#Traveltomorrow: le raccomandazioni UNWTO per favorire la ripresa

di lettura

Il settore viaggi e turismo è tra i più colpiti dalla pandemia Covid-19. Pubblichiamo una sintesi delle raccomandazioni per far fronte all’emergenza predisposte dall'Agenzia ONU sul turismo.

#Traveltomorrow: le raccomandazioni UNWTO per favorire la ripresa

Il settore turistico è ad alta intensità di lavoro, quindi rischia la perdita di milioni di posti di lavoro a livello globale. L’Italia è una delle principali destinazioni (nel 2019 i turisti stranieri hanno rappresentato più del 50 delle presenze totali) e il contributo del turismo all’economia nazionale è fondamentale: 13,2% del Pil.

Il settore è importante per la ripartenza economica complessiva e può approfittare di questo drammatico momento per continuare a promuovere e a preservare l’eredità culturale e il patrimonio naturalistico di molti paesi e per proporre nuovi modelli di business più sostenibili, inclusivi e responsabili.

Il report dell'Agenzia Onu sul turismo contiene tre tipi di raccomandazioni per gestire la crisi in modo da mitigarne l’impatto, per offrire stimoli in grado di accelerare la ripresa e per ripensare il futuro.

Le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale del turismo si basano su due principi fondamentali:

  • il supporto ai viaggi e al turismo consente di creare occupazione e di migliorare le condizioni di vita di molte persone
  • il turismo è un traino imprescindibile per la ripresa di altri settori economici (agricoltura, costruzioni, fornitori di servizi tecnologici e finanziari, solo per citarne alcuni).

Il turismo e la ristorazione hanno dimostrato, a partire dal 2010, di essere più resilienti e di reagire agli shock esterni meglio e più velocemente di altri settori economici tradizionali offrendo occasioni di riscatto ai soggetti più vulnerabili della filiera: donne, giovani e comunità rurali.

1 Gestire la crisi

Come mitigare l’impatto della crisi utilizzando stimoli nel breve termine e aumentare la resilienza del settore nel lungo periodo?

L’impatto del Covid-19 è molto differenziato a livello geografico così come i quadri normativi dei vari paesi. Per l’implementazione delle seguenti raccomandazioni sarà quindi fondamentale la cooperazione degli stakeholder dell’intero ecosistema.

  • Incentivare la salvaguardia dei posti di lavoro, sostenere i lavoratori autonomi e proteggere i gruppi più vulnerabili
  • Supportare la liquidità aziendale posticipando pagamenti fiscali e contributi previdenziali e inserendo moratorie nel pagamento dei prestiti e dei mutui
  • Rivedere i sistemi di tassazione, gli oneri e le norme specifiche del settore semplificando le pratiche amministrative
  • Sostenere i consumatori e la loro fiducia dando la possibilità di ripianificare le vacanze senza oneri aggiuntivi e restituendo gli anticipi e le caparre
  • Promuovere lo sviluppo delle competenze, in particolare quelle digitali, con l’ausilio di specialisti e manager
  • Comprendere il turismo negli interventi emergenziali a livello regionale, nazionale e globale
  • Creare meccanismi e strategie per la gestione dei periodi di crisi.

2 Accelerare la ripresa

  • Definire stimoli e incentivi  finanziari e fiscali per sostenere gli investimenti nel turismo e attrarre investitori internazionali e per migliorare le infrastrutture
  • Comprendere il mercato e agire velocemente per accrescere la fiducia e stimolare la domanda
  • Incrementare il marketing, gli eventi e le conferenze internazionali
  • Investire nella creazione di nuove partnership.

3 Ripensare il futuro

  • Diversificare mercati, prodotti e servizi sviluppando il turismo sociale diretto a anziani, famiglie, giovani e persone diversamente abili
  • Investire negli innovativi sistemi di market intelligence e nella trasformazione digitale
  • Rafforzare la governance del turismo a tutti i livelli
  • Prepararsi a eventuali crisi future rafforzando la resilienza e assicurandosi che il turismo entri a pieno titolo nei piani di emergenza e di sviluppo nazionali nazionali
  • Investire nello sviluppo del capitale e del talento umano
  • Favorire la transizione all’economia circolare e rispettare gli obiettivi di sviluppo sostenibili definiti dall’Agenda 2030 (SDGs).

Con il contributo di:

  • World Health Organization (WHO)
  • International Civil Aviation Organization (ICAO)
  • International Maritime Organization (IMO)
  • Airports Council International (ACI)
  • Cruise Lines International Association (CLIA)
  • International Air Transport Association (IATA)
  • World Travel and Tourism Council (WTTC).

Per approfondimenti (EN)

Analisi di mercato
Previsioni Ocse dicembre 2020
Previsioni Ocse dicembre 2020
L’Ocse ha aggiornato a dicembre le previsioni economiche. La stima 2020 per l’Italia si colloca in linea con le aspettative del governo (-9,1%), nel 2021 la crescita sarà del 4,3%, del 3,2% nel 2022.
L’impatto del Covid-19 sul settore crocieristico
L’impatto del Covid-19 sul settore crocieristico
Negli ultimi decenni il crocieristico è stato tra i settori a maggiore espansione. Saprà risollevarsi anche dalla crisi Covid-19?
Osservatorio Vinitaly - Nomisma Wine Monitor 2020
Osservatorio Vinitaly - Nomisma Wine Monitor 2020
Solo un’azienda vitivinicola italiana su 10 aumenterà il proprio business nel 2020, mentre per oltre 7 imprese su 10 le vendite totali vireranno in negativo.
La produzione globale dopo il Covid: quale riassetto in Asia?
La produzione globale dopo il Covid: quale riassetto in Asia?
Pubblichiamo un abstract del Focus on di Sace - Simest  “La produzione globale dopo il Covid: verso un nuovo riassetto asiatico?”
GreenItaly 2020
GreenItaly 2020
L’Italia è leader europeo nel riciclo dei rifiuti e nell’economia circolare secondo l’undicesimo rapporto sulla green economy italiana di Symbola e Unioncamere.
L’economia delle regioni italiane (novembre 2020)
L’economia delle regioni italiane (novembre 2020)
Gli aggiornamenti congiunturali di Banca d’Italia sull’andamento dell’economia nelle regioni italiane (novembre 2020).
Prometeia:  Analisi dei settori industriali ottobre 2020
Prometeia: Analisi dei settori industriali ottobre 2020
A partire dai mesi estivi, l’industria manifatturiera italiana ha registrato un recupero intenso e diffuso, che tuttavia non potrà impedire un calo del fatturato del 14.3% a prezzi costanti nel 2020.
SACE - Simest: Export italiano settembre 2020
SACE - Simest: Export italiano settembre 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione dell'11,6% nei primi nove mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
SACE - Simest: Export italiano agosto 2020
SACE - Simest: Export italiano agosto 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione del 13,3% nei primi otto mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
ISMEA: bilancia agroalimentare nazionale I semestre 2020
ISMEA: bilancia agroalimentare nazionale I semestre 2020
Nonostante l’emergenza sanitaria mondiale, le esportazioni italiane di prodotti agroalimentari sono aumentate durante i primi sei mesi del 2020.