Congiuntura Metalmeccanica (settembre 2021)

di lettura

Secondo l’Indagine congiunturale di Federmeccanica, nei mesi più recenti l’attività produttiva metalmeccanica ha superato i volumi di produzione che si realizzavano prima della pandemia.

Image

Il progressivo miglioramento, iniziato nei mesi estivi del 2020, è proseguito fino a tutto il secondo trimestre dell’anno in corso evidenziando in questo periodo una crescita di circa 1,5 punti percentuali rispetto ai volumi di produzione di gennaio 2020 (periodo pre-pandemico).

In termini congiunturali, nel secondo trimestre la produzione metalmeccanica è mediamente cresciuta del 2,1% dopo l’1,3% osservato nel primo.

Mediamente nel primo semestre del 2021 la produzione metalmeccanica è cresciuta del 29,9% nel confronto con l’anno precedente, un incremento più accentuato rispetto a quanto fatto registrare dall’intero comparto industriale (+20,2%). Il miglioramento osservato per l’industria metalmeccanica ha interessato tendenzialmente tutte le attività dell’aggregato che hanno evidenziato aumenti a doppia cifra. L’attività produttiva si è collocata sostanzialmente sugli stessi livelli (-0,8%) dell’analogo periodo del 2019.

Si sono registrate dinamiche positive per le produzioni di Altri mezzi di trasporto (+18,4%) e in misura più marcata per le Macchine e apparecchi meccanici (+24,3%), i Computer, radio TV, strumenti medicali e di precisione (+24,5%) e le attività della Metallurgia (+28,1%). Ancor più significativi gli incrementi per le fabbricazioni di Prodotti in metallo (+31,8%), di Macchine e apparecchi elettrici (+37,4%) e di Autoveicoli e rimorchi (+58,7%).

Produzione industriale metalmeccanica nei principali Paesi europei

L’Italia, che nei mesi di lockdown aveva registrato i risultati peggiori, si è riportata in linea con gli altri principali paesi per poi collocarsi su livelli significativamente superiori. Nel mese di giugno, i volumi di produzione metalmeccanica sono stati pari al 102,1% rispetto a quelli pre-Covid (gennaio 2020), mentre negli altri paesi i volumi sono ancora ben inferiori rispetto al periodo pre-pandemico: in Germania si sono attestati all’89,8%, in Francia all’88,2% e in Spagna al 94,3%.

Nel confronto tendenziale, nei primi sei mesi dell’anno in corso l’incremento segnato dal nostro paese (+29,9%) è di gran lunga superiore al recupero osservato in Spagna (+19,3%), in Francia (+16,6%) e soprattutto in Germania (+10,8%).

Produzione metalmeccanica UE

Interscambio commerciale

Nel primo semestre 2021 i flussi complessivi di fatturato indirizzati ai mercati esteri sono aumentati del 24,2% rispetto all’anno precedente e le importazioni del 24,1%.

Le esportazioni metalmeccaniche sono cresciute del 31,3% nel confronto con l’analogo periodo del 2020 e hanno superato del 5,2% l’ammontare di fatturato metalmeccanico esportato nel primo semestre del 2019.

Il buon risultato è stato raggiunto grazie al significativo incremento dei flussi diretti verso i paesi dell’Unione Europea (+37,3% rispetto al 2020), mentre verso i mercati esterni all’area l’aumento è stato più moderato (+24,7%).

  • I flussi diretti in Spagna e Germania sono aumentati rispettivamente del 40,3% e del 40,1% e in Francia del 36,5%.
  • Al di fuori dell’area UE le esportazioni sono significativamente aumentate verso la Cina (+53,5%), la Turchia (+38,3%), l’India (+38,2%), il Regno Unito (+24,3%), mentre più moderati sono stati i flussi diretti in Svizzera (+15,2%), in Russia (12,1%) e in Giappone (+6,6%). L’export verso gli Stati Uniti è aumentato del 15,2% collocando il paese al terzo posto tra i mercati di sbocco dei prodotti metalmeccanici.

Le importazioni di prodotti metalmeccanici sono mediamente cresciute del 35,7% rispetto all’anno precedente, senza evidenziare differenze significative tra i flussi provenienti dai 27 paesi della UE e quelli di origine extra-UE.

Prospettive a breve

Sulla base dei risultati che emergono dall’indagine trimestrale Federmeccanica (condotta su un campione di imprese metalmeccaniche associate, con più di 100 addetti) per i prossimi mesi si evidenziano attese di ulteriori recuperi dell’attività produttiva, anche se permane un clima d’incertezza dovuto all’evoluzione della pandemia e alla dinamica dei prezzi delle materie prime e alla loro disponibilità sul mercato.

Il portafoglio ordini si conferma positivo: sono, infatti, pari al 47% le imprese intervistate che hanno registrato un aumento delle consistenze a fronte del 17% che, al contrario ha subito contrazioni. Il saldo, +30%, dimostra il proseguimento della positiva evoluzione in atto nelle ultime rilevazioni.

Fonte: Federmeccanica

Analisi di mercato
Preconsuntivo occhialeria: produzione +24%, export +22,5%
Preconsuntivo occhialeria: produzione +24%, export +22,5%
L’occhialeria italiana ha brillato sui mercati internazionali nel 2022, ma le tensioni inflattive e l’incertezza hanno pesato sul mercato interno e sui margini.
Migliorano le aspettative sull’economica italiana
Migliorano le aspettative sull’economica italiana
L’economia italiana registra, dopo sette trimestri consecutivi di crescita, una lieve flessione congiunturale (-0,1%) nell’ultimo trimestre del 2022.
Export Filatura italiana nel 2022
Export Filatura italiana nel 2022
Centro Studi Confindustria Moda ha presentato una ricerca sulla filatura italiana (produzione di filati lanieri, cotonieri e linieri).
Venture capital in Italia: +48% nel 2022
Venture capital in Italia: +48% nel 2022
Italian Tech Alliance e Growth Capital hanno pubblicato i dati sugli investimenti in venture capital in Italia.
SACE SIMEST Export italiano novembre 2022
SACE SIMEST Export italiano novembre 2022
Tra gennaio e novembre le vendite all’estero di beni si sono confermate in ampio rialzo (+20,5% rispetto allo stesso periodo del 2021). L’andamento è guidato dai valori medi unitari (vmu; 20,1%), stabili i volumi (+0,3%).
Previsioni economiche BCE
Previsioni economiche BCE
La BCE ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per l’Area dell’euro nel biennio 2023 e 2024 e al rialzo le proiezioni sull’inflazione.
Turismo invernale in montagna e cambiamenti climatici
Turismo invernale in montagna e cambiamenti climatici
Il turismo di montagna fornisce un contributo significativo all'economia delle aree alpine ed è uno dei pilastri del settore turistico italiano.
Messico: buone prospettive per il made in Italy
Messico: buone prospettive per il made in Italy
Il Messico è l’unico Paese dell’America Latina a essere realmente inserito all’interno delle catene del valore regionali e globali.
SACE SIMEST Export italiano ottobre 2022
SACE SIMEST Export italiano ottobre 2022
Nei primi 10 mesi del 2022 le esportazioni italiane di beni continuano a crescere (+20,8% rispetto a gennaio-ottobre 2021).
Rapporto Ismea Qualivita 2022
Rapporto Ismea Qualivita 2022
Ismea e Qualivita hanno pubblicato il report sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane Dop, Igp e Stg nel 2021.