Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione

di lettura

Secondo il report pubblicato da Centro Studi Confindustria le dinamiche dei prezzi delle materie prime energetiche stanno colpendo di più l’Italia, rispetto a Francia e Germania.

Image

L’incidenza dei costi energetici sul totale dei costi di produzione per l’economia italiana potrebbe raggiungere l’8,8% nel 2022, più del doppio del dato francese (3,9%) e quasi un terzo in più di quello tedesco (6,8%). Si amplierebbe così il divario di competitività di costo dell’Italia dai principali produttori europei, in tutti i principali comparti dell’economia.

La crisi energetica ha un impatto così pervasivo sull’economia italiana per la forte dipendenza (molto più alta che in Francia e Germania) dall’utilizzo del gas naturale come fonte di produzione dell’energia elettrica e come input diretto dei processi produttivi.

Inoltre, negli ultimi anni il ricorso da parte delle imprese italiane a contratti a lungo termine per l’approvvigionamento del gas naturale è diminuito a favore di maggiori acquisti sul mercato a pronti, e questo ha aumentato l’esposizione degli operatori alle variazioni delle quotazioni spot.

Settori energivori

Tra i settori energivori, la corsa dei prezzi delle materie prime energetiche ha l’impatto maggiore in Italia nei settori metallurgia (il più colpito), legno (+6,3 punti percentuali rispetto al prepandemia), gomma-plastica (+5,6 p.p. vs. +3,2 p.p.), minerali non metalliferi (+8,8 p.p. vs. +7,3 p.p.) e chimico (+4,5 p.p. vs +3.6 p.p.).

La manifattura tedesca si stima più colpita di quella italiana nel settore metallurgia (+12,4 p.p. vs. +14,4 p.p.) e nel macro settore carta e stampa (+5,0 p.p. vs. +5,7 p.p.).

Bolletta energetica

  • Per l’Italia la crescita della bolletta energetica è stimata tra i 5,7 e i 6,8 miliardi su base mensile; per il solo settore manifatturiero l’aumento è stimato in circa 2,3 - 2,6 miliardi.
  • Per la Germania l’aumento dei costi energetici è stimato tra 7,7 e 8 miliardi mensili per il totale economia e in circa 3,7 -3,8 miliardi mensili per la sola manifattura.
  • Per la Francia le stime sono comprese tra 1,7 e 1,8 miliardi mensili per il totale economia e circa di 0,6 miliardi mensili per la sola manifattura.

Aumento dei costi energetici nei vari comparti manifatturieri

(Var. incidenza dei costi energetici sul totale dei costi di produzione, 2022 vs. media 2018-19)

Cosri energetici confronto Italia Francia Germania

Fonte: “L’impatto della corsa dei prezzi dell’energia sui costi di produzione: settori a confronto tra Italia, Francia e Germania” | Nota dal CSC n. 2-2022 (Felici S., Puccioni C., Rapacciuolo C., Romano L.).

Analisi di mercato
SACE - Simest: export italiano maggio 2022
SACE - Simest: export italiano maggio 2022
Tra gennaio e maggio l’export italiano cresce del 22,6% rispetto allo stesso periodo del 2021. Aumentano i valori medi unitari (+19,3%) trainati dai rialzi dei prezzi di materie prime e semilavorati, incrementi più contenuti per i volumi (+2,8%).
Previsioni economiche di Prometeia e della Commissione UE
Previsioni economiche di Prometeia e della Commissione UE
Pubblichiamo i dati principali di due recenti previsioni sull’economia italiana pubblicate, a luglio, da Prometeia e dalla Commissione UE.
Indagine sul turismo internazionale 2021
Indagine sul turismo internazionale 2021
La pubblicazione annuale di Banca d'Italia fornisce informazioni sulla spesa, sui viaggiatori in entrata e in uscita dall'Italia con dettagli su: origine e destinazione, motivi del viaggio e tipologia di alloggio utilizzata.
Trend globali nel food & beverage
Trend globali nel food & beverage
Osservare le principali tendenze di mercato nel settore cibo, bevande e integratori offre prospettive che possono aiutare le aziende e i rivenditori a meglio posizionarsi sulla scena internazionale.
Bioeconomia in Italia nel 2021
Bioeconomia in Italia nel 2021
La Bioeconomia  rappresenta l’elemento chiave per decarbonizzare l’economia, diminuire l’utilizzo di risorse non rinnovabili e massimizzare l’efficienza e la sostenibilità delle risorse rinnovabili.
Esportazioni delle regioni italiane nel 2021
Esportazioni delle regioni italiane nel 2021
Banca d’Italia ha analizzato la struttura economica e finanziaria delle regioni italiane. Pubblichiamo una sintesi dei dati sull’export regionale 2021 e sulle possibili ripercussioni del conflitto in Ucraina.
La crisi dei semiconduttori
La crisi dei semiconduttori
La domanda globale di semiconduttori nel 2021 è cresciuta del +26%, ma non è accompagnata da un incremento tempestivo dell’offerta, con conseguenze su tempi di consegna e aumenti nei prezzi.
Altagamma: previsioni Beni personali di lusso e Arredamento di design
Altagamma: previsioni Beni personali di lusso e Arredamento di design
Altagamma ha pubblicato tre report con dati e previsioni sul mercato dei beni personali di lusso e sull’arredamento di design di alta gamma.
Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione
Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione
Secondo il report pubblicato da Centro Studi Confindustria le dinamiche dei prezzi delle materie prime energetiche stanno colpendo di più l’Italia, rispetto a Francia e Germania.
Rapporto distretti industriali di Intesa Sanpaolo
Rapporto distretti industriali di Intesa Sanpaolo
Il Rapporto annuale sulle imprese distrettuali descrive gli impatti della crisi pandemica, il forte rimbalzo del 2021 e le priorità da affrontare, anche alla luce dell’invasione russa dell’Ucraina.