Transito comunitario esterno

di lettura

E' il regime doganale che consente alle merci che provengono da Paesi terzi e che non hanno ancora assolto le formalità di importazione di circolare sul territorio doganale della Comunità.

Alla dichiarazione di transito comunitario esterno corrisponde la sigla T1.

Glossario
Intrastat Sistema di rilevazione dei dati relativi agli scambi di beni e servizi in ambito intracomunitario. Il sistema, istituito a fini statistici dalla Comunità europea, fornisce anche dati di carattere fiscale rilevanti ai fini IVA.
Ingiunzione di pagamento europea Il 12 dicembre 2008 è entrato in vigore il Regolamento CE n. 1896/2006 che istituisce un procedimento europeo d’ingiunzione di pagamento.
Informazione tariffaria vincolante La corretta classificazione delle merci importate assume importanza rilevante per l’operatore economico, poiché dall’esatta attribuzione della  nomenclatura combinata  deriva la corretta applicazione delle imposte, dei regimi doganali e la procedura per l’attestazione dell’origine del prodotto.
Filiale (Subsidiary) Società giuridicamente autonoma controllata da una società madre.
Incoterms (International Commercial Terms) Regole elaborate dalla Camera di Commercio Internazionale per individuare responsabilità, spese e rischi collegati alla consegna della merce nei contratti di compravendita internazionale.
Importazione definitiva Con la dichiarazione di importazione definitiva si sottopone la merce a due distinti regimi.
Fast Track L'espressione "corsia preferenziale" viene utilizzata negli USA per indicare la procedura parlamentare di autorizzazione a concludere accordi commerciali che consente al Presidente degli Stati Uniti di firmare intese internazionali senza l'interferenza di emendamenti da parte del Congresso.
Monterrey consensus Programma di globalizzazione firmato nel marzo 2002 da 50 capi di Stato e di Governo in Messico
Minimum premium benchmark (Mbp) Tassi minimi di premio assicurativo stabiliti in sede Ocse a fronte di assicurazioni del rischio politico, in relazione al rischio del paese debitore, alla durata dell'operazione e alla valuta di finanziamento (euro o dollaro).