Controlli e licenze sulle esportazioni e importazioni UE – UK

di lettura

Regno Unito e UE: controlli sulle esportazioni e importazioni beni a duplice uso alla luce della eventuale “No deal Brexit”.

Controlli e licenze sulle esportazioni e importazioni UE – UK

Al momento della scrittura del presente articolo, il Regno Unito è parte del territorio doganale dell'UE, e quindi soggetto alla legislazione UE sul controllo delle esportazioni - compreso il regolamento UE sul duplice uso. Il Regno Unito è ancora considerato uno Stato membro dell'UE ai fini dei controlli sulle esportazioni, e quindi, non sono necessarie licenze per esportazione di prodotti a duplice uso indicati nell’Annex I tra l'UE e il Regno Unito.

Questo contesto non cambierà almeno fino al 31 dicembre 2020, quando dovrebbe terminare l'attuale periodo di transizione per la Brexit, salvo ulteriore accordo di estensione.

Una volta terminato il periodo di transizione per la Brexit (a partire dal 1 ° gennaio 2021 o in seguito a un'eventuale proroga di tale data) e nell'ambito di una Brexit “no deal” (senza accordo), il Regno Unito diventerebbe un paese terzo dall'UE e viceversa.

Sarebbero, pertanto, necessarie licenze per autorizzare esportazioni di prodotti a duplice uso tra l'UE e il Regno Unito. Allo stesso modo, le licenze di esportazione a duplice uso concesse nel Regno Unito non sarebbero più valide per l'esportazione dall'UE e viceversa.

Tuttavia, al momento, il Regno Unito ha previsto la copertura delle licenze per le esportazioni a duplice uso dal Regno Unito verso l'UE, ed è probabile che l'UE aggiunga il Regno Unito come destinazione alla sua autorizzazione generale di esportazione EUGEA 001.

Attuali controlli sulle esportazioni del Regno Unito

Come indicato, il regolamento UE sul duplice uso è in vigore nel Regno Unito, sebbene la legislazione nazionale britannica individui reati per il mancato rispetto dei regolamenti dell'UE. Inoltre, il Regno Unito prevede controlli sulle esportazioni per quanto riguarda i militari e altri articoli.

La legislazione di riferimento specifica del Regno Unito include quanto segue:

  • Export Control Act 2002 – legge quadro
  • Export Control Order 2008/3231 2008 (l'ECO 2008), che stabilisce i controlli sui beni militari  e alcuni controlli supplementari a duplice uso, oltre a fornire licenze e applicazione in relazione al regolamento dell'UE sul duplice uso
  • Customs and Excise Management Act 1979, che stabilisce i principali reati penali del Regno Unito relativi alle violazioni del duplice uso e ai controlli militari sulle esportazioni.

L'ECO 2008 stabilisce due elenchi di controllo delle esportazioni nel Regno Unito:

  • UK Military list (allegato 2 all'ECO 2008), che elenca gli articoli soggetti a controlli sulle esportazioni militari nel Regno Unito. Questo è strettamente allineato con l'elenco militare comune dell'UE. Anche i concetti di "appositamente progettato" o "modificato" per uso militare.
  • L'Elenco dei prodotti a duplice uso del Regno Unito (allegato 3 all'ECO 2008), che definisce un numero limitato di articoli sui quali il Regno Unito ha scelto di imporre controlli aggiuntivi. La maggior parte di questi articoli è controllata solo per la fornitura a destinazioni specifiche, come l'Iran e la Russia.

All'interno dell'UE, ciascuno dei singoli Stati membri è responsabile delle licenze per le esportazioni (sia per quanto riguarda i controlli a livello dell'UE sui prodotti a duplice uso, sia per i controlli nazionali). Non esiste un organismo di licenza di esportazione a livello dell'UE.

Prospettive future “No deal Brexit”

Il quadro generale dei controlli delle esportazioni a duplice uso non cambierebbe, ma ci sarebbero modifiche ad alcuni requisiti di licenza:

Da UE a UK

  • Le licenze di esportazione esistenti rilasciate dai 27 paesi dell'UE non saranno più valide per l'esportazione di prodotti a duplice uso verso il Regno Unito. Sarà necessaria una nuova licenza, rilasciata da uno stato membro dell'UE, per esportare tali articoli dagli stati membri dell'UE nel Regno Unito che sarà considerato territorio extra UE.

Da UK a EU

  • Per gli operatori britannici sarà necessario ottenere una nuova licenza di esportazione emessa dalla Gran Bretagna.  L’ ECJU (Export Control Joint Unit) ha pubblicato la Open General Export License (OGEL) per le esportazioni di articoli a duplice uso nei paesi dell'UE. Prima di richiedere tale licenza sarà necessario registrarsi tramite il sistema SPIRE. Questa nuova licenza di esportazione eliminerà la necessità di richiedere licenze individuali e potrà essere utilizzata immediatamente dopo che il Regno Unito avrà lasciato l'UE.

Marco Bertozzi

Dogane
Brexit: rinviati i controlli di importazione delle merci Ue
Brexit: rinviati i controlli di importazione delle merci Ue
Giovedì 11 marzo l’agenzia delle dogane britanniche ha disposto un rinvio dei controlli di importazione delle merci provenienti dall’Unione Europea.
Digitalizzazione Certificato EUR 1, A.TR e EURMED
Digitalizzazione Certificato EUR 1, A.TR e EURMED
L’Agenzia delle Dogane e Monopoli il 12 marzo 2021 ha organizzato l’Open hearing “EUR 1 – full digital” dedicato alle nuove procedure per la richiesta e il rilascio dei certificati EUR 1, A.TR e EURMED.
Brexit: Guida sulle problematiche doganali e Iva
Brexit: Guida sulle problematiche doganali e Iva
Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia hanno aggiornato “Brexit: Guida pratica e scenari futuri in ambito doganale e Iva”.
Prospettive di modifica del sistema di controllo delle esportazioni beni dual use
Prospettive di modifica del sistema di controllo delle esportazioni beni dual use
I beni a duplice uso sono beni, software e tecnologie che possono essere utilizzati sia per applicazioni civili che militari.
L’azienda diventa responsabile per i reati di contrabbando
L’azienda diventa responsabile per i reati di contrabbando
La responsabilità dell’impresa ai sensi del dlgs. n. 231/01 ricorre ora anche nei casi di reato di contrabbando.
Brexit: corsa al Rex per beneficiare del dazio zero
Brexit: corsa al Rex per beneficiare del dazio zero
Con l’accordo di libero scambio sottoscritto da Ue e Uk, le merci di origine preferenziale, come tali correttamente auto-dichiarate dagli esportatori, beneficiano degli effetti dell’area di libero scambio con dazi di import zero.
Accordo commerciale UE - UK: origine preferenziale, REX e AEO
Accordo commerciale UE - UK: origine preferenziale, REX e AEO
Dal 1 gennaio 2021 il Regno Unito non più parte del mercato unico e ha  lasciato l'unione doganale UE insieme a tutte le politiche dell'Unione europea e agli accordi internazionali. 
Normativa Dual Use e relazioni commerciali UE - Stati Uniti
Normativa Dual Use e relazioni commerciali UE - Stati Uniti
Le competenze in materia di prodotti e tecnologie a duplice uso sono passate in capo all’Autorità nazionale UAMA (Unità per le autorizzazioni dei materiali di armamento).
L’obbligatorietà della dichiarazione doganale export in Italia
L’obbligatorietà della dichiarazione doganale export in Italia
Il 18 dicembre 2020 è stata pubblicata la circolare 49/2020 in vista della Brexit su “ufficio doganale territorialmente competente” e altre semplificazioni per gli operatori economici.
Diritti doganali in franchigia: merci di rientro nel territorio doganale Ue
Diritti doganali in franchigia: merci di rientro nel territorio doganale Ue
L’art. 154 del Codice Doganale dell’Unione stabilisce che, tutte le merci in libera pratica nell’Unione, che godono dello status di merci unionali,  perdono detta posizione doganale qualora escano in esportazione dal territorio doganale della UE.