Carnet Ata

di lettura

Documento doganale internazionale valido nei Paesi aderenti alle Convenzioni ATA e di Istanbul sull'ammissione temporanea.

Consente di ridurre al minimo le formalità doganali per l'ammissione temporanea delle merci nei Paesi aderenti.

Vale come garanzia dei diritti doganali dovuti in caso di mancata riesportazione delle merci, permettendo all'operatore di non dover depositare alcuna somma presso la Dogana del Paese di ammissione temporanea.

Il carnet, utilizzabile solo per determinate categorie di merci o materiali, viene rilasciato dalle Camere di Commercio dietro presentazione di garanzia assicurativa, ha la validità di un anno ed è utilizzabile per più spedizioni.

Glossario
Branch (Succursale)
E' la "sede secondaria" di una casa madre.
C.A.D. Cash Against Documents
Pagamento contro documenti o incasso documentario. Si tratta del pagamento della merce contro consegna dei documenti che la rappresentano.
C.O.D. Cash On Delivery
Il pagamento avviene contro consegna della merce da parte del vettore o dello spedizioniere al destinatario/compratore.
Can
La Comunità Andina, creata nel 1969, riunisce Bolivia, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela.
Caricom
La Comunità e Mercato Comune dei Caraibi è stata costituita nel 1973.
Carnet Ata
Documento doganale internazionale valido nei Paesi aderenti alle Convenzioni ATA e di Istanbul sull'ammissione temporanea.
Carnet Tir
Documento doganale valido nei Paesi aderenti alla Convenzione TIR.
Certificato o Attestato di Libera Vendita
E' un documento necessario per esportare in alcuni Stati (tra cui: Argentina, Cina, Corea, Emirati Arabi, Estonia, Giappone, India, Kuwait, Messico, Russia, Taiwan, Turchia, Venezuela)
CIF (Cost, Insurance, Freight)
I sistemi di rilevazione statistica del commercio estero per indicare il valore delle merci importate utilizzano il parametro CIF che comprende i costi di trasporto e assicurazione dal luogo di produzione o di commercializzazione estero fino al confine ...
Codice Meccanografico
Detto anche numero di posizione, è un codice alfanumerico di 8 caratteri, rilasciato agli operatori economici (imprese, organismi ed enti pubblici, studi professionali) che abitualmente scambiano beni o servizi con l'estero.