WEF: Covid-19 Risks Outlook

di lettura

World Economic Forum, in collaborazione con Marsh & McLennan e Zurich Insurance Group, ha pubblicato un report sui rischi della pandemia per lo sviluppo economico.

WEF: Covid-19 Risks Outlook

La survey COVID-19 Risks Perception - che ha consentito di stilare la classifica delle maggiori preoccupazioni a livello mondiale per i prossimi 18 mesi - è basata sulle valutazioni e previsioni di 350 risk manager.

Due terzi degli specialisti del rischio si sono detti preoccupati per l’andamento del business da una prolungata recessione globale e dalla disoccupazione giovanile.

Oltre alle conseguenze delle restrizioni causate dalla pandemia alla circolazione internazionale delle merci e delle persone, molti intervistati hanno espresso timori per l’aumento dei fallimenti aziendali e per la rottura di alcune catene di fornitura.

Rischi 2020 - 2021

Aggregando i risultati della survey e mettendoli in correlazione tra loro emergono, secondo gli analisti, 4 sfide a livello globale: tenuta sistema economico, rilancio sostenibilità, benessere della popolazione, utilizzo delle tecnologie.  

  1. Una prolungata recessione globale interesserà molti Paesi e aziende nei prossimi 18 mesi. Il Covid-19 ha ridotto l’attività economica e richiesto l’intervento di interventi pubblici per fronteggiare l’emergenza  che appesantiranno a lungo i debiti statali e i bilanci aziendali. Il Fondo Monetario Internazionale stima per quest’anno una riduzione del Pil globale del 3%, una caduta del commercio globale compresa tra il 13% e il 32% mentre gli Investimenti diretti esteri crolleranno tra il 30 e il 40%.
  2. Anche se il virus ha provocato il momentaneo arresto di molte attività produttive e degli spostamenti di persone con evidenti benefici sulla qualità dell’aria, la ripresa potrebbe avere pesanti ricadute sul nostro ecosistema. E’ il momento di uscire dal circolo vizioso, di ripensare i modelli di business per renderli più sostenibili e di promuovere la digitalizzazione per favorire il lavoro da remoto e ridurre le emissioni. Bisogna supportare le energie rinnovabili e seguire i principi dell’Accordo di Parigi sul clima nei piani di rilancio industriali.
  3. Oltre a mettere in ginocchio il sistema sanitario, il Covid-19 e i lockdown prolungati mettono a dura prova l’equilibrio mentale delle persone e insinuano timori nella società. Un elevato tasso di disoccupazione - considerato il secondo rischio globale più preoccupante - aumenta le disuguaglianze e contribuisce alla disgregazione sociale, oltre a deprimere i consumi. Preoccupano anche le conseguenze della pandemia sulle libertà personali (privacy), sul benessere fisico, sul sistema educativo e sulle prospettive occupazionali delle nuove generazioni.
  4. Le tecnologie ai tempi del Covid-19 hanno un ruolo fondamentale: videoconferenze, applicazioni di tracciamento, Intelligenza artificiale nella ricerca, telemedicina, rapido scambio di informazioni e dati a livello globale offrono un valido aiuto. Ma sono anche aumentati i rischi cyber (malware, ransomware e phishing). L’esponenziale incremento del lavoro da casa ha esposto a maggiori rischi di intrusione milioni di utenti nel mondo.

Cyberattacks

Il Covid-19 si è rapidamente trasformato da pandemia a crisi economica internazionale e ha dimostrato le profonde interconnessioni che ormai legano i destini e i sistemi industriali dei principali Paesi, le catene di fornitura, i sistemi logistici. Una valida risposta all’emergenza sarà possibile nella misura in cui sapremo comprendere e gestire queste interdipendenze sociali, politiche, economiche, con spirito di collaborazione tra collettività, settore pubblico e privato.

La survey è stata condotta dal 1° al 13 aprile.

Analisi di mercato
Osservatorio Vinitaly - Nomisma Wine Monitor 2020
Osservatorio Vinitaly - Nomisma Wine Monitor 2020
Solo un’azienda vitivinicola italiana su 10 aumenterà il proprio business nel 2020, mentre per oltre 7 imprese su 10 le vendite totali vireranno in negativo.
La produzione globale dopo il Covid: quale riassetto in Asia?
La produzione globale dopo il Covid: quale riassetto in Asia?
Pubblichiamo un abstract del Focus on di Sace - Simest  “La produzione globale dopo il Covid: verso un nuovo riassetto asiatico?”
SACE - Simest: Export italiano settembre 2020
SACE - Simest: Export italiano settembre 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione dell'11,6% nei primi nove mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
GreenItaly 2020
GreenItaly 2020
L’Italia è leader europeo nel riciclo dei rifiuti e nell’economia circolare secondo l’undicesimo rapporto sulla green economy italiana di Symbola e Unioncamere.
L’economia delle regioni italiane (novembre 2020)
L’economia delle regioni italiane (novembre 2020)
Gli aggiornamenti congiunturali di Banca d’Italia sull’andamento dell’economia nelle regioni italiane (novembre 2020).
Prometeia:  Analisi dei settori industriali ottobre 2020
Prometeia: Analisi dei settori industriali ottobre 2020
A partire dai mesi estivi, l’industria manifatturiera italiana ha registrato un recupero intenso e diffuso, che tuttavia non potrà impedire un calo del fatturato del 14.3% a prezzi costanti nel 2020.
SACE - Simest: Export italiano agosto 2020
SACE - Simest: Export italiano agosto 2020
L'export italiano di beni mostra una contrazione del 13,3% nei primi otto mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
ISMEA: bilancia agroalimentare nazionale I semestre 2020
ISMEA: bilancia agroalimentare nazionale I semestre 2020
Nonostante l’emergenza sanitaria mondiale, le esportazioni italiane di prodotti agroalimentari sono aumentate durante i primi sei mesi del 2020.
Promozione del turismo piccolo museale negli USA
Promozione del turismo piccolo museale negli USA
Una delle peculiarità dell’Italia è la presenza di numerosi piccoli musei locali collocati prevalentemente in centri di medie e piccole dimensioni e nei borghi storici. 
Brexit: The Border with the European Union
Brexit: The Border with the European Union
Il Governo britannico ha aggiornato ad ottobre 2020 il primo modello operativo sulle operazioni tra Gran Bretagna e Unione Europea del luglio scorso.