifre nei tassi di variazione in euro. Si conferma la buona performance anche delle vendite dall'Italia, anche se meno brillante di quella delle vendite francesi e messicane (best-performer sul mercato USA nel primo semestre 2019, insieme alle vendite da Thailandia e Regno Unito), a fronte invece del forte calo delle vendite cinesi.

Mercato Germania

Il mercato tedesco figura al secondo posto per contributi alla crescita delle vendite mondiali di Alimentare confezionato e Bevande nel secondo trimestre dell'anno. In particolare, nel periodo più recente le vendite dal mondo di Alimentare confezionato e Bevande verso la Germania hanno segnato un incremento tendenziale del +8% nei valori in euro. Nel complesso del primo semestre dell'anno, le vendite dall'Italia mostrano andamenti positivi, vicini a quelli delle vendite austriache (best-performer sul mercato tedesco nel primo semestre 2019), a fronte invece del calo delle vendite spagnole.

Mercato Cina

Anche il mercato cinese di Alimentare confezionato e Bevande risulta in accelerazione, fornendo il terzo maggiore contributo per valori assoluti alle vendite mondiali del settore: nel secondo trimestre dell'anno le importazioni settoriali, misurate in euro, sono aumentate del 13.4% rispetto al trimestre precedente e di circa 10 punti rispetto al corrispondente trimestre 2018. Va peraltro segnalato come le opportunità di crescita sul mercato cinese siano state solo marginalmente intercettate dalle vendite italiane di Alimentare confezionato e Bevande, che - seppur in miglioramento nel trimestre più recente - hanno sinora collezionato solo un modesto incremento- nei valori cumulati in euro- per il primo semestre dell'anno. Le vendite da Nuova Zelanda e da Australia - insieme a quelle da Olanda e Thailandia - i partner commerciali più dinamici sul mercato cinese- sono cresciute a ritmi sostenuti. Di converso, sono da rilevare la forte flessione delle vendite USA sul mercato, oltre alla - seppur più contenuta - riduzione delle vendite francesi.

Marcello Antonioni

Analisi di mercato
Nota mensile Istat dicembre 2021
Nota mensile Istat dicembre 2021
In Italia, a novembre, l’indice della produzione industriale ha mostrato un deciso incremento. Nel quarto trimestre, la fiducia di famiglie e imprese si è mantenuta su livelli storicamente elevati.
Olio di oliva: campagna 2021/22
Olio di oliva: campagna 2021/22
Secondo il Rapporto Ismea dedicato all’olio di oliva, le prime stime produttive a livello internazionale attestano i volumi della campagna in corso a 3,1 milioni di tonnellate.
Ottimo 2021 per macchine utensili, robotica e automazione
Ottimo 2021 per macchine utensili, robotica e automazione
Secondo dati UCIMU-sistemi per produrre tutti i principali indicatori settoriali hanno registrato incrementi a doppia cifra. Il trend proseguirà anche nel 2022, anno in cui sarà recuperato il terreno perso nel 2020.
SACE - Simest: export italiano ottobre 2021
SACE - Simest: export italiano ottobre 2021
Nei primi dieci mesi del 2021 l'export italiano di beni è cresciuto del 18,6%. Seppur in decelerazione rispetto ai mesi precedenti, le vendite oltreconfine si mantengono superiori rispetto ai livelli pre-crisi.
Global Trade Report 2022 Euler Hermes
Global Trade Report 2022 Euler Hermes
Secondo l’analisi di Euler Hermes (Allianz), il commercio globale crescerà nel 2022 del 5,4% anche se le discontinuità nelle catene di approvvigionamento rimarranno elevate fino alla seconda metà dell’anno.
Prospettive per l’economia italiana 2021-2022
Prospettive per l’economia italiana 2021-2022
L’Istat prevede una crescita sostenuta del Pil italiano nel biennio 2021-2022 (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo).
Worldwide Cost of Living 2021
Worldwide Cost of Living 2021
Secondo il rapporto dell'Economist Intelligence Unit, la città più costosa al mondo in cui vivere è Tel Aviv che guadagna 5 posizioni rispetto alla precedente edizione.
Ocse rivede al rialzo Pil Italia, Pil mondiale al ribasso
Ocse rivede al rialzo Pil Italia, Pil mondiale al ribasso
Secondo gli ultimi dati Istat, nel terzo trimestre l’economia italiana è cresciuta del 2,6% e la crescita acquisita per l'intero anno supera i sei punti percentuali.
Struttura e competitività delle imprese multinazionali (2019)
Struttura e competitività delle imprese multinazionali (2019)
Nel 2019, il fatturato delle imprese a controllo estero ha registrato un incremento decisamente più ampio di quello delle imprese residenti in Italia (+5% contro +0,8%).
Export settembre 2021
SACE - Simest: export italiano settembre 2021
Tra gennaio e settembre  il ritmo di crescita delle esportazioni è rallentato, ma si mantiene su livelli elevati (+20,1% su gen-set’20).