Rincari dell’energia: l’impatto sui costi di produzione

di lettura

Secondo il report pubblicato da Centro Studi Confindustria le dinamiche dei prezzi delle materie prime energetiche stanno colpendo di più l’Italia, rispetto a Francia e Germania.

Image

L’incidenza dei costi energetici sul totale dei costi di produzione per l’economia italiana potrebbe raggiungere l’8,8% nel 2022, più del doppio del dato francese (3,9%) e quasi un terzo in più di quello tedesco (6,8%). Si amplierebbe così il divario di competitività di costo dell’Italia dai principali produttori europei, in tutti i principali comparti dell’economia.

La crisi energetica ha un impatto così pervasivo sull’economia italiana per la forte dipendenza (molto più alta che in Francia e Germania) dall’utilizzo del gas naturale come fonte di produzione dell’energia elettrica e come input diretto dei processi produttivi.

Inoltre, negli ultimi anni il ricorso da parte delle imprese italiane a contratti a lungo termine per l’approvvigionamento del gas naturale è diminuito a favore di maggiori acquisti sul mercato a pronti, e questo ha aumentato l’esposizione degli operatori alle variazioni delle quotazioni spot.

Settori energivori

Tra i settori energivori, la corsa dei prezzi delle materie prime energetiche ha l’impatto maggiore in Italia nei settori metallurgia (il più colpito), legno (+6,3 punti percentuali rispetto al prepandemia), gomma-plastica (+5,6 p.p. vs. +3,2 p.p.), minerali non metalliferi (+8,8 p.p. vs. +7,3 p.p.) e chimico (+4,5 p.p. vs +3.6 p.p.).

La manifattura tedesca si stima più colpita di quella italiana nel settore metallurgia (+12,4 p.p. vs. +14,4 p.p.) e nel macro settore carta e stampa (+5,0 p.p. vs. +5,7 p.p.).

Bolletta energetica

  • Per l’Italia la crescita della bolletta energetica è stimata tra i 5,7 e i 6,8 miliardi su base mensile; per il solo settore manifatturiero l’aumento è stimato in circa 2,3 - 2,6 miliardi.
  • Per la Germania l’aumento dei costi energetici è stimato tra 7,7 e 8 miliardi mensili per il totale economia e in circa 3,7 -3,8 miliardi mensili per la sola manifattura.
  • Per la Francia le stime sono comprese tra 1,7 e 1,8 miliardi mensili per il totale economia e circa di 0,6 miliardi mensili per la sola manifattura.

Aumento dei costi energetici nei vari comparti manifatturieri

(Var. incidenza dei costi energetici sul totale dei costi di produzione, 2022 vs. media 2018-19)

Cosri energetici confronto Italia Francia Germania

Fonte: “L’impatto della corsa dei prezzi dell’energia sui costi di produzione: settori a confronto tra Italia, Francia e Germania” | Nota dal CSC n. 2-2022 (Felici S., Puccioni C., Rapacciuolo C., Romano L.).

Analisi di mercato
G20 trade and investment measures
G20 trade and investment measures
Il report analizza il commercio internazionale e le misure di investimento attuate dalle economie del G20 nel periodo maggio - ottobre 2022.
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
COP27: Africa’s Investable infrastructure opportunities
L’Africa richiede investimenti sostenibili su ampia scala per raggiungere i suoi obiettivi di sviluppo.
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
L’alto di gamma cresce del 21% nel 2022
Secondo l’Osservatorio Altagamma 2022, il mercato globale dell’alto di gamma sale a circa €1.400 miliardi. Previsioni positive anche per il 2023.
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
SACE - Simest: export italiano settembre 2022
Nei primi nove mesi del 2022 le esportazioni italiane sono cresciute del 21,1% rispetto allo stesso periodo del 2021. Si conferma prevalente il sostegno dato dai valori medi unitari (+20,3%), mentre l’incremento dei volumi è modesto (+0,7%).
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
Focus SACE: rallenta l’economia cinese
L’effetto dei continui lockdown è stato stimato in 1,2 p.p. di Pil reale nel 2022 dal Fondo Monetario Internazionale, che ha tagliato le stime di crescita del Paese a +3,2%.
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
Brief Cdp: il sistema energetico italiano
La tenuta del sistema energetico italiano è minacciata dalla tenuta dei bilanci di imprese energetiche e utenti finali e dal rischio relativo allo svuotamento degli stoccaggi.
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Grandi gruppi moda: ricavi a doppia cifra nel 2022
Il report sul Sistema Moda Mondo dell’Area Studi Mediobanca analizza i dati finanziari di 78 multinazionali con ricavi superiori a un miliardo di euro ciascuna.
Distretti industriali: export nel I semestre +17,7%
Distretti industriali: export nel I semestre +17,7%
Record storico per l’export dei distretti industriali italiani nel primo semestre dell’anno, con tutte le filiere distrettuali oltre i livelli pre-pandemici e con una crescita delle esportazioni superiore a quella tedesca.
Bollettino Economico Banca d’Italia ottobre 2022
Bollettino Economico Banca d’Italia ottobre 2022
In ottobre il Fondo monetario internazionale ha confermato la previsione di crescita del prodotto mondiale nel 2022, mentre ha ridotto la stima per l’anno prossimo al 2,7 per cento.
SACE - Simest: export italiano agosto 2022
SACE - Simest: export italiano agosto 2022
Nei primi otto mesi del 2022 le esportazioni italiane sono aumentate del 22,1% rispetto allo stesso periodo del 2021.