Report 2020 AssoBirra

di lettura

Secondo i dati pubblicati da AssoBirra, nel 2020 la produzione nazionale è dimi­nuita dell’8,4% (da 17.288.000 ettolitri a 15.829.000).

Image

La crisi ha coinvolto tutta la filiera della birra, in particolare i consumi del fuori casa crollati in Italia dell’11,4% (18.784.000 ettolitri nei con­fronti di un 2019 che aveva su­perato la quota dei 21 milioni di ettolitri).

Il valore aggiunto del settore birra in Euro­pa è sceso dai 60 miliardi di euro del 2019, ai 45 miliardi nel 2020 (-25%).

L’export italiano di birra, dopo anni di crescita, subisce un calo del 4,8% con volumi pari a 3,3 milio­ni di ettolitri riconfermandosi comunque nei paesi a forte tradizione birraria. Tra i principali Paesi importatori troviamo ancora in pole position il Regno Unito (47,3%), gli USA (7,3%) e l’Australia (7%).

L’import italiano è crollato del 15% nel 2020.

Secondo Alfredo Pratolongo Vice Presidente di AssoBirra: “Nel 2020 la reputazione della birra in Italia è risultata fra le più alte in Europa, al terzo posto dietro a Polonia e Romania, battendo Paesi a grande tradizione come la Germania. Secondo i dati della ricerca pan-europea svolta ogni due anni dai Brewers of Europe, la birra in Italia spicca per la sua capacità di abbinarsi a sapori diversi e per la varietà di gusti e stili, icona della socialità e trasversale alle classi sociali e demografiche”.

Fino al 2019, la birra aveva generato un valore condiviso di 5,9 miliardi di euro nel solo canale Ho.Re.Ca. Nel primo semestre 2020 si è registrato un decremento di 1,3 miliardi di euro che ha bruciato quasi tutta la crescita degli ultimi 4 anni.

Nell’ultima Legge di Bilancio la filiera di orzo da birra e la filiera del luppolo sono state riconosciute come vere filiere. Circa 1.000 imprese, grandi e piccole, operano su tutto il territorio nazionale offrendo lavoro a circa 144.000 persone.

Le aziende del comparto per reagire alla pandemia hanno investito in termini di digitalizzazione della filiera. Alcune hanno ampliato la loro offerta e ottimizzato le soluzioni di e-commerce. Altre hanno accolto la crescita del mondo digitale a 360 gradi, cercando di offrire ai propri consumatori e agli attori del canale Ho.Re.Ca. servizi più innovativi.

Produzione in volume, 2009=100, 2021 primo trimestre

Produzione birra in Italia 2020

Fonte: Assobirra 

Analisi di mercato
Rapporto ICE 2021 l’Italia nell’economia internazionale
Rapporto ICE 2021 l’Italia nell’economia internazionale
La pandemia ha colpito duramente il tessuto socio-economico italiano e ha determinato una flessione dell’export che, tuttavia, è stata minore rispetto a quella registrata da altri Paesi grandi esportatori.
SACE - Simest: Export italiano Maggio 2021
SACE - Simest: Export italiano Maggio 2021
Nei primi cinque mesi del 2021 l'export italiano di beni registra un'ampia crescita (+23,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente).
Tannico
E-commerce vino e distillati: il futuro di Tannico
Moët Hennessy e Campari Group si uniscono per creare un player paneuropeo nel canale e-commerce di wine&spirit premium attraverso Tannico.
Altagamma Consumer Insight 2021
Altagamma Consumer Insight 2021
La ripresa del mercato alto di gamma è trainata da Cina e USA. Cresce il peso e aumentano i canali di ingaggio digitale del consumatore (gaming, livestreaming).
Report vino e spirits 2021
Vino e distillati italiani sui mercati internazionali
Vino italiano in recupero del 3,5% nel 2021 (-4,1% nel 2020), grazie alla spinta dell’export nei principali mercati. Migliore potenziale di crescita in Cina (+6,3%), Canada e Giappone (+5,9%).
Comunicazione post pandemia
Comunicazione delle imprese italiane e pandemia
L’Istat ha condotto una valutazione delle attività di comunicazione delle imprese italiane nella seconda metà del 2020.  
Esportazioni delle regioni italiane (I trimestre 2021)
Esportazioni delle regioni italiane (I trimestre 2021)
Nel primo trimestre dell’anno, l’Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni  per il Centro (+4,8%), per il Sud e Isole (+3,8%) e per il Nord-ovest (+2,5%). Registra una contenuta flessione il Nord-est (-0,5%).
Food Industry Monitor 2021
Food Industry Monitor 2021
L’analisi  condotta dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo valuta i trend di mercato e l’evoluzione dei modelli di business delle aziende italiane del settore alimentare.
Previsioni Pil italiano: +5% nel 2021
Previsioni Pil italiano: +5% nel 2021
Secondo le più recenti previsioni Prometeia e Banca d’Italia il Pil nazionale quest’anno crescerà almeno del 5%.
G20 and the Italian economy
G20 and the Italian economy
Fondazione Edison e il Centro di ricerche in analisi economica e sviluppo economico internazionale dell’Università Cattolica hanno elaborato un booklet di statistiche sui punti di forza del modello italiano di sviluppo.