#Traveltomorrow: le raccomandazioni UNWTO per favorire la ripresa

di lettura

Il settore viaggi e turismo è tra i più colpiti dalla pandemia Covid-19. Pubblichiamo una sintesi delle raccomandazioni per far fronte all’emergenza predisposte dall'Agenzia ONU sul turismo.

Image

Il settore turistico è ad alta intensità di lavoro, quindi rischia la perdita di milioni di posti di lavoro a livello globale. L’Italia è una delle principali destinazioni (nel 2019 i turisti stranieri hanno rappresentato più del 50 delle presenze totali) e il contributo del turismo all’economia nazionale è fondamentale: 13,2% del Pil.

Il settore è importante per la ripartenza economica complessiva e può approfittare di questo drammatico momento per continuare a promuovere e a preservare l’eredità culturale e il patrimonio naturalistico di molti paesi e per proporre nuovi modelli di business più sostenibili, inclusivi e responsabili.

Il report dell'Agenzia Onu sul turismo contiene tre tipi di raccomandazioni per gestire la crisi in modo da mitigarne l’impatto, per offrire stimoli in grado di accelerare la ripresa e per ripensare il futuro.

Le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale del turismo si basano su due principi fondamentali:

  • il supporto ai viaggi e al turismo consente di creare occupazione e di migliorare le condizioni di vita di molte persone
  • il turismo è un traino imprescindibile per la ripresa di altri settori economici (agricoltura, costruzioni, fornitori di servizi tecnologici e finanziari, solo per citarne alcuni).

Il turismo e la ristorazione hanno dimostrato, a partire dal 2010, di essere più resilienti e di reagire agli shock esterni meglio e più velocemente di altri settori economici tradizionali offrendo occasioni di riscatto ai soggetti più vulnerabili della filiera: donne, giovani e comunità rurali.

1 Gestire la crisi

Come mitigare l’impatto della crisi utilizzando stimoli nel breve termine e aumentare la resilienza del settore nel lungo periodo?

L’impatto del Covid-19 è molto differenziato a livello geografico così come i quadri normativi dei vari paesi. Per l’implementazione delle seguenti raccomandazioni sarà quindi fondamentale la cooperazione degli stakeholder dell’intero ecosistema.

  • Incentivare la salvaguardia dei posti di lavoro, sostenere i lavoratori autonomi e proteggere i gruppi più vulnerabili
  • Supportare la liquidità aziendale posticipando pagamenti fiscali e contributi previdenziali e inserendo moratorie nel pagamento dei prestiti e dei mutui
  • Rivedere i sistemi di tassazione, gli oneri e le norme specifiche del settore semplificando le pratiche amministrative
  • Sostenere i consumatori e la loro fiducia dando la possibilità di ripianificare le vacanze senza oneri aggiuntivi e restituendo gli anticipi e le caparre
  • Promuovere lo sviluppo delle competenze, in particolare quelle digitali, con l’ausilio di specialisti e manager
  • Comprendere il turismo negli interventi emergenziali a livello regionale, nazionale e globale
  • Creare meccanismi e strategie per la gestione dei periodi di crisi.

2 Accelerare la ripresa

  • Definire stimoli e incentivi  finanziari e fiscali per sostenere gli investimenti nel turismo e attrarre investitori internazionali e per migliorare le infrastrutture
  • Comprendere il mercato e agire velocemente per accrescere la fiducia e stimolare la domanda
  • Incrementare il marketing, gli eventi e le conferenze internazionali
  • Investire nella creazione di nuove partnership.

3 Ripensare il futuro

  • Diversificare mercati, prodotti e servizi sviluppando il turismo sociale diretto a anziani, famiglie, giovani e persone diversamente abili
  • Investire negli innovativi sistemi di market intelligence e nella trasformazione digitale
  • Rafforzare la governance del turismo a tutti i livelli
  • Prepararsi a eventuali crisi future rafforzando la resilienza e assicurandosi che il turismo entri a pieno titolo nei piani di emergenza e di sviluppo nazionali nazionali
  • Investire nello sviluppo del capitale e del talento umano
  • Favorire la transizione all’economia circolare e rispettare gli obiettivi di sviluppo sostenibili definiti dall’Agenda 2030 (SDGs).

Con il contributo di:

  • World Health Organization (WHO)
  • International Civil Aviation Organization (ICAO)
  • International Maritime Organization (IMO)
  • Airports Council International (ACI)
  • Cruise Lines International Association (CLIA)
  • International Air Transport Association (IATA)
  • World Travel and Tourism Council (WTTC).

Per approfondimenti (EN)

Analisi di mercato
La crisi dei semiconduttori
La crisi dei semiconduttori
La domanda globale di semiconduttori nel 2021 è cresciuta del +26%, ma non è accompagnata da un incremento tempestivo dell’offerta, con conseguenze su tempi di consegna e aumenti nei prezzi.
Altagamma: previsioni Beni personali di lusso e Arredamento di design
Altagamma: previsioni Beni personali di lusso e Arredamento di design
Altagamma ha pubblicato tre report con dati e previsioni sul mercato dei beni personali di lusso e sull’arredamento di design di alta gamma.
Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione
Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione
Secondo il report pubblicato da Centro Studi Confindustria le dinamiche dei prezzi delle materie prime energetiche stanno colpendo di più l’Italia, rispetto a Francia e Germania.
Rapporto distretti industriali di Intesa Sanpaolo
Rapporto distretti industriali di Intesa Sanpaolo
Il Rapporto annuale sulle imprese distrettuali descrive gli impatti della crisi pandemica, il forte rimbalzo del 2021 e le priorità da affrontare, anche alla luce dell’invasione russa dell’Ucraina.
SACE - Simest: export italiano aprile 2022
SACE - Simest: export italiano aprile 2022
Nei primi quattro mesi dell’anno le esportazioni sono cresciute del 20,7% rispetto allo stesso periodo del 2021.
Il falso Made in Italy a tavola vale 120 miliardi
Il falso Made in Italy a tavola vale 120 miliardi
Secondo Coldiretti il falso Made in Italy agroalimentare nel mondo vale 120 miliardi. La guerra in Ucraina frena gli scambi commerciali, favorisce il protezionismo e moltiplica la diffusione di alimenti taroccati.
Previsioni Istat 2022 - 2023
Previsioni Istat 2022 - 2023
Secondo le previsioni Istat di giugno, il Pil italiano continuerà a crescere sia nel 2022 (+2,8%) sia nel 2023 (+1,9%), seppur in rallentamento rispetto al 2021.
Filiera legno-arredo: performance 2021 sopra le previsioni
Filiera legno-arredo: performance 2021 sopra le previsioni
La filiera legno-arredo chiude il 2021 con un fatturato complessivo che supera i 49 miliardi di euro (18 i miliardi destinati all’export).
Previsioni export vino, olio d’oliva e pasta
Previsioni export vino, olio d’oliva e pasta
Nel 2021 l’export di vino, olio d’oliva e pasta ha rappresentato il 22,4% del totale export agroalimentare nazionale, attestandosi a € 11,7 miliardi (+7% rispetto al 2020).
Conti economici I trimestre 2022
Conti economici I trimestre 2022
Nel primo trimestre il Pil italiano è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e del 6,2% nei confronti del primo trimestre 2021. La crescita acquisita per quest'anno è pari al 2,6%.