Export lombardo: i mercati trainanti nel 2017

di lettura

I dati pubblicati da Istat sulle esportazioni dei territori italiani confermano nel IV trimestre del 2017 la buona crescita dell'export lombardo: +7.5% nei valori in euro rispetto al corrispondente periodo 2016. In particolare, si segnalano le crescite a tassi a due cifre per le province di Brescia, Cremona e Varese, con Milano ad offrire i contributi di gran lunga più rilevanti in termini di valori complessivi.

Image

I dati visualizzati in Exportpedia consentono di cogliere in maniera immediata quali sono i mercati esteri che hanno determinato tale performance e l'andamento complessivo a consuntivo 2017. 
Le mappe riportate nelle tabelle sottoriportate presentano le variazioni delle esportazioni lombarde sui diversi mercati esteri, rispettivamente nell'ultimo trimestre 2017 e nel computo complessivo dell'anno scorso. Si noti che la dimensione associata a ciascun mercato è proporzionale all'importanza rivestita nel portafoglio estero delle imprese regionali.

Le “conferme” più positive sono date – a livello europeo – dai mercati di Svizzera, Polonia, Russia, Romania (con tassi di crescita superiori al +10% nei valori in euro), e - con riferimento ai mercati più lontani - da Giappone e Stati Uniti. Da segnalare, inoltre, le crescite a due cifre nei valori in euro registrate nel trimestre più recente dall'export lombardo sui mercati di Austria, Olanda, Repubblica Ceca, Ungheria, Turchia e Cina

Positive performance – anche se relativamente meno dinamiche (comprese tra il +2% e il +5% nei valori in euro) – hanno caratterizzato, infine, le vendite lombarde rivolte a Germania, Francia e Spagna (tradizionali mercati di riferimento dell'export regionale).

Andamento dei diversi mercati di destinazione dell'export lombardo
IV trimestre 2017

Cumulativo 2017

Scendendo ad un livello più disaggregato, si segnalano alcuni casi di “eccellenza” che hanno caratterizzato l'export lombardo nel corso del 2017: scorrendo la graduatoria della tabella sopra riportata, si evidenziano le esportazioni della provincia di Milano di Farmaci verso i mercati di Stati Uniti e Svizzera (cresciute rispettivamente di 567 e 196 milioni di euro rispetto al 2016), le vendite di Tabacco sul mercato giapponese, di Acciaio dalla provincia di Brescia in Germania, di Aerei dalla provincia di Varese in Polonia.

Tra gli altri casi di “eccellenza” 2017 che meritano una menzione è utile segnalare le vendite lodigiane di Elettronica per telecomunicazioni verso la Spagna, quelle di Farmaci dalla provincia di Bergamo negli Stati Uniti, di Aerei dalla provincia di Varese in Pakistan (e in Svezia).

Si conferma, inoltre, il ruolo centrale delle vendite lombarde di Sistema Moda-Persona, con le positive performance dell'export della provincia di Milano di Cuoio e Pelletteria verso la Cina, di Profumi e cosmetici dalla provincia di Monza-Brianza verso Stati Uniti ed Emirati Arabi. 

Non da ultimo, il comparto metalmeccanico segna crescite positive, con particolare riferimento alle vendite di Valvole, pompe e altra meccanica varia dalla provincia di Brescia negli Stati Uniti e in Germania, di Macchine non utensili dalla provincia di Milano in Egitto, di Bulloni, pentole e altri prodotti in metallo da Brescia in Germania.  

Annalisa Vignoli

Analisi di mercato
Previsioni Italia Confindustria 2021
Previsioni d’autunno: rivisto al rialzo il Pil italiano
Secondo il World Economic Outlook di Fmi, il prodotto interno lordo italiano cresce più della media dell'area euro: +5,8% nel 2021 (+0,9 punti percentuali in più rispetto alle previsioni di luglio) e +4,2% nel 2022
Export agroalimentare 2021
L'export agroalimentare supererà i 50 miliardi nel 2021
Secondo l’Istat, l'export dei beni di consumo non durevole, di cui l'alimentare rappresenta una gran parte, ha registrato a giugno 2021 un incremento del +15,2% su giugno 2020 (quando l'export agroalimentare aveva registrato un +1,6%), sul semestre l'aumento tendenziale è dell'11,5% (nel semestre 2020 +2,2%).
Digitale in Italia 2021
Previsioni mercato digitale in Italia
Secondo il 52° rapporto Anitec-Assinform, nel 2020 il mercato digitale italiano vale oltre 71,5 miliardi di euro. L’incidenza del mercato digitale sul PIL è passata dal 4% al 4,3% nel triennio 2017-2020.
Yachting Italia 2021
Mercato italiano della cantieristica nautica
Secondo il report di Deloitte, Il valore della produzione della cantieristica nautica italiana ammonta a 2,8 miliardi di euro (crescita media del 12,7% tra il 2014 e il 2019).
Bollettino economico della BCE settembre 2021
Bollettino economico della BCE settembre 2021
Le proiezioni macroeconomiche formulate a settembre 2021 dagli esperti della BCE, rispetto all’esercizio precedente, segnano una lieve revisione al rialzo delle prospettive di crescita dell’economia mondiale.
Export Italia luglio 2021
SACE - Simest: Export italiano luglio 2021
Nei primi 7 mesi dell'anno si registra un incremento sostenuto delle vendite italiane all’estero (+22,8% vs. gen-lug’ 20). Tale dinamica continua a beneficiare del confronto con aprile e maggio 2020, mesi di restrizioni dovute alla pandemia, durante i quali le esportazioni di beni italiane sono crollate.
Congiuntura metalmeccanica
Congiuntura Metalmeccanica (settembre 2021)
Secondo l’Indagine congiunturale di Federmeccanica, nei mesi più recenti l’attività produttiva metalmeccanica ha superato i volumi di produzione che si realizzavano prima della pandemia.
Rapporto Export SACE 2021
Rapporto Export SACE 2021
La XV edizione del Rapporto Export di SACE offre informazioni utili per orientarsi sui mercati esteri e comprendere le dinamiche dell’export italiano.
Gap infrastrutture Italia
Il capitale infrastrutturale dell’Italia
La competitività delle imprese è legata alla disponibilità di una rete adeguata di trasporti e di telecomunicazioni, nonché alla qualità del servizio energetico e idrico input essenziali dei processi di produzione.
Regioni italiane export I semestre 2021
Esportazioni delle regioni italiane (II trimestre 2021)
Nel secondo trimestre l'Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni, con intensità diverse, per tutte le ripartizioni: +7,3% il Nord-est, +3,8% il Sud e Isole, +3,6% il Nord-ovest e +0,2% il Centro.