SACE - Simest: Export italiano Giugno 2021

di lettura

Nei primi 6 mesi dell'anno si registra una crescita del +24% delle vendite italiane oltreconfine rispetto a giugno 2020.

Image

Questa dinamica beneficia di un effetto base favorevole dovuto soprattutto al confronto con aprile e maggio 2020, mesi di forti restrizioni per il contenimento della pandemia e in cui l’export Made in Italy ha toccato livelli minimi.

Mese di riferimento

La congiuntura. L’export torna a crescere rispetto al mese precedente, dopo la flessione congiunturale di aprile (+1,4% giu’21 vs. mag‘21), grazie all’aumento nei Paesi Ue (+2,5%). In accelerazione la crescita congiunturale nel secondo trimestre (+5% rispetto al +2,8% del primo trimestre).

Il trend. Dal confronto con giugno 2020, emerge una crescita tendenziale marcata (+25,4%), ma più debole rispetto ai mesi precedenti (+41,9% mag’21 vs. mag’20; +97,6% apr‘21 vs. apr‘20).

Contesto globale. Si conferma anche nel sesto mese la crescita diffusa ai principali partner e settori, fatta eccezione per la farmaceutica (-1,1% vs. giu’20).

Primo semestre

Tra gennaio e giugno 2021 si registra una crescita sostenuta delle vendite italiane oltreconfine (+24,2% vs. gen-giu’20). Tale dinamica continua a beneficiare di un effetto base favorevole dovuto soprattutto al confronto con aprile e maggio 2020, mesi di forti restrizioni per il contenimento della pandemia.

Dentro e fuori l’Unione Europea

Nel primo semestre 2021 si osserva un’ampia crescita dei Paesi Ue (+25,7%). Si segnala in particolare l’aumento verso Polonia (+41,0%), Paesi Bassi (+34,2%) e Spagna (+30,2%). Forte anche la domanda proveniente dai nostri primi mercati di sbocco: Germania (+24,6%) e Francia (+25,4%).

Focus Paesi

Tra gennaio e giugno 2021, l’export verso Polonia, Giappone e India è accomunato da una crescita marcata di metalli e prodotti in metallo (+84,7%, +49,7% e +24,5% rispettivamente). Incremento sopra la media del settore per gli alimentari e le bevande Made in Italy nelle tre geografie (+28,8% verso Varsavia, +25% verso Nuova Delhi e +12,8% verso Tokyo). In positivo verso Polonia e Giappone anche le vendite di farmaceutica (nell’ordine +4,7% e +3,4%),

Leggermente più debole la performance verso i Paesi extra-Ue (+22,5%), dove a crescite ben sopra la media – ad esempio Cina (+48,3%), Mercosur (+46,7%), India (+36,6%) – si contrappongono riprese relativamente più contenute – tra gli altri Giappone (+7,1%), UK (+11,4%) e Stati Uniti (+15,1%).

Focus industrie e settori

In termini di raggruppamenti principali di industrie, la crescita si è «stabilizzata» per i beni di consumo (+17,0% il dato tendenziale dei primi cinque e sei mesi). Il traino per questo raggruppamento continua a provenire dai beni durevoli (+49,8%), mentre l’incremento dei beni non durevoli è meno intenso (+11,5%) e risente del calo registrato dalla farmaceutica.

Rimane sostenuta ma in leggera decelerazione la crescita dei beni strumentali (+29,3% rispetto a gen-giu’20, +32,2% rispetto a gen-mag’20).

Accelerano invece i beni intermedi, che segnano un +26,3% rispetto al primo semestre 2020, grazie anche alle ottime performance dei metalli e prodotti in metallo.

Si osserva una crescita marcata per gli autoveicoli (+56,4%), diffusa alla maggior parte delle geografie e sostenuta soprattutto dai principali partner europei: Germania (+55,0%), Francia (+62,0%) e Spagna (+85,2%). Continuano a crescere anche le esportazioni di apparecchi elettrici (+31,9%), specie verso Regno Unito (+49,3%), Polonia (+44,1%) e Stati Uniti (+35,6%).

Ampio incremento per gli articoli in pelle (+30,2%), che nei primi sei mesi dell’anno mostrano un buon recupero dopo il crollo del 2020. Particolarmente positiva la performance verso importanti mercati per il comparto quali Svizzera (+22,9%), Francia (+37,6%) Stati Uniti (+51,1%) e Cina (+89,2%).

Fonte: SACE - Simest

Analisi di mercato
Export Italia luglio 2021
SACE - Simest: Export italiano luglio 2021
Nei primi 7 mesi dell'anno si registra un incremento sostenuto delle vendite italiane all’estero (+22,8% vs. gen-lug’ 20). Tale dinamica continua a beneficiare del confronto con aprile e maggio 2020, mesi di restrizioni dovute alla pandemia, durante i quali le esportazioni di beni italiane sono crollate.
Congiuntura metalmeccanica
Congiuntura Metalmeccanica (settembre 2021)
Secondo l’Indagine congiunturale di Federmeccanica, nei mesi più recenti l’attività produttiva metalmeccanica ha superato i volumi di produzione che si realizzavano prima della pandemia.
Rapporto Export SACE 2021
Rapporto Export SACE 2021
La XV edizione del Rapporto Export di SACE offre informazioni utili per orientarsi sui mercati esteri e comprendere le dinamiche dell’export italiano.
Gap infrastrutture Italia
Il capitale infrastrutturale dell’Italia
La competitività delle imprese è legata alla disponibilità di una rete adeguata di trasporti e di telecomunicazioni, nonché alla qualità del servizio energetico e idrico input essenziali dei processi di produzione.
Regioni italiane export I semestre 2021
Esportazioni delle regioni italiane (II trimestre 2021)
Nel secondo trimestre l'Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni, con intensità diverse, per tutte le ripartizioni: +7,3% il Nord-est, +3,8% il Sud e Isole, +3,6% il Nord-ovest e +0,2% il Centro.
Promuovere il commercio di ortofrutta Italia-Cina
Promuovere il commercio di ortofrutta Italia-Cina
Dal Forum Italia-Cina, evento di apertura del Macfrut, arriva la proposta di creare un Hub logistico nel Nord-Est per servire il mercato della Cina (terzo importatore mondiale di ortofrutta).
Ricerca Deloitte Monitor
I bisogni delle PMI per la ripresa post-Covid
Per identificare le direttrici di ripresa delle PMI italiane nel post- Covid, Deloitte insieme al Gruppo Intesa Sanpaolo e Piccola Industria Confindustria, hanno condotto un’indagine su 6.100 PMI.
Conti economici Istat: II trimestre 2021
Conti economici Istat: II trimestre 2021
Nel secondo trimestre 2021, il Pil italiano è aumentato del 2,7% rispetto al trimestre precedente e del 17,3% nei confronti del secondo trimestre 2020. La variazione acquisita per il 2021 è pari a +4,7%.
Esportare la dolce vita 2021
Esportare la Dolce vita 2021
Bello e ben fatto: il potenziale del made in Italy nel panorama internazionale post pandemia. A cura di Centro Studi Confindustria.
Bollettino economico Banca d’Italia luglio 2021
Bollettino economico Banca d’Italia luglio 2021
Ai rapidi progressi delle campagne di vaccinazione ha corrisposto una decisa ripresa dell’attività economica globale − che si è estesa al settore dei servizi − e del commercio mondiale; le prospettive sono però ancora molto eterogenee tra paesi.