Meccanica strumentale e andamento dell'import in Unione Europea

di lettura

Nel 1° trimestre 2018 l'import UE di Macchine e impianti per l'industria ha confermato la fase favorevole in atto da 7 trimestri consecutivi, toccando un nuovo record storico nei valori medi annui.

Image

In base alle pre-stime formulate da StudiaBo, utilizzando le dichiarazioni di commercio estero delle imprese UE, raccolte dall'Eurostat, nel primo trimestre 2018 le importazioni comunitarie di Macchine e impianti per i processi industriali hanno confermato - per il settimo trimestre consecutivo - la fase di crescita nei valori tendenziali in euro, segnando un incremento del +5.2% rispetto al corrispondente trimestre 2017 (pari a circa 527 milioni di euro). 

Nei primi tre mesi del 2018 il valore delle importazioni UE di Macchine e impianti per i processi industriali ha raggiunto un valore prossimo ai 45 miliardi di euro su base annua, che rappresentano un nuovo punto di massimo per l'esperienza storica del comparto: si tratta, infatti, di valori di 15 miliardi superiori a quelli medi annui di inizio decennio e anche più elevati di quelli cha hanno caratterizzato in media il 2008 (ultimo anno prima della Grande Recessione).

Nel primo trimestre dell'anno Macchine utensili per metalli e per materiali duri (legno, vetro, materie plastiche) risultano i settori trainanti le importazioni UE di Macchine e impianti, con incrementi rispettivamente di 340 e 66 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo 2017 (pari rispettivamente al +12.8 e al +11.3 per cento tendenziale). 
Da segnalare anche, nei primi tre mesi del 2018, la buona performance di crescita nei valori tendenziali in euro delle importazioni UE di Macchine alimentari (+4.2%), corrispondente ad un incremento di oltre 50 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2017, di Macchine per estrusione (+4%), con un aumento tendenziale di quasi 32 milioni di euro, e di Macchine per la lavorazione dei metalli (+4.3%, pari a +22.5 milioni di euro).
Pur con incrementi più contenuti in termini assoluti, si segnala, inoltre, il recupero - dopo la flessione dell'ultima parte dello scorso anno - delle importazioni UE di Macchine per cartiere, che evidenziano un aumento tendenziale di 5 punti percentuali in euro (pari a circa 13.5 milioni di euro in più rispetto allo scorso anno).

Andamenti tendenziali in euro import UE di Macchine e impianti per i processi industriali

Di converso, nel primo trimestre dell'anno si registrano le performance debolmente negative nell'andamento tendenziale delle importazioni UE di Macchine tessili (-0.5% in euro rispetto al primo trimestre 2017) e di Macchine per imballaggio (-1.4%), con riduzioni rispettivamente di 3.3 e di 11.3 milioni di euro rispetto allo scorso anno. 
Nel caso delle Macchine tessili, il risultato dei primi mesi dell'anno conferma, peraltro, l'andamento poco brillante dell'import UE già evidenziato in precedenza: la variazione tendenziale cumulata degli ultimi 4 trimestri segnala, infatti, un segno "meno" nei valori in euro (-1.1%). Nel caso, invece, delle Macchine per imballaggio, il risultato del primo trimestre 2018 interrompe una fase di crescita evidenziata dalle importazioni UE, che in termini cumulati nell'ultimo anno hanno registrato un incremento di 3.4 punti percentuali nei valori in euro.

Marcello Antonioni

Analisi di mercato
Unioncamere: digitale e green spingono la produttività delle imprese
Unioncamere: digitale e green spingono la produttività delle imprese
Secondo un’analisi di Unioncamere - Centro Studi Tagliacarne, gli investimenti delle imprese nella duplice transizione digitale e green generano una crescita di produttività che può arrivare fino al 14%.
G20 trade and investment measures
G20 trade and investment measures
Il report analizza il commercio internazionale e le misure di investimento attuate dalle economie del G20 nel periodo maggio - ottobre 2022.
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
L’Africa richiede investimenti sostenibili su ampia scala per raggiungere i suoi obiettivi di sviluppo.
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
Secondo l’Osservatorio Altagamma 2022, il mercato globale dell’alto di gamma sale a circa €1.400 miliardi. Previsioni positive anche per il 2023.
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
Nei primi nove mesi del 2022 le esportazioni italiane sono cresciute del 21,1% rispetto allo stesso periodo del 2021. Si conferma prevalente il sostegno dato dai valori medi unitari (+20,3%), mentre l’incremento dei volumi è modesto (+0,7%).
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
L’effetto dei continui lockdown è stato stimato in 1,2 p.p. di Pil reale nel 2022 dal Fondo Monetario Internazionale, che ha tagliato le stime di crescita del Paese a +3,2%.
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
La tenuta del sistema energetico italiano è minacciata dalla tenuta dei bilanci di imprese energetiche e utenti finali e dal rischio relativo allo svuotamento degli stoccaggi.
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Il report sul Sistema Moda Mondo dell’Area Studi Mediobanca analizza i dati finanziari di 78 multinazionali con ricavi superiori a un miliardo di euro ciascuna.
Distretti industriali: export nel I semestre +17,7%
Distretti industriali: export nel I semestre +17,7%
Record storico per l’export dei distretti industriali italiani nel primo semestre dell’anno, con tutte le filiere distrettuali oltre i livelli pre-pandemici e con una crescita delle esportazioni superiore a quella tedesca.
Bollettino Economico Banca d’Italia ottobre 2022
Bollettino Economico Banca d’Italia ottobre 2022
In ottobre il Fondo monetario internazionale ha confermato la previsione di crescita del prodotto mondiale nel 2022, mentre ha ridotto la stima per l’anno prossimo al 2,7 per cento.