Codici di geonomenclatura

di lettura
Con Regolamento (CE) n. 750/2005, la Commissione Ue ha adottato una nuova versione della nomenclatura di Paesi e territori per le statistiche del commercio intra ed extra comunitario, valida a decorrere dal 1° giugno 2005.

Per la dichiarazione dell'origine comunitaria delle merci nell'ambito degli scambi con Paesi terzi è stato creato un codice specifico:
EU (alfabetico) e 999 (numerico).

I codici numerici a tre cifre (che nell'allegato al regolamento figurano affiancati ai codici alfabetici) secondo la recente normativa comunitaria dovranno essere abbandonati e sostituiti dai codici alfabetici.
Gli Stati membri tuttavia potranno utilizzare tali codici numerici per un periodo transitorio che durerà fino all'applicazione delle norme riguardanti la revisione del Documento Amministrativo Unico (DAU).

Il regolamento ha introdotto nuovi codici di geonomenclatura per

  • Kosovo (XK – 095)
  • Montenegro (XM – 097)
  • Serbia (XS – 098).

Regolamento (CE) n. 750/2005

Validi dal 1° giugno 2005
Dogane
Guida pratica: origine preferenziale delle merci
Guida pratica: origine preferenziale delle merci La guida, realizzata da Unioncamere Lombardia, ha lo scopo di informare e fornire strumenti pratici alle imprese nell’ambito dell’origine preferenziale della merce. 
Origine non preferenziale: le regole di attribuzione
Origine non preferenziale: le regole di attribuzione L’origine, da non confondere con la provenienza, è la nazionalità economica dei beni scambiati nel commercio internazionale. Esistono due tipi di origine: preferenziale/fiscale e non preferenziale/economica.
Le prove di cessione Intra Ue e il Reg. Ue 2018/1912
Le prove di cessione Intra Ue Che l’acquisizione e la gestione documentale delle prove delle cessioni Intra UE sia un problema ed una criticità nella vita di molte imprese italiane non è che una constatazione di fatto.
Novità certificati EUR 1 EUR MED
Novità certificati EUR 1 EUR MED Nell'articolo un aggiornamento a seguito dell’entrata in vigore della Nota dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli n. 200901 del 5 dicembre 2019.
Abolizione dei certificati EUR1 e ATR previdimati per l'esportatore autorizzato
Novità EUR1 e ATR: l’importanza della qualifica di esportatore autorizzato Ottenere la qualifica di esportatore autorizzato per l’impresa rivolta all’export diventa sempre più importante.
Brexit: linee guida per gli aspetti doganali
Brexit: linee guida per gli aspetti doganali Nonostante siano passati già 3 anni dal referendum che ha dato avvio al processo Brexit, persiste tutt’ora un clima di incertezza per quanto riguarda le modalità di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea.
Guida pratica per le operazioni di import export
Guida pratica per le operazioni di import export In un contesto di sempre crescente espansione e orientamento verso i mercati esteri, l’attività commerciale e produttiva delle aziende italiane richiede la conoscenza di normative e adempimenti che risultano di fondamentale importanza per la corretta gestione delle operazioni di natura internazionale.
Status di AEO e accordi di mutuo riconoscimento
Status di AEO e accordi di mutuo riconoscimento Nell'articolo sono presentate le novità riguardanti la procedura per il rilascio dello status di Operatore Economico Autorizzato e i relativi benefici.
Turchia: Richiesta prova d’origine
Turchia: Novità per richiesta prova d’origine L’accordo di Unione Doganale fra UE e Turchia, ad oggi in vigore, prevede che i prodotti immessi in libera pratica e successivamente importati nel Paese di destinazione godano di abbattimento daziario, purché scortati dal certificato ATR  (ad esempio merce immessa in libera pratica nella Comunità Europea, spedita in Turchia e qui immessa in libera pratica).
Esportare in Arabia Saudita: novità per imballaggi e plastica monouso
Esportare in Arabia Saudita: imballaggi e plastica monouso A settembre 2019 inizierà la seconda fase del regolamento che l’Arabia Saudita ha introdotto nel dicembre 2017 per contrastare i rischi ambientali e sanitari. Tale regolamento riguarda le materie plastiche tra cui è incluso anche il materiale da imballaggio.