Mercosur

di lettura

Mercato comune dell'America Latina.

Il Mercato Comune del Cono Sud, istituito nel 1991, riuniva Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay. Bolivia, Cile, Perù, Colombia e Ecuador sono partner economici. Nel giugno 2006 il Venezuela ha acquisito lo status di membro a pieno titolo (ma nel dicembre 2016 è stato sospesa per scorrettezze nei rapporti di mercato) e dal 2004 il Messico è ammesso in qualità di osservatore.

 

Glossario
Mercosur
Mercato comune dell'America Latina.
Minimum premium benchmark (Mbp)
Tassi minimi di premio assicurativo stabiliti in sede Ocse a fronte di assicurazioni del rischio politico, in relazione al rischio del paese debitore, alla durata dell'operazione e alla valuta di finanziamento (euro o dollaro).
Monterrey consensus
Programma di globalizzazione firmato nel marzo 2002 da 50 capi di Stato e di Governo in Messico
Nafta
Accordo nordamericano per il libero scambio siglato nel 1992 da Canada, Messico e Stati Uniti. 
Nomenclatura combinata
La  nomenclatura combinata delle merci  risponde nel contempo alle esigenze: della tariffa doganale comune (che entra in vigore ogni anno il 1° gennaio); delle statistiche del commercio estero della Comunità; di altre politiche comunitarie relative all'importazione o all'esportazione di merci.
Norme e usi uniformi relativi ai crediti documentari
Contenuti nella Pubblicazione n. 600 della Camera di Commercio Internazionale di Parigi, entrata in vigore il 1° luglio 2007
Norme uniformi relative agli incassi documentari
La Pubblicazione  n . 522 della Camera di Commercio Internazionale di Parigi regola le operazioni di incasso documentario
Organismi finanziari multilaterali
Istituzioni multilaterali create per sostenere lo sviluppo economico  e  sociale dei Paesi meno avanzati (Banca mondiale)  o  compresi in determinate aree geografiche (cosidette banche regionali di sviluppo). 
Perfezionamento attivo
E ' il regime che permette di introdurre nel territorio doganale, senza pagamento dei diritti doganali e senza applicazione delle misure di politica commerciale (restrizioni quantitative), merci non comunitarie da sottoporre a operazioni di perfezionamento (lavorazione, compresi montaggio e assemblaggio; trasformazione; riparazione, compresa la messa a punto), destinate ad essere successivamente riesportate.
Perfezionamento passivo
E' il regime doganale che consente di esportare temporaneamente merci comunitarie che si vogliono sottoporre a operazioni di perfezionamento (lavorazione, compresi montaggio e assemblaggio; trasformazione; riparazione, compresa la messa a punto) e successivamente di reimmettere in libera pratica nella Comunità  i  prodotti così ottenuti (prodotti compensatori) in esenzione totale  o  parziale dei dazi all'importazione.