Export vino Italia e Veneto

di lettura

Nel 2021 la produzione mondiale di vino, stimata a circa 250 milioni, è stata compromessa dalle condizioni climatiche sfavorevoli che hanno colpito i principali Paesi produttori di vino in Europa.

Image

La produzione mondiale di vino è di poco superiore al minimo storico del 2017 (248 milioni di ettolitri) e in calo del 5% rispetto all’anno precedente.

Il volume delle esportazioni mondiali di vino si è fermato a 105,8 milioni di ettolitri, l’1,7% in meno rispetto al 2019, mentre il valore delle esportazioni è sceso a 29,6 miliardi di euro, 2 miliardi in meno del 2019 (-6,7%),  interrompendo la crescita in atto dal 2009-2010.

Principali produttori di vino 2021

Italia, Spagna e Francia assieme rappresentano il 45% della produzione mondiale e il 79% di quella europea. Per questi tre Paesi si stima nel 2021 una produzione di vino complessiva inferiore del 20% circa a quella dell’anno precedente.

La Francia è il Paese che ha sofferto maggiormente (-27%): inattese gelate primaverili, seguite da piogge estive, grandinate e peronospora hanno ridotto la produzione francese di vino a 34,2 milioni di ettolitri di vino, oltre 12 milioni in meno rispetto all’anno precedente.

In Spagna la produzione di vino si ferma a 35 milioni di ettolitri (-14% rispetto al 2020).

L l’Italia, con 44,5 milioni di ettolitri, si conferma il primo produttore di vino in Europa e nel mondo, nonostante una riduzione stimata del 9% rispetto al 2020.

Nel 2020 Italia, Spagna e Francia hanno esportato assieme 54,6 milioni di ettolitri di vino, concentrando più della metà del mercato mondiale (52%), per un valore complessivo di 17,6 miliardi di euro, pari al 59% del totale mondiale.

Nel 2020 le quote di volume e di valore di vino esportato da questi tre Paesi si sono ridotte rispetto al 2019, quando erano rispettivamente il 54% e il 60%; la diminuzione è da attribuire maggiormente alla Spagna e alla Francia, mentre l’Italia ha registrato riduzioni più contenute.

Nel 2020 il nostro Paese si conferma il principale esportatore di vino in termini di volume (20,8 milioni di ettolitri) e il secondo per fatturato (oltre 6,3 miliardi di euro), in calo sia in termini di volume che di valore delle esportazioni.

Primati del Veneto

Il Veneto rappresenta quasi il 36% delle esportazioni nazionali. In una classifica virtuale con i principali Paesi produttori di vino, si inserirebbe al quarto posto, alle spalle di Francia, Italia e Spagna e prima di Australia e Cile.

Da solo il Veneto esporta più di Piemonte (884 milioni di euro) e Toscana (815 milioni) messe assieme, le due regioni che seguono il Veneto nella graduatoria regionale.

Export vino Regioni italiane

Il valore delle esportazioni di vino veneto è da attribuire per oltre la metà al vino in bottiglia (56,9% del totale) e per il 37,7% al vino spumante.

Seppur siano più di 150 i Paesi del mondo verso cui il Veneto ha esportato il suo vino nel 2020, oltre la metà del valore delle esportazioni ha riguardato Stati Uniti, Germania e Regno Unito, seguiti a distanza, da Canada e Svizzera.

Il vino è il prodotto agroalimentare più esportato della regione: rappresenta un terzo circa dell’export agroalimentare e il 3,5% di tutte le merci esportate.

Dopo un inizio d’anno incerto, segnato dalle restrizioni imposte per contenere la terza ondata di contagi da Covid-19, l’export di vino veneto ha ripreso a crescere, recuperando il terreno perso nel 2020 e tornando ai livelli pre-pandemici.

Da gennaio a settembre del 2021 il valore delle esportazioni per il Veneto arriva a quasi 1,8 miliardi di euro (il 34,8% delle esportazioni nazionali), ossia oltre 140 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2019.

In Veneto il vino ottenuto dalla vendemmia 2021 è di 11.747 mila ettolitri, una quantità sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente.

Fonte: Ufficio di Statistica della Regione del Veneto

Analisi di mercato
Stime della Commissione europea primavera 2022
Stime della Commissione europea primavera 2022
La piena ripresa economica dell’Unione europea dagli impatti della pandemia è stata compromessa dall'invasione russa dell'Ucraina.
Rapporto sul turismo enogastronomico italiano 2022
Rapporto sul turismo enogastronomico italiano 2022
Il Rapporto analizza le produzioni di eccellenza, l’offerta ristorativa, gli agriturismi, i musei del gusto, le Strade del vino e il posizionamento del sistema eno-gastro-turistico italiano.
La cosmetica in Lombardia
La cosmetica in Lombardia
Assolombarda e Cosmetica Italia hanno pubblicato dati aggiornati sul settore cosmetico lombardo e sulle principali destinazioni del made in Italy.
Foreign Direct Investment 2021
Foreign Direct Investment 2021
I flussi globali degli Investimenti Diretti Esteri sono aumentati dell'88% nel 2021 a 1.815 miliardi di USD (+37% rispetto ai livelli pre-pandemici). Tuttavia, le prospettive restano incerte, dato l'attuale contesto geopolitico.
SACE - Simest: export italiano febbraio 2022
SACE - Simest: export italiano febbraio 2022
Tra gennaio e febbraio 2022 le esportazioni italiane sono cresciute del +22,6% in termini tendenziali mostrando, da un lato, una componente di rimbalzo rispetto a inizio 2021, e dall’altro, una forte crescita dei valori esportati a fronte di un aumento più contenuto dei volumi.
Vino: performance 2021 e impatto del conflitto in Ucraina
Vino: performance 2021 e impatto del conflitto in Ucraina
Secondo il Focus SACE, il 2021 è stata un’annata scarsa per la produzione mondiale di vino: 250 milioni di ettolitri (-4% rispetto al 2020 e -7% rispetto alla media ventennale).
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi
Rapporto sulla competitività dei settori produttivi
Il Rapporto dell’Istat sulla competitività dei settori produttivi fornisce un quadro informativo sulla struttura, la performance e la dinamica del sistema produttivo italiano.
L’economia globale del benessere
L’economia globale del benessere
Il rapporto del Global Wellness Institute stila una classifica di 150 paesi in base alla loro spesa annuale in 11 comparti del settore benessere (alimentazione, attività fisica, bellezza, benessere mentale...).
Congiuntura agroalimentare 2021
Congiuntura agroalimentare 2021
Il Report Agrimercati di Ismea analizza le dinamiche dell’agroalimentare italiano nel 2021 e le nuove criticità legate al conflitto Russia - Ucraina.
MedTech: trend globali e previsioni
MedTech: trend globali e previsioni
L’Area Studi Mediobanca ha analizzato i conti annuali delle 227 maggiori imprese del MedTech italiano con fatturato aggregato pari a 18,6 miliardi di cui il 40% realizzati all’estero.