Hong Kong: hub per la distribuzione del vino in Asia

di lettura

Il consumo di vino ad Hong Kong è decisamente più alto rispetto a quello delle principali metropoli asiatiche (5,3 litri pro capite, il doppio rispetto a Singapore o Tokyo).

Secondo uno studio di Vinexpo il consumo di vino a Hong Kong crescerà del 57% dal 2010 al 2014. Lo scorso anno la città ha attratto 48 milioni di visitatori ed entro il 2016 verranno costruiti altri 48 hotel. Il governo agevola a livello fiscale la nascita di ristoranti e bar nelle città.

Dall’abolizione della tassa sul vino nel 2008, Hong Kong è diventata la testa di ponte verso il mercato asiatico per i principali produttori di vino di tutto il mondo. Dal 2008 al 2012 le importazioni di vino di Hong Kong sono cresciute in quantità del 66% (da 30,4 milioni di litri a 50,6 milioni di litri) e in valore del 181% (raggiungendo 1 miliardo di US$).

La cultura del vino si sta rapidamente diffondendo e migliorano anche i servizi logistici al servizio del prodotto.

Molti operatori internazionali della ristorazione e del vino sono attivi ad Hong Kong: la statunitense Amo Eno Wine Bar, California Vintage (US), SK Networks (Korea), Arvi (Asia) Ltd (Switzerland), Bordeaux Wine Investments (HK).

Sono tre gli eventi espositivi dedicati al vino che ospita Hong Kong:

  • la fiera internazionale Vinexpo
  • Wine & Dine Festival
  • HOFEX

Fonte: HK Foreign direct investment

Tag dell'informativa

Analisi di mercato
Altagamma Social Luxury Index
Altagamma Social Luxury Index
Presentata la seconda edizione della ricerca di Accenture Interactive - Altagamma, secondo cui il Made in Italy è una leva reputazionale di rilievo con un potenziale ancora da sviluppare.
Tendenze internazionali del settore alberghiero e contract
Tendenze internazionali del settore alberghiero e contract
I settori Alberghiero e del Contract travalicano il turismo e coinvolgono l'indotto dell'edilizia e dell’arredo, gli studi professionali di architettura, ingegneria e interior design, la tecnologia applicata alla smart home e il mercato degli investimenti finanziari.
Crolla l’export calzaturiero nei primi mesi 2020
Crolla l’export calzaturiero nei primi mesi 2020
Centro Studi di Confindustria Moda ha elaborato per Assocalzaturifici i dati sull’andamento del calzaturiero italiano nei primi mesi del 2020.
Altagamma Consumer and Retail Insight 2020
Altagamma Consumer and Retail Insight 2020
L’edizione 2020 dell’Altagamma Consumer and Retail Insight ha analizzato l’impatto di Covid-19 sul mondo luxury e l’evoluzione del comportamento dei consumatori e delle strategie di distribuzione delle imprese.
Rapporto annuale Istat 2020
Rapporto annuale Istat 2020
L’Istat ha pubblicato il rapporto annuale che fotografa la situazione del Paese. Proponiamo una sintesi dei principali trend macroeconomici.
Previsioni Confindustria, Banca d’Italia, FMI e Fitch
Previsioni Confindustria, Banca d’Italia, FMI e Fitch
Fare previsioni macroeconomiche in periodi pandemici è estremamente complesso. Dal confronto delle proiezioni di primarie fonti nazionali e internazionali emergono alcune differenze.
Impatto della pandemia sui progetti internazionali di Edilizia e Arredo
Impatto della pandemia sui progetti internazionali di Edilizia e Arredo
Il Covid-19 ha evidenziato la centralità della casa, non solo come nido accogliente e protettivo, ma anche come luogo di lavoro e intrattenimento. 
Opportunità settoriali per l'export italiano in Malesia
Opportunità settoriali per l'export italiano in Malesia
Nel periodo 2020-2023, esistono buone opportunità di crescita sul mercato malese per l’export italiano complessivamente pari a circa +370 milioni di euro, pari al +6.2% medio annuo.
Commercio estero extra Ue Maggio 2020
Commercio estero extra Ue Maggio 2020
A maggio 2020 l’Istat stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue , un marcato aumento congiunturale per le esportazioni (+37,6%) e una lieve contrazione per le importazioni (-2,4%).
Covid Global Consumer Spend Tracker
Covid Global Consumer Spend Tracker
Il report di IRI e BCG aggiorna i trend dei consumi in Francia, Germania, Italia, Olanda, Regno Unito, Spagna, USA e Nuova Zelanda. Crescono i farmaci da banco, i surgelati e i prodotti caseari.