Misure restrittive nei confronti dell’Iran

di lettura

La vendita, la fornitura, il trasferimento o l’esportazione di molteplici beni e tecnologie a qualsiasi persona, o organismo iraniani, o per un uso in Iran, sono soggetti ad autorizzazione preventiva.

Image

I beni e le tecnologie sono dettagliatamente elencate nell'allegato I al Regolamento del Consiglio (UE) N. 267/2012 del 23 marzo 2012 e raggruppati sulla base delle diverse categorie definite dall’elenco di controllo del Gruppo dei Fornitori Nucleari (GFN) e del regolamento che istituisce il regime unionale di controllo delle esportazioni, dell’intermediazione, dell’assistenza tecnica, del transito e del trasferimento di prodotti a duplice uso (Regolamento dual use).

Le categorie che raggruppano tali beni e tecnologie sono:

  • materiali nucleari, impianti e apparecchiature (categoria 0)
  • materiali speciali e relative apparecchiature (categoria 1)
  • trattamento e lavorazione dei materiali (categoria 2)
  • materiali elettronici (categoria 3)
  • sensori e laser (categoria 6).

L’autorizzazione preventiva è richiesta anche per acquistare, importare o trasportare dall'Iran detti beni e tecnologie, nonché per fornire, direttamente o indirettamente, a qualsiasi persona, entità o organismo iraniani o per un uso in Iran, assistenza tecnica o servizi di intermediazione connessi ai beni o tecnologie sopra menzionati oppure alla loro fornitura, fabbricazione, manutenzione e uso.

Tale autorizzazione è richiesta altresì per la concessione di finanziamenti o assistenza finanziaria – comprese sovvenzioni, prestiti e assicurazione dei crediti all'esportazione – relative alla vendita, fornitura, trasferimento o esportazione dei prodotti sopra indicati, nonché per la fornitura di assistenza tecnica o servizi di intermediazione connessi, direttamente o indirettamente, a qualsiasi persona, entità o organismo iraniani, o per un uso in Iran.

Divieti per i prodotti del regime di non proliferazione nel settore missilistico

Il Regolamento (UE) n. 267/2012 del Consiglio del 23 marzo 2012 vieta di vendere, fornire, trasferire o esportare, direttamente o indirettamente, taluni prodotti, compresi beni e tecnologie, riportati nell'elenco del regime di non proliferazione nel settore missilistico, originari o meno dell'Unione, a qualsiasi persona, entità o organismo iraniani, o per un uso in Iran. Tali prodotti sono dettagliatamente elencati e raggruppati in categorie.

Categoria 1 - materiali speciali e relative apparecchiature

  • 1A Sistemi, apparecchiature e componenti
  • 1B Apparecchiature di collaudo, di ispezione e di produzione
  • 1C Materiali
  • 1D Software
  • 1E Tecnologia

Categoria 2 - trattamento e lavorazione dei materiali

  • 2A Sistemi di cuscinetti e cuscinetti antifrizione e loro componenti, nonché Cuscinetti radiali a sfere
  • 2B “Presse isostatiche”, Macchine per tornitura in lastra e per fluotornitura, forni per la deposizione chimica, sistemi di collaudo a vibrazioni, apparecchiatura e loro componenti, Apparecchiature e controlli di processo, Macchine di bilanciamento e relative apparecchiature, simulatori di movimento o tavole di velocità, tavole di posizionamento, centrifughe
  • 2D Software
  • 2E Tecnologia

Categoria 3 - materiali elettronici

  • 3A Sistemi, apparecchiature e componenti
  • 3D Software
  • 3E Tecnologia

Categoria 4 - calcolatori

4A Sistemi, apparecchiature e componenti

4E Tecnologia

Categoria 5 - telecomunicazioni e “sicurezza dell'informazione”

  • 5A1 Sistemi, apparecchiature e componenti66
  • 5D1 Software
  • 5E1 Tecnologia

Categoria 6 - sensori e laser

  • 6A Sistemi, apparecchiature e componenti
  • 6B Apparecchiature di collaudo, di ispezione e di produzione
  • 6D Software
  • 6E Tecnologia

Categoria 7 - materiale avionico e di navigazione

  • 7A Sistemi, apparecchiature e componenti
  • 7B Apparecchiature di collaudo, di ispezione e di produzione
  • 7D Software
  • 7E Tecnologia

Categoria 9 - materiale aerospaziale e propulsione

  • 9A Sistemi, apparecchiature e componenti
  • 9B Apparecchiature di collaudo, di ispezione e di produzione
  • 9C Materiali
  • 9D Software
  • 9E Tecnologia

Fonte: Misure restrittive nei confronti dell’IranFausto Capello

Dogane
Arabia Saudita: Special Economic Zones
Arabia Saudita: Special Economic Zones
L'Arabia Saudita ha previsto di istituire una serie di zone economiche speciali che forniranno incentivi per investire in diversi settori, tra cui quello manifatturiero, delle biotecnologie e del cloud computing.
Libro blu ADM 2021
Libro blu ADM 2021
Pubblicato il Libro blu dell’Agenzia delle Dogane che presenta un’analisi delle ripercussioni della guerra Russia - Ucraina sull’interscambio commerciale italiano con i paesi coinvolti nel conflitto.
Nuovo corridoio ferroviario veloce per il trasporto di merci in container tra Gioia Tauro e Bologna
Nuovo corridoio ferroviario veloce per il trasporto di merci in container tra Gioia Tauro e Bologna
Nasce il Fast Corridor ferroviario per ottimizzare lo spostamento delle merci containerizzate dal magazzino di temporanea custodia di Gioia Tauro al magazzino di Bologna Interporto.
CETA: i benefici per le imprese italiane
CETA: i benefici per le imprese italiane
A cinque anni dall’entrata in vigore del Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA) tra Canada e Unione Europea, SACE traccia un primo bilancio.
Esportazione di merce vietata in Russia: rischi, sanzioni e strategie difensive
Esportazione di merce vietata in Russia: rischi, sanzioni e strategie difensive
L’introduzione in Unione Europea dei Regolamenti n. 263/2022 e 576/2022 ha determinato importanti restrizioni sul commercio internazionale verso la Russia e la Bielorussia.
Nuovi termini di presentazione elenchi Intrastat
Nuovi termini di presentazione elenchi Intrastat
Con riferimento all’obbligo che ricade sugli operatori di comunicare in dogana le operazioni intracomunitarie, sono intervenute modifiche in merito alla scadenza di presentazione degli elenchi riepilogativi Intrastat.
Dichiarazioni di origine preferenziale: tra presente e futuro
Dichiarazioni di origine preferenziale: tra presente e futuro
Per dichiarare il carattere preferenziale delle merci oggetto di esportazione (verso i Paesi firmatari di accordi di origine preferenziale con l’UE) i fornitori devono fornire indicazioni di origine preferenziale agli esportatori in merito alla materie prime, semilavorati o prodotti finiti che vengono a loro ceduti.
Digitalizzazione delle dichiarazioni doganali di importazione e prospetto di riepilogo ai fini contabili
Digitalizzazione delle dichiarazioni doganali di importazione e prospetto di riepilogo ai fini contabili
Dal 9 giugno è entrato in vigore il nuovo sistema di presentazione delle dichiarazioni doganali all’importazione (mod. H1-H5), che trasforma la bolletta doganale in un data set immateriale.
Certificati Eur1: nuove procedure di rilascio ordinario o facilitato
Certificati Eur1: nuove procedure di rilascio ordinario o facilitato
Dal 1° aprile è entrata a regime la nuova procedura di rilascio dei certificati di origine preferenziale Eur1.
Infoexport: Procedure doganali e documenti di spedizione in India
Infoexport: Procedure doganali e documenti di spedizione in India
Produciamo conserve alimentari e un importatore indiano vorrebbe acquistare i nostri prodotti. Tra i documenti che ci richiede compare una certificazione “registration of goods - quality confirmation”. Esiste una certificazione specifica ...