Controlli e licenze sulle esportazioni e importazioni UE – UK

di lettura

Regno Unito e UE: controlli sulle esportazioni e importazioni beni a duplice uso alla luce della eventuale “No deal Brexit”.

Image

Al momento della scrittura del presente articolo, il Regno Unito è parte del territorio doganale dell'UE, e quindi soggetto alla legislazione UE sul controllo delle esportazioni - compreso il regolamento UE sul duplice uso. Il Regno Unito è ancora considerato uno Stato membro dell'UE ai fini dei controlli sulle esportazioni, e quindi, non sono necessarie licenze per esportazione di prodotti a duplice uso indicati nell’Annex I tra l'UE e il Regno Unito.

Questo contesto non cambierà almeno fino al 31 dicembre 2020, quando dovrebbe terminare l'attuale periodo di transizione per la Brexit, salvo ulteriore accordo di estensione.

Una volta terminato il periodo di transizione per la Brexit (a partire dal 1 ° gennaio 2021 o in seguito a un'eventuale proroga di tale data) e nell'ambito di una Brexit “no deal” (senza accordo), il Regno Unito diventerebbe un paese terzo dall'UE e viceversa.

Sarebbero, pertanto, necessarie licenze per autorizzare esportazioni di prodotti a duplice uso tra l'UE e il Regno Unito. Allo stesso modo, le licenze di esportazione a duplice uso concesse nel Regno Unito non sarebbero più valide per l'esportazione dall'UE e viceversa.

Tuttavia, al momento, il Regno Unito ha previsto la copertura delle licenze per le esportazioni a duplice uso dal Regno Unito verso l'UE, ed è probabile che l'UE aggiunga il Regno Unito come destinazione alla sua autorizzazione generale di esportazione EUGEA 001.

Attuali controlli sulle esportazioni del Regno Unito

Come indicato, il regolamento UE sul duplice uso è in vigore nel Regno Unito, sebbene la legislazione nazionale britannica individui reati per il mancato rispetto dei regolamenti dell'UE. Inoltre, il Regno Unito prevede controlli sulle esportazioni per quanto riguarda i militari e altri articoli.

La legislazione di riferimento specifica del Regno Unito include quanto segue:

  • Export Control Act 2002 – legge quadro
  • Export Control Order 2008/3231 2008 (l'ECO 2008), che stabilisce i controlli sui beni militari  e alcuni controlli supplementari a duplice uso, oltre a fornire licenze e applicazione in relazione al regolamento dell'UE sul duplice uso
  • Customs and Excise Management Act 1979, che stabilisce i principali reati penali del Regno Unito relativi alle violazioni del duplice uso e ai controlli militari sulle esportazioni.

L'ECO 2008 stabilisce due elenchi di controllo delle esportazioni nel Regno Unito:

  • UK Military list (allegato 2 all'ECO 2008), che elenca gli articoli soggetti a controlli sulle esportazioni militari nel Regno Unito. Questo è strettamente allineato con l'elenco militare comune dell'UE. Anche i concetti di "appositamente progettato" o "modificato" per uso militare.
  • L'Elenco dei prodotti a duplice uso del Regno Unito (allegato 3 all'ECO 2008), che definisce un numero limitato di articoli sui quali il Regno Unito ha scelto di imporre controlli aggiuntivi. La maggior parte di questi articoli è controllata solo per la fornitura a destinazioni specifiche, come l'Iran e la Russia.

All'interno dell'UE, ciascuno dei singoli Stati membri è responsabile delle licenze per le esportazioni (sia per quanto riguarda i controlli a livello dell'UE sui prodotti a duplice uso, sia per i controlli nazionali). Non esiste un organismo di licenza di esportazione a livello dell'UE.

Prospettive future “No deal Brexit”

Il quadro generale dei controlli delle esportazioni a duplice uso non cambierebbe, ma ci sarebbero modifiche ad alcuni requisiti di licenza:

Da UE a UK

  • Le licenze di esportazione esistenti rilasciate dai 27 paesi dell'UE non saranno più valide per l'esportazione di prodotti a duplice uso verso il Regno Unito. Sarà necessaria una nuova licenza, rilasciata da uno stato membro dell'UE, per esportare tali articoli dagli stati membri dell'UE nel Regno Unito che sarà considerato territorio extra UE.

Da UK a EU

  • Per gli operatori britannici sarà necessario ottenere una nuova licenza di esportazione emessa dalla Gran Bretagna.  L’ ECJU (Export Control Joint Unit) ha pubblicato la Open General Export License (OGEL) per le esportazioni di articoli a duplice uso nei paesi dell'UE. Prima di richiedere tale licenza sarà necessario registrarsi tramite il sistema SPIRE. Questa nuova licenza di esportazione eliminerà la necessità di richiedere licenze individuali e potrà essere utilizzata immediatamente dopo che il Regno Unito avrà lasciato l'UE.

Marco Bertozzi

Dogane
CARGOX e ACI: la nuova procedura per esportare in Egitto
CARGOX e ACI: la nuova procedura per esportare in Egitto
Dopo una fase pilota iniziata il 1° aprile, il 1° ottobre 2021 è diventato obbligatorio l’utilizzo del sistema Advance Cargo Information (ACI) per gli scambi commerciali con l’Egitto.
Egitto: dal 1° ottobre Dichiarazione anticipata di informazioni sul carico
Egitto: dal 1° ottobre Dichiarazione anticipata di informazioni sul carico
Le informazioni anticipate sul carico (ACI) stanno diventando obbligatorie per tutte le spedizioni di importazione dall'Egitto.
Accordi commerciali
Commercio internazionale: accordi di libero scambio e semplificazioni
Sono 46 (includendo il Regno Unito) gli accordi di libero scambio conclusi dall’Unione europea che concedono alle imprese Ue condizioni vantaggiose nelle operazioni verso 78 Paesi extra-Ue.
Svizzera: abolizione dazi all’importazione e semplificazione codici doganali
Svizzera: abolizione dazi all’importazione e semplificazione codici doganali
Il parlamento federale svizzero ha approvato il 1 Ottobre 2021 l’abolizione dei dazi doganali sulla maggior parte dei prodotti industriali che entrerà in vigore il 1° gennaio 2022.
Convenzione Vienna settore orafo
Oreficeria: meno barriere all’export con la Convenzione di Vienna
L’adesione dell’Italia alla Convenzione di Vienna si tradurrà in minori oneri e barriere all’esportazione per le 7.500 imprese italiane del settore orafo.
Dual use
Nuovo Regolamento UE sui beni a duplice uso
Dal 9 settembre 2021 è in vigore il Regolamento UE 2021/821 sui beni a duplice uso. Estesi i controlli a beni e tecnologie e particolare attenzione agli aspetti di Cybersecurity.
Brexit e problemi doganali
Problemi doganali nel Regno Unito: cosa fare in caso di MRN scaduto?
Nonostante il Regno Unito sia uscito già da alcuni mesi dall’Unione Doganale, si continuano a ricevere segnalazioni di problemi dalle imprese per quanto riguarda le esportazioni verso le isole britanniche.
Origine preferenziale: le regole transitorie dell’accordo Paneuromediterraneo (PEM)
Origine preferenziale: le regole transitorie dell’accordo Paneuromediterraneo (PEM)
Nel 2012 sono iniziate le discussioni per modernizzare la Convenzione PEM (Paneuromediterraneo). La Convenzione riveduta deve essere approvata all'unanimità.
Ue - zona Paneuromediterranea: semplificate regole di origine
Ue - zona Paneuromediterranea: semplificate regole di origine
La Commissione europea ha pubblicato il 25 agosto 2021 una Guida sulle regole di origine transitorie applicabili nella zona Paneuromediterranea (PEM).
Accordo RCEP
Accordo commerciale RCEP
Il 15 novembre 2020 è stato finalizzato il Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), accordo commerciale di libero scambio che, oltre ai 10 paesi ASEAN, comprende Australia, Cina, Corea del Sud, Giappone e Nuova Zelanda.