Metalmeccanica: i mercati trainanti e frenanti la domanda mondiale nel primo trimestre 2016

di lettura

In base alle informazioni disponibili nel Sistema Informativo Ulisse, nel primo trimestre 2016 la domanda mondiale di Metalmeccanica – misurata in termini di importazioni del campione congiunturale di paesi Ulisse – ha registrato una crescita nei valori in euro del +5% rispetto al primo trimestre 2015 (pari ad un aumento di +60 miliardi di euro).

Image

Variazione importazioni Gen-Mar 2016 vs Gen-Mar 2015 (milioni di euro)

 

METALMECCANICA: top 10 mercati mondiali per incrementi tendenziali import Gennaio-marzo 2016 (fonte: Sistema Informativo Ulisse)

In modo particolare, gli Stati Uniti sono risultati, anche in questo settore, di gran lunga il principale mercato trainante la domanda mondiale, con un incremento delle importazioni di Metalmeccanica nel periodo gennaio-marzo 2016 di +17.9 miliardi di euro rispetto al corrispondente periodo 2015, pari ad un aumento tendenziale del +8.4% in euro.
L’area nordamericana ha evidenziato, inoltre, le positive performance del mercato messicano, al 4 ° posto per incrementi assoluti delle importazioni di Metalmeccanica nei primi tre mesi del 2016 (con +5 miliardi di euro, pari al 11.5% in euro).

Per quanto concerne l’area asiatica, invece, la Cina è risultato il secondo mercato per contributi alla crescita delle importazioni mondiali di Metalmeccanica, con un incremento tendenziale nei primi tre trimestri dell’anno di circa +13.3 miliardi di euro, pari a +10% in euro. Vanno segnalate, inoltre, le favorevoli performance di Hong Kong (+5.2 miliardi di euro nelle importazioni di Metalmeccanica, pari al +7.4% in euro) e delle Filippine (+2.4 miliardi di euro, pari al +38.7% in euro), rispettivamente al 3° e 8° posto della graduatoria dei mercati a più alta crescita nel periodo gennaio-marzo 2016.

Per quanto concerne, infine, l’area europea, si evidenziano i positivi risultati dei mercati di Francia (+4.8 miliardi di eurotendenziali, pari al +10%), Olanda (+4.2 milioni di euro, pari al +13.5%), Germania (+3.8 miliardi di euro, pari al +4.3%), Belgio (+2.2 miliardi di euro, pari al +10.6%) e Spagna (+1.8 miliardi di euro, pari al +7.9%), rispettivamente al 5 °, 6 °, 7°, 9° e 10° posto per incrementi tendenziali delle importazioni di Metalmeccanica nei primi tre mesi del 2016. 

Variazione importazioni Gen-Mar 2016 vs Gen-Mar 2015 (milioni di euro)

METALMECCANICA: worst 10 mercati mondiali per cali tendenziali import Gennaio-marzo 2016 (fonte: Sistema Informativo Ulisse) 

Di converso, il principale mercato frenante la domanda mondiale nel primo trimestre 2016 anche in questo macro-settore, è risultato il Brasile (-5.2 miliardi di euro rispetto al primo trimestre 2015 nelle importazioni di Metalmeccanica, pari ad un calo tendenziale del -29.6%). Al secondo posto, si segnala come mercato in fase di significativo calo il Canada (-2.3 miliardi di euro nelle importazioni di Metalmeccanica nel periodo gennaio- marzo 2016 rispetto al corrispondente periodo 2015, pari al -14.3%).
A seguire, rispettivamente al terzo, quarto e quinto posto della classifica dei mercati che hanno offerto i contributi più negativi alla domanda mondiale nel primo trimestre 2016 rispetto al medesimo periodo del 2015, si posizionano Corea del Sud, che registra una diminuzione di -2.1 miliardi di euro, pari al -5.9%, Regno Unito (-1.1 miliardi di euro, pari ad un calo del -2%) e Malesia (-995.3 milioni di euro, pari al -5.4%). 

Fonte: Sistema Informativo Ulisse

Analisi di mercato
Trend nei trasporti internazionali 2022
Trend nei trasporti internazionali 2022
I dati che provengono dall'indagine annuale ITF "Trends in the Transport Sector" comprendono informazioni relative al trasporto merci, al trasporto passeggeri e alla sicurezza stradale.
Deloitte: Global Powers of Luxury Goods 2022
Deloitte: Global Powers of Luxury Goods 2022
Il rapporto di Deloitte esplora le tendenze che incidono sul mercato luxury, identifica le 100 maggiori società di beni di lusso e valuta le loro prestazioni nelle varie aree geografiche.
Unioncamere: digitale e green spingono la produttività delle imprese
Unioncamere: digitale e green spingono la produttività delle imprese
Secondo un’analisi di Unioncamere - Centro Studi Tagliacarne, gli investimenti delle imprese nella duplice transizione digitale e green generano una crescita di produttività che può arrivare fino al 14%.
G20 trade and investment measures
G20 trade and investment measures
Il report analizza il commercio internazionale e le misure di investimento attuate dalle economie del G20 nel periodo maggio - ottobre 2022.
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
L’Africa richiede investimenti sostenibili su ampia scala per raggiungere i suoi obiettivi di sviluppo.
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
Secondo l’Osservatorio Altagamma 2022, il mercato globale dell’alto di gamma sale a circa €1.400 miliardi. Previsioni positive anche per il 2023.
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
Nei primi nove mesi del 2022 le esportazioni italiane sono cresciute del 21,1% rispetto allo stesso periodo del 2021. Si conferma prevalente il sostegno dato dai valori medi unitari (+20,3%), mentre l’incremento dei volumi è modesto (+0,7%).
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
L’effetto dei continui lockdown è stato stimato in 1,2 p.p. di Pil reale nel 2022 dal Fondo Monetario Internazionale, che ha tagliato le stime di crescita del Paese a +3,2%.
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
La tenuta del sistema energetico italiano è minacciata dalla tenuta dei bilanci di imprese energetiche e utenti finali e dal rischio relativo allo svuotamento degli stoccaggi.
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Il report sul Sistema Moda Mondo dell’Area Studi Mediobanca analizza i dati finanziari di 78 multinazionali con ricavi superiori a un miliardo di euro ciascuna.