Dazi doganali ed Iva all'import

di lettura

Gli accertamenti dell'Agenzia delle Dogane per riscuotere le risorse proprie e la connessa IVA all’import, diventano esecutivi dopo 10 giorni dalla notifica.

Image

La Commissione europea ha censurato l’intempestività dei termini nazionali di attivazione delle procedure di riscossione coattiva dei dazi doganali. Tale procedura, infatti, deve essere improntata alla massima celerità in quanto trattasi di crediti immediatamente applicabili in virtù dell’art. 7 del Reg. (CEE) n. 2913/1992 del Consiglio del 12 ottobre 1992.

Novella legislativa

Il legislatore, per porre rimedio alla censura mossa, con l’art. 9, comma 3-bis, del decreto legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito con modificazioni ed integrazioni dalla legge 26 aprile 2012, n. 44 ha stabilito che:

  • gli atti di accertamento emessi dall’Agenzia delle Dogane ai fini del recupero delle risorse proprie tradizionali e della connessa IVA all’importazione costituiscono titolo esecutivo, decorsi dieci giorni dalla notifica al contribuente
  • decorso il termine ultimo per il pagamento, la riscossione delle somme richieste, in deroga alle disposizioni in materia di iscrizione a ruolo, venga affidata in carico agli agenti della riscossione con modalità da determinarsi con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane, di concerto con il Ragioniere generale dello Stato.

Eliminazione della cartella di pagamento – Effetti

In forza della modifica legislativa, dal 28 marzo 2013, decorsi 10 giorni dalla notifica al contribuente i suddetti avvisi di accertamento diventano immediatamente eseguibili e legittimano l’esecuzione coattiva del credito tributario da parte dell’agente della riscossione.

Modalità di attuazione

Con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Dogane, di concerto con il Ragioniere generale dello Stato, Prot. n. 3204 del 21 gennaio 2013, pubblicato il 24 gennaio 2013 sul sito dell’Agenzia delle Dogane, ed entrato in vigore il 28 gennaio 2013, è stata data attuazione a quanto previsto dal citato art. 9, comma 3-bis, del decreto legge 2 marzo 2012, n. 16.

Il Provvedimento ha definito:

  • le modalità di affidamento del carico e il contenuto dei flussi telematici di trasmissione agli agenti della riscossione per il tramite di Equitalia servizi S.p.a.
  • le modalità di formazione e consegna dei carichi
  • la definizione del momento in cui si intende effettuata la consegna del carico all’agente della riscossione
  • gli obblighi di natura contabile a carico degli agenti della riscossione.  

Decorrenza delle nuove procedure

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli con nota Prot. n. 12035 R.U. del 1 febbraio 2013 ha fornito chiarimenti in merito alla decorrenza delle nuove procedure applicative precisando che, poiché le disposizioni in argomento comportano alcune modifiche a carico dei contribuenti, l’effettiva applicazione è rinviata al 28 marzo 2013 – sessantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del provvedimento- ai sensi di quanto stabilito dall’art. 3, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212 (Statuto del contribuente).

Simone Del Nevo Avv. Massimo Albertelli

Tag dell'informativa

Dogane
Svizzera: abolizione dazi all’importazione e semplificazione codici doganali
Svizzera: abolizione dazi all’importazione e semplificazione codici doganali
Il parlamento federale svizzero ha approvato il 1 Ottobre 2021 l’abolizione dei dazi doganali sulla maggior parte dei prodotti industriali che entrerà in vigore il 1° gennaio 2022.
Convenzione Vienna settore orafo
Oreficeria: meno barriere all’export con la Convenzione di Vienna
L’adesione dell’Italia alla Convenzione di Vienna si tradurrà in minori oneri e barriere all’esportazione per le 7.500 imprese italiane del settore orafo.
Dual use
Nuovo Regolamento UE sui beni a duplice uso
Dal 9 settembre 2021 è in vigore il Regolamento UE 2021/821 sui beni a duplice uso. Estesi i controlli a beni e tecnologie e particolare attenzione agli aspetti di Cybersecurity.
Brexit e problemi doganali
Problemi doganali nel Regno Unito: cosa fare in caso di MRN scaduto?
Nonostante il Regno Unito sia uscito già da alcuni mesi dall’Unione Doganale, si continuano a ricevere segnalazioni di problemi dalle imprese per quanto riguarda le esportazioni verso le isole britanniche.
Origine preferenziale: le regole transitorie dell’accordo Paneuromediterraneo (PEM)
Origine preferenziale: le regole transitorie dell’accordo Paneuromediterraneo (PEM)
Nel 2012 sono iniziate le discussioni per modernizzare la Convenzione PEM (Paneuromediterraneo). La Convenzione riveduta deve essere approvata all'unanimità.
Ue - zona Paneuromediterranea: semplificate regole di origine
Ue - zona Paneuromediterranea: semplificate regole di origine
La Commissione europea ha pubblicato il 25 agosto 2021 una Guida sulle regole di origine transitorie applicabili nella zona Paneuromediterranea (PEM).
Accordo RCEP
Accordo commerciale RCEP
Il 15 novembre 2020 è stato finalizzato il Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), accordo commerciale di libero scambio che, oltre ai 10 paesi ASEAN, comprende Australia, Cina, Corea del Sud, Giappone e Nuova Zelanda.
Nuovo Regolamento dual use 2021/821
Nuovo Regolamento dual use 2021/821
È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale Ue dell’11 giugno 2021 il Regolamento (Ue) 2021/821 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20 maggio 2021 che istituisce un regime dell’Unione di controllo dei prodotti a duplice uso. ...
Origine non preferenziale: linee guida della Commissione
Origine non preferenziale: linee guida della Commissione
Pubblichiamo un riassunto delle linee guida fornite dalla Commissione Europea in materia di origine non preferenziale (Made in).
Egitto: nuovi adempimenti per gli esportatori comunitari dal primo luglio 2021
Egitto: nuovi adempimenti per gli esportatori comunitari dal primo luglio 2021
Il nuovo sistema di preregistrazione delle importazioni in Egitto entrerà in vigore in via definitiva dal 1° luglio 2021 unicamente per spedizioni in arrivo ai porti marittimi egiziani.