Agroalimentare: mercati, comparti e province trainanti l'export italiano nel 2014

di lettura

Il 2014 si è chiuso con una crescita complessiva delle esportazioni italiane di Agroalimentare dell'1,9 per cento in euro rispetto l'anno 2013.

Agroalimentare: mercati, comparti e province trainanti l'export italiano nel 2014

 I dati visualizzabili sul portale Exportpedia  consentono di cogliere in maniera immediata quali sono stati i mercati, i comparti e le province che hanno determinato tale performance.

Regno Unito e Stati Uniti d'America si sono caratterizzati l'anno scorso come i principali mercati trainanti le esportazioni italiane del macrosettore Agroalimentare.

Mercati trainanti le esportazioni italiane di Agroalimentare: contributi alla variazione % 2014
 

Fonte: Exportpedia 

In modo particolare, con un aumento di 246 milioni di euro rispetto all'anno precedente, nel 2014 il mercato britannico ha offerto il contributo più rilevante alla crescita dell'export italiano di Agroalimentare, pari a 5 decimi di punto.

A sua volta, con un aumento di circa 200 milioni di euro, il mercato statunitense ha offerto l'anno scorso un contributo alla crescita dell'export italiano di Agroalimentare di 4 decimi di punto.

Da segnalare, inoltre, i contributi positivi alla crescita delle esportazioni italiane di Agroalimentare derivanti dai mercati di Polonia e Croazia, che a consuntivo 2014 hanno registrato rispetto all'anno precedente un incremento dei flussi di Agroalimentare dall'Italia rispettivamente pari a 82 e 72 milioni di euro.

Dal punto di vista merceologico, l'anno scorso i contributi più positivi alla crescita delle esportazioni italiane della filiera Agroalimentare sono derivati da Bevande, Dolciumi, condimenti e piatti pronti. Di segno positivo anche le vendite all'estero di Conserve e succhi di ortaggi e frutta, Carne, pesce e prodotti derivati, Pasta, biscotti e altri prodotti da forno, Riso, farina ed amidi, Formaggi e altri prodotti del latte, Carta e cartone e Cartotecnica.

Comparti trainanti le esportazioni italiane di Agroalimentare: contributi alla variazione % 2014

Fonte: Exportpedia 

A livello di performance territoriali, nel 2014 Lodi, Cuneo e Modena sono risultate, nell'ordine, le province italiane con i maggiori incrementi nei valori di esportazione di Agroalimentare, davanti a Parma, Bergamo, Varese, Torino e Frosinone.

Province trainanti le esportazioni italiane di Agroalimentare: contributi alla variazione % 2014

Fonte Exportpedia

Di converso, la provincia di Milano ha registrato l'anno scorso il contributo in assoluto più negativo alla crescita dell'export italiano di Agroalimentare, con un calo di oltre 250 milioni di euro rispetto al 2013. Nonostante tale caduta, Milano si è confermata nel 2014 la prima provincia italiana per valore delle esportazioni di Agroalimentare, con circa 2.9 miliardi di euro.

Per la provincia di Milano  si segnalano i contributi particolarmente positivi alle vendite di Agroalimentare derivanti dai mercati di Stati Uniti, Regno Unito e Turchia.

Analisi di mercato
L’impatto del Covid-19 sul settore crocieristico
L’impatto del Covid-19 sul settore crocieristico
Negli ultimi decenni il crocieristico è stato tra i settori a maggiore espansione. Saprà risollevarsi anche dalla crisi Covid-19?
Osservatorio Vinitaly - Nomisma Wine Monitor 2020
Osservatorio Vinitaly - Nomisma Wine Monitor 2020
Solo un’azienda vitivinicola italiana su 10 aumenterà il proprio business nel 2020, mentre per oltre 7 imprese su 10 le vendite totali vireranno in negativo.
La produzione globale dopo il Covid: quale riassetto in Asia?
La produzione globale dopo il Covid: quale riassetto in Asia?
Pubblichiamo un abstract del Focus on di Sace - Simest  “La produzione globale dopo il Covid: verso un nuovo riassetto asiatico?”
GreenItaly 2020
GreenItaly 2020
L’Italia è leader europeo nel riciclo dei rifiuti e nell’economia circolare secondo l’undicesimo rapporto sulla green economy italiana di Symbola e Unioncamere.
L’economia delle regioni italiane (novembre 2020)
L’economia delle regioni italiane (novembre 2020)
Gli aggiornamenti congiunturali di Banca d’Italia sull’andamento dell’economia nelle regioni italiane (novembre 2020).
Prometeia:  Analisi dei settori industriali ottobre 2020
Prometeia: Analisi dei settori industriali ottobre 2020
A partire dai mesi estivi, l’industria manifatturiera italiana ha registrato un recupero intenso e diffuso, che tuttavia non potrà impedire un calo del fatturato del 14.3% a prezzi costanti nel 2020.
SACE - Simest: Export italiano settembre 2020
SACE - Simest: Export italiano settembre 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione dell'11,6% nei primi nove mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
SACE - Simest: Export italiano agosto 2020
SACE - Simest: Export italiano agosto 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione del 13,3% nei primi otto mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
ISMEA: bilancia agroalimentare nazionale I semestre 2020
ISMEA: bilancia agroalimentare nazionale I semestre 2020
Nonostante l’emergenza sanitaria mondiale, le esportazioni italiane di prodotti agroalimentari sono aumentate durante i primi sei mesi del 2020.
Promozione del turismo piccolo museale negli USA
Promozione del turismo piccolo museale negli USA
Una delle peculiarità dell’Italia è la presenza di numerosi piccoli musei locali collocati prevalentemente in centri di medie e piccole dimensioni e nei borghi storici.